Guglielmo Longespée

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo nobile del Monferrato, signore di Giaffa e Ascalona, vedi Guglielmo Spadalunga.
Guglielmo di Longespee

Guglielmo Longespée (Guglielmo Spadalunga), III Conte di Salisbury (1176 circa – Salisbury, 7 marzo 1226) figlio illegittimo di Enrico II d'Inghilterra.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Guglielmo Longespée era il figlio illegittimo di Enrico II d'Inghilterra e, si ha ragione di credere, di Ida de Toesny. Il re lo riconobbe come proprio figlio e gli donò diversi possedimenti e, nel 1196, suo fratellastro Riccardo I d'Inghilterra lo fece sposare a Ela FitzPatrick, III contessa di Salisbury. Sotto il regno dell'altro fratellastro Giovanni d'Inghilterra ricoprì diversi incarichi importanti e divenne una presenza fissa della corte.

Nel 1212 partecipò al conflitto contro la Francia (che portò alla perdita della Normandia), nonostante alcune vittorie la guerra non volgeva a favore degli inglesi, tanto che Guglielmo stesso venne catturato dai francesi nel 1214. Al momento del suo rilascio, circa due anni più tardi, in Inghilterra infuriava la rivolta dei baroni contro re Giovanni che si rifiutava di sottoscrivere la Magna Charta. Dapprincipio Guglielmo si schierò al suo fianco comandando le forze militari del re contro i ribelli, quando però anche il re di Francia Luigi VIII di Francia si alleò con i baroni anche Guglielmo abbandonò la causa reale.

Dopo la morte del re passò a servire suo figlio Enrico III d'Inghilterra combattendo per lui in Guascogna allo scopo di conservare quel che restava dei possedimenti continentali inglesi. Nel 1225 Guglielmo fece naufragio mentre tornava dalla Guascogna, per mesi rimase in un convento situato sull'Isola di Ré e quando tornò finalmente in patria morì dopo pochi giorni il 7 marzo 1226 ed Ela esercitò le funzioni di Sceriffo del Wiltshire per i due anni seguenti. Allora si disse che era stato avvelenato: nel 1791 quando venne aperta la tomba si trovarono nel suo teschio tracce di arsenico che contribuirono ad avallare questa diceria.

Guglielmo è sepolto nella cattedrale di Salisbury.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Guglielmo ed Ela ebbero diversi figli:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]