Guerra del merluzzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La guerra del merluzzo, in inglese Cod war, in islandese Þorskastríðin (guerra del merluzzo) o Landhelgisstríðin (guerra per le acque territoriali) fu una serie di confronti non armati che coinvolse l'Islanda e il Regno Unito in vari periodi nei due decenni successivi al 1950 ed al 1970 relativamente al godimento delle zone di pesca nell'oceano Atlantico compresa tra i due paesi.

Espansione della Zona economica esclusiva islandese:

██ Islanda

██ acque interne

██ espansione a 4mn

██ espansione a 12mn (attuale estensione delle acque territoriali)

██ espansione a 50mn

██ espansione a 200mn (attuale estensione della ZEE)

Le navi della Landhelgisgæsla Íslands e quelle della Royal Navy si confrontarono con azioni dissuasive che in un paio di casi sfociarono in urti tra le unità, con danni non gravi e feriti lievi, ma che richiesero una mediazione internazionale. In un caso, il governo islandese fece pressioni su quello statunitense ventilando la chiusura della base aerea di Keflavik, ora chiusa ma all'epoca cardine dei sistema difensivo aereo e di allarme precoce della NATO nel Nord Atlantico, se non fosse intervenuto presso il governo britannico.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ingo Heidbrink: “Deutschlands einzige Kolonie ist das Meer” Die deutsche Hochseefischerei und die Fischereikonflikte des 20. Jahrhunderts. Hamburg (Convent Vlg) 2004.
  • Kurlansky, Mark. Cod: A Biography of the Fish That Changed the World. New York: Walker & Company, 1997 (reprint edition: Penguin, 1998). ISBN 0-8027-1326-2, ISBN 0-14-027501-0.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]