Guerra cylone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guerra Cylone
Data 52-40 anni circa prima dell'attacco cylone
Luogo Dodici Colonie
Esito incerto; fu concordato un armistizio
Schieramenti
Comandanti
sconosciuti sconosciuti
Effettivi
Caccia Cyloni e Astrobasi Navi da guerra (numero imprecisato)
Perdite
Sconosciute Migliaia, forse milioni
Voci di conflitti immaginari presenti su Wikipedia

La Guerra Cylone (o "Prima Guerra Cylone") è un immaginario conflitto citato nell'universo fantascientifico di Battlestar Galactica.

Preambolo del Conflitto[modifica | modifica wikitesto]

I Cyloni furono creati dagli esseri umani per aiutarli su Kobol prima e successivamente nelle Tredici Colonie. In una di queste, la Terra (abitata da Cyloni dall'aspetto umano) i Centurioni Cyloni, stanchi di esser schiavizzati si ribellarono e nuclearizzarono la Terra. Sopravvissero solo cinque Cyloni che partirono alla volta delle Dodici Colonie per metterle in guardia nel non commettere lo stesso identico errore. Dopo 2000 anni di viaggio il loro arrivo avvenne troppo tardi, la ribellione era già cominciata.

Il conflitto[modifica | modifica wikitesto]

La guerra cylone si concluse all'incirca quarant'anni prima degli eventi narrati nella prima stagione di Battlestar Galactica e coinvolse i primi modelli Cyloni in rivolta contro il loro ruolo di servi nelle Dodici Colonie. Mentre i Cyloni usavano Caccia e Astrobasi, le Colonie svilupparono le prime navi da guerra, tra cui il Galactica.

La guerra cylone iniziò quando i "figli bastardi dell'umanità", i Cyloni, si ribellarono contro i loro "genitori" umani. La loro rivolta causò la morte di migliaia di persone, se non milioni.

Attraverso le Dodici Colonie, i Cyloni scatenarono una guerra che durò parecchi anni. Il conflitto fu combattuto sia nello spazio che sul suolo coloniale. Non vi è menzione di nessuna specifica battaglia che avrebbe segnato il corso della guerra, anche se è risaputo che la guerra portò all'unione delle Dodici Colonie e che i Cyloni le abbandonarono per trovare un loro mondo al termine della guerra.

L'armistizio[modifica | modifica wikitesto]

È noto che, dopo dieci anni di guerra, entrambe le parti erano ormai abbastanza esauste da far dichiarare un armistizio generale. A questo seguirono probabilmente gli Accordi di Pace di Cimtar, al seguito dei quali i Cyloni abbandonarono lo spazio coloniale per trovare un mondo che potesse essere solamente loro.

I Cyloni nelle ultime fasi della guerra stavano approntando una superarma misteriosa. Il giorno della firma dell'armistizio, il giovane William "Husker" Adama, abbattuto in battaglia, scopre su un pianeta freddo e desolato dei prigionieri umani sopravvissuti dell'astronave Diana che sono stati usati per l'esperimento cylone. Ciò che è stato creato nel laboratorio è stato portato via dai Cyloni a seguito dell'armistizio.

Venne costruita una remota stazione stellare, nota come Stazione dell'Armistizio, dove le Colonie e i Cyloni potessero incontrarsi per mantenere relazioni diplomatiche. Tuttavia, nei quarant'anni successivi, i Cyloni non inviarono mai alcun delegato.

L'armistizio fu rotto dai Cyloni 40 anni dopo, con l'attacco alle Dodici Colonie.

Effetti del conflitto[modifica | modifica wikitesto]

Poiché gli Articoli di Colonizzazione furono firmati 52 anni prima del nuovo attacco dei Cyloni, è probabile che fu proprio la guerra a favorire l'unificazione governativa delle Dodici Colonie, che prima di allora agivano come nazioni indipendenti.

Veterani[modifica | modifica wikitesto]

Tra i veterani della guerra sono inclusi William Adamo, Saul Tigh e Socrata Thrace.