Gualtiero I de Grenier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gualtiero I de Grenier o di Cesarea (... – 1154) fu Signore di Cesarea nel Regno di Gerusalemme.

« di bell'aspetto e famoso per la sua forza »
(Guglielmo di Tiro)

Succedette a suo padre Eustachio, morto nel 1123. Era il fratello gemello di Eustachio II, Signe di Sidone.

Sua madre Emelota si risposò con Ugo II du Puiset, che fu sospettato di "eccessiva familiarità" nella sua relazione con la regina Melisenda, della quale era cugino. Gualtiero fu indotto dal marito di Melisenda, re Folco, ad accusare il suo patrigno di tradimento dinanzi l'Haute Cour. Ugo respinse l'accusa e fu decretato che la disputa fosse risolta con un combattimento giudiziario, ma Ugo non si fece vedere il giorno stabilito, invece, si alleò con la guarnigione musulmana di Ascalona e guidò una ribellione contro Folco; più tardi fu condannato all'esilio.

Nel 1148 Gualtiero era presente al Concilio di Acri, dove la nobiltà di Gerusalemme incontrò Luigi VII di Francia, Corrado III di Germania e di altri magnati europei arrivati con la Seconda crociata.

Gualtiero sposò una donna di nome Giuliana; gli succedette suo figlio Ugo come signore di Cesarea.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Signore di Cesarea Successore
Eustachio 1123 - 1154 Ugo de Grenier

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]