Grok

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Grok è un neologismo della lingua inglese, nato ed usato prevalentemente gli anni sessanta in relazione alla cultura hippie ed ancora in uso nell'ambito informatico, che significa avere assimilato pienamente il concetto. In italiano viene adattato in groccare.

Nello specifico, grok o groccare significa avere completamente compreso, assimilato e fatto proprio, quasi digerito, un argomento o un concetto ed averlo reso parte di sé, per un suo ulteriore sviluppo. Il modo di dire groccare la pienezza indica il compimento del groccare, l'incorporazione finale del concetto.

Il verbo ("grokkare") fu inventato da Robert Heinlein nel suo romanzo Straniero in terra straniera dove era una parola marziana che significava letteralmente "bere" e, per senso traslato, figurativamente "comprendere", "amare" o "essere uno con".

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]