Grisignano di Zocco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grisignano di Zocco
comune
Grisignano di Zocco – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Vicenza-Stemma.png Vicenza
Amministrazione
Sindaco Renzo Lotto (Lista civica) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 45°29′00″N 11°42′00″E / 45.483333°N 11.7°E45.483333; 11.7 (Grisignano di Zocco)Coordinate: 45°29′00″N 11°42′00″E / 45.483333°N 11.7°E45.483333; 11.7 (Grisignano di Zocco)
Altitudine 23 m s.l.m.
Superficie 17,02 km²
Abitanti 4 330[1] (31-12-2010)
Densità 254,41 ab./km²
Frazioni Barbano, Poiana di Granfion
Comuni confinanti Camisano Vicentino, Campodoro (PD), Grumolo delle Abbadesse, Mestrino (PD), Montegalda, Veggiano (PD)
Altre informazioni
Cod. postale 36040
Prefisso 0444
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 024046
Cod. catastale E184
Targa VI
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti Grisignanesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Grisignano di Zocco
Posizione del comune di Grisignano di Zocco all'interno della provincia di Vicenza
Posizione del comune di Grisignano di Zocco all'interno della provincia di Vicenza
Sito istituzionale

Grisignano di Zocco (Grisignàn o al Sòco in veneto[2]) è un comune di 4.305 abitanti[3] della provincia di Vicenza.

A Grisignano di Zocco si tiene annualmente l'Antica Fiera del Soco.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nella zona di Grisignano l'opera di colonizzazione rurale fu iniziata dai vescovi di Padova nei primi anni dopo il 1000 d.c.

Il primo documento che nomina Grisignano risale all' 8 settembre 1088: il vescovo di Padova Milione , donava numerose masserie, piccole aziende rurali e mulini al monastero femminile di S.Pietro, una delle più antiche fondazioni monastiche di Padova. Tre di queste masserie si trovano nel villaggio detto di Grisignano e sono gestite da Natale, da Battaglia e da Grisignano, viene inoltre donato il mulino presente nel vicino fiume "Tesina". Questa donazione è riportata anche in un successivo documento di riconferma del 1090 inviato dallo stesso vescovo all'abadessa Theophila dove si può leggere :"Villa que dicitur Grisingnano".Un altro documento appartenente al Codice Diplomatico Padovano in data 23 maggio 1183 e scritto da Tisolino da Camposampiero riporta la divisione dei beni lasciati da Albertino da Baone alla figlia Sofia a cui spettano i possedimenti a " Torreglia e Tramonte e in Grisignano e Barbano e Lissaro".

A partire dal 1200, nonostante il dominio signorile nell'attuale territorio di Grisignano, la zone comincia ad affacciarsi verso la comunità rurale. Con un documento risalente al 17 febbraio 1216 in cui si afferma :" al prezzo di 8 lire di denari veronesi al campo, confinanti da una parte con il comune di quella Villa (Grisignano) e dall' altra una certa acque dette Incinosa, con diritto di riscatto ..." , i beni del comune di Grisignano, confinanti con le proprietà vendute attestano la presenza di una comunità grisignanese attiva attorno al '200.

Le origini del nome

Grisignano è un prediale derivato da un Graecinius o da un Grisinius. Per quanto riguarda la specificazione, ufficializzata nel 1867 ma già da secoli in uso, essa ricalca il veneto soco "ceppo"; per la tradizione, indicherebbe il tronco presso il quale si riuniva l'annuale mercato dei cavalli, mentre un'altra ipotesi parla di una stazione di posta con dei tronchi all'esterno dove si legavano gli animali da trasporto[2].

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

L'aggiunta di "di Zocco" alla denominazione comunale è stata ufficializzata con RD 18 agosto 1867 n. 3893[2][5]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

La principale squadra di calcio è la Polisportiva Grisignano 1971 che milita nel girone B padovano di 3° Categoria. E' nata nel 1971.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ a b c AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 2006, pp. 374-375.
  3. ^ Fonte: ISTAT - Bilancio demografico al 31/01/2009
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Fonte: ISTAT - Unità amministrative, variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000 - ISBN 88-458-0574-3