Grigorij Abramovič Šajn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Asteroidi scoperti[1]: 3
1057 Wanda 16 agosto 1925
1058 Grubba 22 giugno 1925
1709 Ukraina 16 agosto 1925

Grigorij Abramovič Šajn (in russo: Григорий Абрамович Шайн? (Odessa, 19 aprile 1892Mosca, 4 agosto 1956) è stato un astrofisico russo. Marito di Pelageja Fëdorovna Šajn (Пелагея Фёдоровна Шайн) nata Sannikova (Санникова), anch'essa astronoma russa.

Si occupò di spettroscopia stellare e di fisica delle nebulose gassose. Con Otto Struve studiò la rapida rotazione delle stelle appartenenti a giovani tipi spettrali e misurò la velocità radiale di numerose stelle. Scoprì nuove nebulose gassose e l'abbondanza anomala del 13C nelle atmosfere stellari.

Fu membro dell'Accademia sovietica delle Scienze dal 1939 e di altre istituzioni straniere, tra le quali la Royal Astronomical Society. Dal 1945 al 1952 diresse l'Osservatorio astrofico di Crimea.

Scoprì alcuni asteroidi nel 1925; tra di essi 1925 QD, nel 1987 riconosciuto essere un'apparizione della Cometa Whipple. Co-scoprì la cometa non periodica C/1925 F1 (Shajn-Comas Solá), mentre la cometa periodica 61P/Shajn-Schaldach porta il suo cognome perché scoperta da sua moglie.

Il cratere Shayn sulla Luna è stato così nominato in suo onore.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lista alfabetica degli scopritori di asteroidi
    NdR: il cognome appare nella forma inglesizzata
    Shajn
    , IAU Minor Planet Center. URL consultato il 10-02-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Necrologi