Gremese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Gremese Editore)
Gremese
Stato Italia Italia
Fondazione 1977 a Roma
Sede principale Roma, via Virginia Agnelli 88
Persone chiave
  • Gianni Gremese (Fondatore)
Settore Editoria
Sito web www.gremese.com

La Gremese è una casa editrice fondata nel 1977, specializzatasi inizialmente nelle arti dello spettacolo: cinema, teatro, danza, televisione e altri media[1][2]. Successivamente, la Gremese è andata via via allargandosi dando vita a numerose collane e a un catalogo generalista aperto a numerosi interessi. È giunta poi la fondazione di un'altra sigla editoriale, L’Airone, così come la creazione della linea francese della Gremese, che ha esportato il proprio marchio anche in Francia. Con il marchio Gremese sono stati inoltre pubblicati e distribuiti per qualche tempo anche libri in tedesco e in inglese nei paesi di lingua tedesca e inglese.

Storia[modifica | modifica sorgente]

In quasi 35 anni di attività, Gremese ha pubblicato oltre 3.500 titoli. Si possono evidenziare alcune linee portanti:

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Gremese si è occupato di cultura cinematografica da ogni possibile angolo di osservazione: dalle monografie di registi e attori importanti, ai lavori dedicati alla commedia e al cinema di genere, dai manuali per professionisti ai testi di divulgazione sui retroscena del lavoro cinematografico. Da segnalare l'imponente opera di catalogazione operata con la pubblicazione dei “Dizionari Gremese” sul cinema, i film, gli attori e i registi italiani[3].

Danza[modifica | modifica sorgente]

Gremese ha colmato la quasi assoluta mancanza in Italia di testi tecnici specifici, contribuendo in modo determinante alla costruzione della cultura coreica in Italia[4]. Praticamente, è l’unica casa editrice ad occuparsi con sistematicità di tutti gli aspetti della materia, a partire dai trattati storici, sino ai testi accademici di tecnica e di studio e ai libri fotografici, divenendo un punto di riferimento per il mondo della danza italiano e, negli ultimi anni, anche europeo. La danza ha assunto un rilievo sempre maggiore all’interno del catalogo, sotto la direzione di Flavia Pappacena[5], con la pubblicazione di testi russi e anglo-americani ma anche di importanti inediti, come ad esempio, nel 2002, in esito al suo fortunoso ritrovamento, il Manuale di danza classica del figlio di Enrico Cecchetti, Grazioso.

Teatro[modifica | modifica sorgente]

Con la direzione di Rodolfo di Giammarco prima, di Enzo Siciliano poi e ora di Giuseppe Manfridi[6], il Teatro è sempre stato una delle colonne portanti della Gremese, con la pubblicazione di molti testi di Autori italiani e stranieri di primaria importanza e di molti testi di manualistica nelle più diverse forme. Nel 2010, viene pubblicato Petrolini inedito[7].

Le pubblicazioni della casa editrice si sono estese poi ad altri temi, tra i quali la narrativa, l’erotismo, la musica, lo sport e il life, con antologie, libri illustrati, saggi, manuali, annuari, e dizionari, spesso frutto della collaborazione con editori stranieri come Collins, Oxford e Larousse.

L’Airone[modifica | modifica sorgente]

L’Airone è un marchio nato nel 1968, abbandonato inizialmente e poi ripreso come imprint della Gremese. È l’editoria del tempo libero e della manualistica in generale, dal giardinaggio all’allevamento degli animali domestici, dalla salute alle tecniche per il disegno, dallo sport, al gioco, ai militaria, dai giochi di carte all’enigmistica, all’umorismo, al collezionismo.

Libreria Gremese[modifica | modifica sorgente]

Nel 2010 il gruppo Gremese ha aperto una libreria in via Belsiana 22, a Roma, con l'intento di trasformarlo presto in un caffè letterario, un salotto dedicato alla cultura e all'arte del bel libro. Si presenta come una libreria editoriale, nella quale si trovano tutti i libri tuttora in commercio di tutti gli Autori della casa editrice, molti di quelli usciti negli anni dal catalogo, nonché pubblicazioni di altri editori italiani e stranieri, con molto spazio dedicato alle fotografia, alla moda, all’antiquariato e alle arti minori, in sintonia con il quartiere e le sue tradizioni.

Autori[modifica | modifica sorgente]

Tra gli scrittori pubblicati da Gremese, vi sono Carlo Sgorlon, Vincenzo Consolo, Carlo Lucarelli, Giuseppe Manfridi, Alberto Bevilacqua, Dacia Maraini, Giuseppe Bonaviri, Alessandra Lavagnino, Raffaele Nigro, Andrea Carraro, Francesca Sanvitale, Pupi Avati, Bernardo Bertolucci, Giuseppe Patroni Griffi, Enzo Siciliano e tanti altri.

La casa editrice ha pubblicato, inoltre, opere di Vladimir Pistalo, Ömer Zülfü Livaneli[8], Nicole Fabre[9], Waguih Ghali[10], Philippe Vilain, Nazli Eray, Marcelle Padovani, Georges Bataille, Bernard-Marie Koltès[11], Harold Pinter, Steven Berkoff, Alan Bennet, Rainer Werner Fassbinder, David Hare, Morris Panych, David Greig e tanti altri.

Collane[modifica | modifica sorgente]

  • Annuari e Guide
  • Biblioteca delle Arti
  • Piccola biblioteca delle Arti
  • Dialoghi
  • Grandi Dizionari Economici (nata dalla collaborazione con Oxford, Collins e Larousse).
  • Hobby e Sport
  • Superalbum
  • Saggi Illustrati
  • Astronomia & Dintorni
  • Le Calìe
  • Media Manuali
  • Crimen

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel corso degli anni ha conseguito diversi premi tra i quali:

  • Premio Diego Fabbri per il teatro e lo spettacolo[12]
  • Premio Funny Film Boario
  • Premio Prato per la narrativa
  • Efebo d’oro per il cinema[13]
  • Premio Positano - Léonide Massine per la danza[14]

Eventi[modifica | modifica sorgente]

Le feste tenute da Gremese editore, in occasione del decennale dalla creazione della casa editrice, del ventennale, nonché della nascita delle varie collane[15], hanno costituito eventi mondani di richiamo per la partecipazione dei grandi del cinema italiano, dai registi Federico Fellini, Bernardo Bertolucci e Giuseppe Tornatore, agli attori Alberto Sordi e Nino Manfredi, a scrittori quali Alberto Moravia ed Enzo Siciliano, così come ad esponenti di spicco del mondo dello spettacolo in genere.

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Storia dell'editoria italiana vol. 2°, Shakespeare & Company Futura, capitolo su Gremese di Luisa Bonolis

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]