Gregorio del Pilar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima municipalità delle Filippine, vedi Gregorio del Pilar (Ilocos Sur).
Ritratto di Gregorio del Pilar

Gregorio del Pilar y Sempio (Bulacan, 14 novembre 1875Tirad Pass, 2 dicembre 1899) è stato un generale filippino, il più giovane generale delle Forze Rivoluzionarie Filippine durante la Rivoluzione filippina e la Guerra filippino-americana. Fu soprannominato il "Ragazzo Generale" per la sua giovane età..

I primi anni[modifica | modifica sorgente]

Nato il 14 novembre 1875 da Fernando H. del Pilar e Felipa Sempio di Bulacan, del Pilar era il nipote del propagandista Marcelo H. del Pilar e Toribio H. del Pilar, che fu esiliato a Guam per il suo coinvolgimento nell'ammutinamento a Cavite.

"Goyo", nome con cui egli era conosciuto, ha studiato all'Ateneo dell'Università di Manila, dove si è laureato nel 1896, all'età di 20 anni. Quando la rivoluzione filippina contro le leggi spagnole scoppiò in agosto sotto il comando di Andres Bonifacio, del Pilar si è unito ai ribelli. Si è distinto come comandante sul campo mentre combatteva le guarnigioni spagnole a Bulacan.

Il "Ragazzo generale"[modifica | modifica sorgente]

Gregorio del Pilar nel 1899 circa

Più tardi si è unito al generale Emilio Aguinaldo, che aveva preso il controllo del movimento, a Hong Kong dopo la tregua di Biak-na-Bato. Durante la Guerra ispano-americana, Aguinaldo tornò alle Filippine e stabilì il governo della Prima Repubblica Filippina. Egli nominò la sezione di del Pilar leader delle forze a Bulacan e a Nueva Ecija. Il 1º giugno, del Pilar arrivò a Bulacan con i fucili comprati a Hong Kong, mettendo rapidamente sotto assedio le forze spagnole nella provincia. Quando gli spagnoli si arresero a del Pilar, egli portò i suoi uomini a Caloocan, per aiutare le altre truppe che lottavano contro gli spagnoli in quelle regioni.

Quando la Guerra filippino-americana scoppiò nel febbraio 1899, del Pilar portò le sue truppe ad una breve vittoria sul sindaco Franklin Bell nella prima fase della Battaglia di Quinga il 23 aprile 1899, dove le sue forze scacciarono una carica di cavalleria e uccisero il rispettato colonnello John M. Stotsenburg,[1] che dava il nome originario alla base aerea Clark Air Base (chiamata in origine "Fort Stotsenburg").[2]

Morte[modifica | modifica sorgente]

Il 2 dicembre 1899, del Pilar guidò 60 soldati filippini della retroguardia di Aguinaldo nella Battaglia del Passo Tirad contro il "Reggimento Texas", il 33º reggimento fanteria degli Stati Uniti guidato da Peyton C. March. Un'azione per temporeggiare e coprire il ritiro di Aguinaldo, durò cinque ore e finì con la morte di del Pilar per una pallottola nel collo (all'apice o alla fine della battaglia, a seconda dei racconti dei testimoni oculari). Il corpo di del Pilar fu rovinato e saccheggiato dai soldati americani vittoriosi.[3]

Il corpo di del Pilar restò non sepolto per giorni, esposto agli elementi. Mentre stava rintracciando il sentiero, un ufficiale americano, LT. Dennis P. Quinlan, diede al corpo una sepoltura tipica dell'esercito americano. Sulla lapide di del Pilar, Quinlan scrisse "Un Ufficiale e un Gentiluomo".

Nel 1930, il corpo di del Pilar venne riesumato e fu identificato dal dente d'oro e dall'apparecchio dentale che aveva installato durante l'esilio a Hong Kong.

Documentari[modifica | modifica sorgente]

La sua vita è stata trasmessa nel tredicesimo episodio del TV show filippino Case Unclosed.

Monumenti commemorativi[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 1944, la repubblica filippina del Presidente Jose P. Laurel, sponsorizzata dai giapponesi, istituì la Medaglia di Tirad Pass, che commemorava la battaglia e il sacrificio di del Pilar, Un busto del generale del Pilar occupa il diritto della medaglia. Questa medaglia fu l'unico premio istituito per riconoscere il servizio al governo Laurel durante l'occupazione giapponese.
  • Nel 1995 la sua vita fu raccontata nel film "Tirad Pass: The Last Stand of General Gregorio del Pilar".

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Facts About The Filipinos in The Philippine Review, vol. 1, 1900, p. 36.
  2. ^ D. Rosmer, An Annotated Pictorial History of Clark Air Base: 1899-1986, Republic of the Philippines: Office of History, Clark Air Base, 1986. ISBN.
  3. ^ no title provided, Washington Sentinel, 24 marzo 1900, pp. 1.


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Zaide, Gregorio F., Philippine History and Government, National Bookstore Printing Press, 1984.
Predecessore Governatore di Bulacan Successore
- 1898–1899 Isidro Torres

Controllo di autorità VIAF: 14189332 LCCN: n2005208523