Great Balls of Fire! - Vampate di fuoco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Great Balls of Fire! - Vampate di fuoco
Titolo originale Great Balls of Fire!
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1989
Durata 108 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere biografico, drammatico, musicale
Regia Jim McBride
Sceneggiatura Jack Baran, Jim McBride
Fotografia Affonso Beato
Montaggio Lisa Day, Pembroke J. Herring, Bert Lovitt
Musiche Otis Blackwell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Se devo andare all'inferno, ci andrò con il mio pianoforte »
(Jerry Lee Lewis nel finale)

Great Balls of Fire! - Vampate di fuoco è un film diretto dal regista Jim McBride.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nel 1956 dalla lontana Ferriday nella Louisiana, il giovane baldanzoso pianista Jerry Lee Lewis si trasferisce a Memphis nel Tennessee, presso la famiglia di suo cugino J.W. Brown, un musicista anche lui, per tentare un'audizione con il manager Sam Phillips, fondatore della Sun Records ed ex impresario di Elvis Presley. Immediatamente scritturato, Lewis ottiene un successo clamoroso con le sue canzoni, che freneticamente suona al pianoforte con un vocalismo martellante, esaltando il pubblico giovanile, ma disgustando i benpensanti ed un altro cugino, Jimmy Swaggart, ora celebre ed esaltato predicatore, che lo esorta inutilmente ad abbandonare questo tipo di "musica di Satana" impregnata di doppi sensi ed accompagnata da osceni movimenti delle anche. Frattanto Jerry Lee si innamora, riamato, di Myra Gale, figlia adolescente di J.W. Brown, che ha solo 13 anni; ne rispetta la purezza e la sposa di nascosto dei genitori di lei, che sono contrari sia per la giovanissima età della figlia, sia per il fatto che Lewis ha già alle spalle due matrimoni falliti. Scoperte le nozze, i genitori della sposa, dopo le prime furie, debbono rassegnarsi, e così, riappacificati, tutti insieme partono per una tournée in Gran Bretagna. Ma gli inglesi restano indignati per quel matrimonio con una adolescente e la stampa monta un grosso scandalo, riuscendo a far rompere il contratto di Jerry Lee e a farlo cacciare dal paese. Anche negli Stati Uniti scoppia lo scandalo, e il ritorno in patria è per Lewis l'inizio di un periodo disastroso, con calata paurosa nelle classifiche e nelle vendite dei dischi. Pur amandosi sinceramente, i due coniugi finiscono col litigare, ma infine la nascita di un figlio sembra aggiustare tutto. Jerry Lee torna ad avere successo, e al cugino predicatore, che lo esortava ancora a lasciare la sua musica, risponde che se deve andare all'inferno, vuole andarci suonando il pianoforte

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema