Graziano Rossi (motociclista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Graziano Rossi
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1977 in Classe 500
Stagioni dal 1977 al 1982
Miglior risultato finale
GP disputati 55
GP vinti 3
Podi 7
 

Graziano Rossi (Pesaro, 14 marzo 1954) è un pilota motociclistico italiano ritiratosi dall'attività agonistica.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1970 e il 1980 si affaccia alla ribalta del motociclismo insieme a Virginio Ferrari, Marco Lucchinelli e Franco Uncini, una nuova generazione di piloti italiani che succedeva a quella di Agostini, Pasolini e Villa.

Per quanto riguarda le competizioni del motomondiale esordisce in classe 500 nel 1977 al Gran Premio delle Nazioni con un 13º posto alla guida di una Suzuki[1].

L'anno successivo gareggia nella stessa classe senza cambiare motocicletta e ottiene i suoi primi punti validi per la classifica iridata.

Nel 1979 gareggia con la Morbidelli, oltre che in 500 dove ottiene un unico piazzamento tra i primi dieci, anche in 250, dove disputa 11 gran premi, ottenendo 3 vittorie (Jugoslavia, Olanda e Svezia) e 5 podi. È proprio in questa stagione che ottiene il suo miglior piazzamento nel mondiale, al terzo posto. Sembra l'anno giusto, allietato anche dalla nascita del figlio Valentino, ma la casa pesarese, pur avendo una moto competitiva, adotta un nuovo telaio a inizio stagione con risultati deludenti. Tornata al vecchio telaio, la moto si rivela competitiva e consente a Rossi di chiudere la stagione dietro al sudafricano Kork Ballington e all'australiano Gregg Hansford.

Nel 1980 viene ingaggiato dalla Suzuki insieme a Lucchinelli. Tutto sembra andare per il meglio, ma un grave incidente stradale ne condiziona il rendimento, tanto che a fine stagione non viene riconfermato. L'anno successivo, con la stessa squadra, Lucchinelli vince il mondiale. Risale a quel periodo, secondo alcune fonti, la rottura dei rapporti con Roberto Gallina, titolare del team.

Nel 1982, ormai fuori dal giro dei grandi, corre con una Yamaha privata. Nella 200 miglia di Imola cade rovinosamente e ha salva la vita grazie al tempestivo intervento dei medici della clinica mobile.

Dopo essersi ristabilito, decide di abbandonare le corse su due ruote per tentare la fortuna nei rally.

Risultati nel motomondiale[modifica | modifica sorgente]

Classe 250[modifica | modifica sorgente]

1979 Classe Moto Flag of Venezuela (1954-2006).svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1977 - 1981).svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of France.svg Punti Pos.
250 Morbidelli Rit NE 18 Rit 3 1 1 1 Rit Rit 2 Rit 67[2]
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 500[modifica | modifica sorgente]

1977 Classe Moto Flag of Venezuela (1954-2006).svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1977 - 1981).svg Flag of France.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of the United Kingdom.svg Punti Pos.
500 Suzuki 13 NE Rit NE NQ 0
1978 Classe Moto Flag of Venezuela (1954-2006).svg Flag of Spain (1977 - 1981).svg Flag of Austria.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Punti Pos.
500 Suzuki 6 12 16 14 9 Rit Rit NE NE 7[3] 16º
1979 Classe Moto Flag of Venezuela (1954-2006).svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1977 - 1981).svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of France.svg Punti Pos.
500 Morbidelli Rit 9 Rit Rit 12 Rit Rit Rit NE Rit 2[4] 31º
1980 Classe Moto Flag of Italy.svg Flag of Spain (1977 - 1981).svg Flag of France.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Finland.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of Germany.svg Punti Pos.
500 Suzuki 3 Rit 4 NE 2 Rit Rit 4 NE Rit 38[5]
1981 Classe Moto Flag of Argentina.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Spain (1977 - 1981).svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of San Marino.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Finland.svg Flag of Sweden.svg Flag of Czechoslovakia.svg Punti Pos.
500 Morbidelli e Yamaha NE Rit Rit NE Rit Rit Rit 11 Rit 11 NE 0
1982 Classe Moto Flag of Argentina.svg Flag of Austria.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of SFR Yugoslavia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Sweden.svg Flag of Finland.svg Flag of Czechoslovakia.svg Flag of San Marino.svg Flag of Germany.svg Punti Pos.
500 Yamaha 13 14 Rit NP 13 Rit 28 Rit Rit NE NE 11 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Note[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]