Grande Hural di Stato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Logo
Mongolia

Questa voce è parte della serie:
Politica della Mongolia



Altri stati · Atlante

Il Grande Hural di Stato (mongolo: Улсын Их Хурал, Ulsyn Ih Hural) è il Parlamento unicamerale della Mongolia. Esso rappresenta il potere legislativo del governo. Il Grande Hural si trova nella piazza principale di Ulan Bator,nel Palazzo del Governo.

Struttura[modifica | modifica sorgente]

Tutti i 76 membri rappresentano le 26 circoscrizioni plurinominali, e sono eletti per un mandato di quattro anni. L'elezione è valida solo se il 50% dell'elettorato vota. I cittadini mongoli possono votare a partire dall'età di 18 se vivono in Mongolia, mentre possono essere eletti alla carica all'età di 25. Si scioglie il governo con il parlamento e nuove elezioni sono chiamate se il primo ministro o la metà dei Ministri del Gabinetto dà le dimissioni. Il parlamento può anche essere sciolto se il presidente lo decreta o se i due terzi dei membri votano per la dissoluzione.

Presidente[modifica | modifica sorgente]

I membri del parlamento eleggono un presidente tra i propri numeri. Il presidente esegue il ruolo di presidente del ramo legislativo del Governo, nonché è Vice del Presidente, infatti è al secondo posto nella gerarchia dello Stato dopo il presidente.

Il Grande Khural di Stato

Il presidente sovrintende le sessioni del parlamento ed è responsabile per le procedure di voto, nella normale gestione però ha un ruolo marginale e quasi esclusivamente cerimoniale. Automaticamente (ex officio) diventa membro anche del Consiglio di Sicurezza Nazionale.

Poteri e doveri[modifica | modifica sorgente]

Il parlamento elabora nuove leggi in collaborazione con il governo, e decide sulla loro introduzione. Il Grande Hural di Stato approva il bilancio annuale ed ha il potere di dichiarare guerra. I partiti rappresentati in parlamento possono invece nominare i candidati per l'elezione diretta del Presidente della Repubblica. Il Grande Hural di Stato ne convalida elezione e conferma il presidente del Consiglio (proposto dal presidente) e gli altri ministri con voto di fiducia. Le sessioni durano un minimo di 75 giorni. Ha la capacità di ignorare i veti presidenziali con una maggioranza dei 2/3. I 2/3 della maggioranza sono necessari anche per un cambiamento della costituzione.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]