Grand Prix de l'Imaginaire

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Grand Prix de l'Imaginaire è il più prestigioso riconoscimento francese dedicato alla fantascienza e al fantastico. Ideato da Jean-Pierre Fontana nel 1974 con il nome di Grand Prix de la Science Fiction Française, dal 1992 si è aperto al fantasy e all'horror (in coincidenza con la scomparsa del Prix Apollo), assumendo l'attuale denominazione. Da alcuni anni la premiazione si svolge nel corso del festival della fantascienza francese Utopiales.

L'ultimo autore italiano ad essere premiato è stato nel 1999 Valerio Evangelisti nella categoria romanzo straniero.

Categorie[modifica | modifica sorgente]

Ogni anno la giuria, composta da cinque specialisti di genere (scrittori, critici, giornalisti, traduttori), ricompensa un esordiente o un autore in varie categorie, che si sono aggiunte nel corso degli anni. Attualmente ci sono dieci categorie:

  • Romanzo (dal 1974)
  • Racconto (dal 1975)
  • Premio speciale (dal 1976)
  • Romanza per la gioventù (dal 1982)
  • Saggio (dal 1989)
  • Romanzo straniero (dal 1992)
  • Traduzione (dal 1992)
  • Racconto straniero (dal 1995)
  • Artista - Illustratore (dal 2000)
  • Premio europeo (dal 2001)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]