Gran Premio motociclistico di Finlandia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gran Premio motociclistico di Finlandia
Sport IlmorX3-003.png Motociclismo
Tipo Gran Premio del Motomondiale
Paese Finlandia Finlandia
Luogo Imatra
Cadenza Annuale
Storia
Fondazione GP 1962
Numero edizioni 21
Ultima edizione GP 1982

Il Gran Premio motociclistico di Finlandia è stato una delle prove del motomondiale.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La prima volta che venne utilizzata la denominazione di "Gran Premio di Finlandia" fu nel 1932, in occasione della Eiläintarhanajot (chiamata anche Djurgårdsloppet) che era una competizione sia automobilistica che motociclistica che si svolgeva su un circuito a Helsinki[1]. Sempre la stessa corsa verrà considerata ufficiosamente quale GP di Finlandia anche al termine della seconda guerra mondiale per le edizioni dal 1948 al 1960.

Dal 1961 il rango di GP di Finlandia passò ad un'altra corsa finnica, il Pyynikki TT, che era anch'esso già giunto alla ventiquattresima edizione[2].

Ebbe per la prima volta validità iridata nell'edizione del 1962 del mondiale, in sostituzione del GP di Svezia, e si disputò su un circuito stradale a Tampere; dal 1964 si spostò a Imatra (sempre su un circuito stradale), dove rimase sino all'ultima edizione. Dal 1971 formò praticamente sempre un'accoppiata con la prova disputata a pochi giorni di distanza in Svezia.

Sede durante gli anni di vari incidenti, anche in seguito alla morte del sidecarista scozzese Jock Taylor avvenuta durante l'edizione del motomondiale 1982, dopo 21 edizioni con validità mondiale, il Gran Premio non venne più disputato.

Il pilota che ha ottenuto il maggior numero di successi è Giacomo Agostini con 17 vittorie tra classe 350 e 500.

Albo d'oro[modifica | modifica sorgente]

Anno Circuito Classe 50 Classe 125 Classe 250 Classe 350 Classe 500 Classe sidecar Resoconto
1962 Tampere Svizzera Luigi Taveri (Honda) Rhodesia Jim Redman (Honda) - Regno Unito Tommy Robb (Honda) Regno Unito Alan Shepherd (Matchless) - Resoconto
1963 Tampere Germania Ovest H.G. Anscheidt (Kreidler) Nuova Zelanda Hugh Anderson (Suzuki) - Regno Unito Mike Hailwood (MV Agusta) Regno Unito Mike Hailwood (MV Agusta) - Resoconto
1964 Imatra Nuova Zelanda Hugh Anderson (Suzuki) Svizzera Luigi Taveri (Honda) - Rhodesia Jim Redman (Honda) Australia Jack Ahearn (Norton) - Resoconto
1965 Imatra - Nuova Zelanda Hugh Anderson (Suzuki) Canada Mike Duff (Yamaha) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) - Resoconto
1966 Imatra - Regno Unito Phil Read (Yamaha) Regno Unito Mike Hailwood (Honda) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) - Resoconto
1967 Imatra - Regno Unito Stuart Graham (Suzuki) Regno Unito Mike Hailwood (Honda) - Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Germania Ovest Enders-Engelhardt (BMW) Resoconto
1968 Imatra - Regno Unito Phil Read (Yamaha) Regno Unito Phil Read (Yamaha) - Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Germania Ovest Fath-Kalauch (URS) Resoconto
1969 Imatra - Regno Unito Dave Simmonds (Kawasaki) Svezia Kent Andersson (Yamaha) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Germania Ovest Enders-Engelhardt (BMW) Resoconto
1970 Imatra - Regno Unito Dave Simmonds (Kawasaki) Regno Unito Rodney Gould (Yamaha) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Germania Ovest Enders-Engelhardt (BMW) Resoconto
1971 Imatra - Regno Unito Barry Sheene (Suzuki) Regno Unito Rodney Gould (Yamaha) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Germania OvestRegno Unito Owesle-Rutterford (Münch-URS) Resoconto
1972 Imatra - Svezia Kent Andersson (Yamaha) Finlandia Jarno Saarinen (Yamaha) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Regno Unito Vincent-Casey (Münch-URS) Resoconto
1973 Imatra - Italia Otello Buscherini (Malanca) Finlandia Teuvo Länsivuori (Yamaha) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Italia Giacomo Agostini (MV Agusta) Finlandia Rahko-Laatikainen (Honda) Resoconto
1974 Imatra Belgio Juliaan Vanzeebroeck (Kreidler) - Italia Walter Villa (Harley-Davidson) Australia John Dodds (Yamaha) Regno Unito Phil Read (MV Agusta) - Resoconto
1975 Imatra Spagna Angel Nieto (Kreidler) - Francia Michel Rougerie (Harley-Davidson) Venezuela Johnny Cecotto (Yamaha) Italia Giacomo Agostini (Yamaha) - Resoconto
1976 Imatra Belgio Juliaan Vanzeebroeck (Kreidler) Italia Pier Paolo Bianchi (Morbidelli) Italia Walter Villa
(Harley-Davidson)
Italia Walter Villa
(Harley-Davidson)
Stati Uniti Pat Hennen (Suzuki) - Resoconto
1977 Imatra - Italia Pier Paolo Bianchi (Morbidelli) Italia Walter Villa
(Harley-Davidson)
Giappone Takazumi Katayama (Yamaha) Venezuela Johnny Cecotto (Yamaha) - Resoconto
1978 Imatra - Spagna Angel Nieto (Minarelli) Sudafrica Kork Ballington (Kawasaki) Sudafrica Kork Ballington (Kawasaki) Paesi Bassi Wil Hartog (Suzuki) - Resoconto
1979 Imatra - Spagna Ricardo Tormo (Bultaco) Sudafrica Kork Ballington (Kawasaki) Australia Gregg Hansford (Kawasaki) Paesi Bassi Boet van Dulmen (Suzuki) - Resoconto
1980 Imatra - Spagna Angel Nieto (Minarelli) Sudafrica Kork Ballington (Kawasaki) - Paesi Bassi Wil Hartog (Suzuki) Regno UnitoSvezia Taylor-Johansson
(Windle-Yamaha)
Resoconto
1981 Imatra - Spagna Angel Nieto (Minarelli) Germania Ovest Anton Mang (Kawasaki) - Italia Marco Lucchinelli (Suzuki) Svizzera Biland-Waltisperg
(LCR-Yamaha)
Resoconto
1982 Imatra - Venezuela Ivan Palazzese (MBA) Francia Christian Sarron (Yamaha) Germania Ovest Anton Mang (Kawasaki) - Svizzera Biland-Waltisperg
(LCR-Yamaha)
Resoconto

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (FR) La Eiläintarhanajot su racingmemo.free
  2. ^ (FR) Il Pyynikki TT su racingmemo.free

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]