Gran Premio d'Italia 2006

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italia Gran Premio d'Italia 2006
765º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 15 di 18 del Campionato 2006
Monza track map.svg
Data 10 settembre 2006
Nome ufficiale LXXVII Gran Premio Vodafone d'Italia
Circuito Autodromo Nazionale di Monza
Percorso 5,793 km
Distanza 53 giri, 307,029 km
Clima Soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Finlandia Kimi Räikkönen Finlandia Kimi Räikkönen
McLaren MP4-21 in 1'21.484 McLaren MP4-21 in 1'22.599
Podio
1. Germania Michael Schumacher
Ferrari 248 F1
2. Finlandia Kimi Räikkönen
McLaren MP4-21
3. Polonia Robert Kubica
BMW Sauber

Il Gran Premio d'Italia Vodafone 2006 si è svolto il 10 settembre all'Autodromo Nazionale di Monza. Ha visto la vittoria della Ferrari, con Michael Schumacher, seguìto da Kimi Räikkönen e da un sorprendente Robert Kubica, terzo. Arrivano a punti anche Giancarlo Fisichella, Jenson Button, Jarno Trulli, Rubens Barrichello e l'altra Bmw di Nick Heidfeld. Nel campionato mondiale, Michael Schumacher approfitta del ritiro di Fernando Alonso per guadagnare 10 punti sull'asturiano e portarsi a -2. Nel mondiale costruttori, la Ferrari compie il sorpasso sulla Renault, e si porta prima nel mondiale. Per il team di casa, la scuderia di Maranello, sono dieci punti, con Schumacher primo e Felipe Massa nono. I piloti di casa prendono in tutto 7 punti, con Giancarlo Fisichella quarto, Jarno Trulli settimo e uno sfortunato Vitantonio Liuzzi quattordicesimo.

Qualificazioni[modifica | modifica sorgente]

Cronaca[modifica | modifica sorgente]

In Italia le qualifiche contano ben poco, dato che a Monza i sorpassi sono abbastanza facili. Nella Q1, viene eliminato Mark Webber. Oltre all'australiano vanno fuori le Super Aguri, le Midland e il pilota di casa Vitantonio Liuzzi. A ottenere il miglior tempo, tra le urla della folla, è Michael Schumacher, mentre sorprende una Bmw, quella di Nick Heidfeld, seconda. Nella Q2 va fuori un altro dei piloti di casa, Jarno Trulli, staccato di neanche un decimo da Pedro de la Rosa. Oltre a Trulli, vengono eliminate le due Red Bull, le Toyota, Scott Speed e la Williams di Nico Rosberg. Il primo tempo va a Felipe Massa, mentre continuano a stupire le Bmw, con secondo, questa volta, Robert Kubica. Nella Q3, la pole sembra dover andare a Schumacher, però arriva il suo sostituto, Kimi Räikkönen, che ruba la piazza al tedesco. Dietro ai due, ancora veloce, la Bmw di Nick Heidfeld, accompagnata dall'altra Ferrari di Felipe Massa. Fernando Alonso parte decimo per un presunto rallentamento ai danni di Felipe Massa.

Risultato[modifica | modifica sorgente]

Pos Naz Pilota Telaio/Motore Q1 Q2 Q3
01 Finlandia Kimi Räikkönen McLaren-Mercedes 1:21.994 1:21.349 1:21.484
02 Germania Michael Schumacher Ferrari 1:21.711 1:21.353 1:21.486
03 Germania Nick Heidfeld Bmw 1:21.764 1:21.425 1:21.683
04 Brasile Felipe Massa Ferrari 1:22.028 1:21.225 1:21.704
05 Regno Unito Jenson Button Honda 1:22.512 1:21.572 1:22.012
06 Polonia Robert Kubica Bmw 1:22.437 1:21.270 1:22.258
07 Spagna Pedro de la Rosa McLaren-Mercedes 1:22.422 1:21.878 1:22.280
08 Brasile Rubens Barrichello Honda 1:22.640 1:21.747 1:22.787
09 Italia Giancarlo Fisichella Renault 1:22.486 1:21.722 1:23.175
10 Spagna Fernando Alonso Renault 1:21.747 1:21.526 1:25.688
11 Italia Jarno Trulli Toyota 1:22.093 1:21.924
12 Germania Nico Rosberg Williams-Cosworth 1:22.581 1:22.203
13 Germania Ralf Schumacher Toyota 1:22.622 1:22.280
14 Regno Unito David Coulthard Red Bull-Ferrari 1:22.618 1:22.589
15 Stati Uniti Scott Speed Toro Rosso-Cosworth 1:22.943 1:23.165
16 Austria Christian Klien Red Bull-Ferrari 1:22.898 Nessun tempo
17 Italia Vitantonio Liuzzi Toro Rosso-Cosworth 1:23.043
18 Paesi Bassi Christijan Albers Midland-Toyota 1:23.143
19 Australia Mark Webber Williams-Cosworth 1:23.341
20 Portogallo Tiago Monteiro Midland-Toyota 1:23.920
21 Giappone Takuma Sato Super Aguri-Honda 1:24.389
22 Giappone Sakon Yamamoto Super Aguri-Honda 1:26.001
  • Per il tempo di Fernando Alonso nella Q3, è stato preso in considerazione il suo terzo miglior tempo, per la presunta manovra che ha ostruito Felipe Massa.

Gara[modifica | modifica sorgente]

Cronaca[modifica | modifica sorgente]

Felipe Massa guida la sua Ferrari durante il Gran Premio

Risultato[modifica | modifica sorgente]

Pos Naz Pilota Naz Telaio/Motore Giri Distacco/Ritiro
01 Germania Michael Schumacher Italia Ferrari 53 1'14:51.975
02 Finlandia Kimi Räikkönen Regno Unito McLaren-Mercedes 53 +8.046
03 Polonia Robert Kubica Germania BMW Sauber 53 +26.414
04 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 53 +32.045
05 Regno Unito Jenson Button Giappone Honda 53 +32.685
06 Brasile Rubens Barrichello Giappone Honda 53 +42.409
07 Italia Jarno Trulli Giappone Toyota 53 +44.662
08 Germania Nick Heidfeld Germania BMW Sauber 53 +45.309
09 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 53 +45.355
10 Australia Mark Webber Regno Unito Williams-Cosworth 53 +1:12.602
11 Austria Christian Klien Austria RBR-Ferrari 52 +1 Giro
12 Regno Unito David Coulthard Austria RBR-Ferrari 52 +1 Giro
13 Stati Uniti Scott Speed Italia STR-Cosworth 52 +1 Giro
14 Italia Vitantonio Liuzzi Italia STR-Cosworth 52 +1 Giro
15 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota 52 +1 Giro
16 Giappone Takuma Sato Giappone Super Aguri-Honda 51 +2 Giri
17 Paesi Bassi Christijan Albers Russia Midland-Toyota 51 +2 Giri
ret. Portogallo Tiago Monteiro Russia Midland-Toyota 44 Freni
ret. Spagna Fernando Alonso Francia Renault 43 Motore
ret. Spagna Pedro de la Rosa Regno Unito McLaren-Mercedes 20 Motore
ret. Giappone Sakon Yamamoto Giappone Super Aguri-Honda 18 Idraulica
ret. Germania Nico Rosberg Regno Unito Williams-Cosworth 9 Elettronica

Note[modifica | modifica sorgente]

Classifiche Mondiali[modifica | modifica sorgente]

Costruttori[modifica | modifica sorgente]

Pos Team Punti
1 Italia Ferrari 168
2 Francia Renault 165
3 Regno Unito McLaren-Mercedes 97
4 Giappone Honda 65
5 Germania BMW Sauber 33
6 Giappone Toyota 30
7 Austria RBR-Ferrari 16
8 Regno Unito Williams-Cosworth 10
9 Italia STR-Cosworth 1

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2006
Flag of Bahrain.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of San Marino.svg Flag of Europe.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Turkey.svg Flag of Italy.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Japan.svg Flag of Brazil.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2005
Gran Premio d'Italia
Edizione successiva:
2007
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1