Gran Premio d'Austria 1999

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Austria Gran Premio d'Austria 1999
639º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 9 di 16 del Campionato 1999
Circuit A1 Ring.svg
Data 25 luglio 1999
Circuito A1-Ring
Percorso 4.319 km / 2.684 US mi
circuito permanente
Distanza 71 giri, 306.649 km/ 190.552 US mi
Clima sereno
Risultati
Pole position Giro più veloce
Finlandia Mika Häkkinen Finlandia Mika Häkkinen
McLaren - Mercedes in 1:10.954 McLaren - Mercedes in 1:12.107
(nel giro 39)
Podio
1. Regno Unito Eddie Irvine
Ferrari
2. Regno Unito David Coulthard
McLaren - Mercedes
3. Finlandia Mika Häkkinen
McLaren - Mercedes

Il Gran Premio d'Austria 1999 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 25 luglio 1999 sull'A1-Ring di Zeltweg. La gara è stata vinta da Eddie Irvine, su Ferrari; secondo e terzo sono giunti rispettivamente David Coulthard e Mika Häkkinen.

Prima della gara[modifica | modifica wikitesto]

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos No Pilota Costruttore Tempo Distacco
1 1 Finlandia Mika Häkkinen McLaren - Mercedes 1:10.954
2 2 Regno Unito David Coulthard McLaren - Mercedes 1:11.153 +0.199
3 4 Regno Unito Eddie Irvine Ferrari 1:11.973 +1.019
4 8 Germania Heinz-Harald Frentzen Jordan - Mugen-Honda 1:12.266 +1.312
5 16 Brasile Rubens Barrichello Stewart - Ford 1:12.342 +1.388
6 17 Regno Unito Johnny Herbert Stewart - Ford 1:12.488 +1.534
7 3 Finlandia Mika Salo Ferrari 1:12.514 +1.560
8 6 Germania Ralf Schumacher Williams - Supertec 1:12.515 +1.561
9 22 Canada Jacques Villeneuve BAR - Supertec 1:12.833 +1.879
10 10 Austria Alexander Wurz Benetton - Playlife 1:12.850 +1.896
11 7 Regno Unito Damon Hill Jordan - Mugen-Honda 1:12.901 +1.947
12 9 Italia Giancarlo Fisichella Benetton - Playlife 1:12.924 +1.970
13 19 Italia Jarno Trulli Prost - Peugeot 1:12.999 +2.045
14 5 Italia Alessandro Zanardi Williams - Supertec 1:13.101 +2.147
15 23 Brasile Ricardo Zonta BAR - Supertec 1:13.172 +2.218
16 12 Brasile Pedro Diniz Sauber - Petronas 1:13.223 +2.269
17 11 Francia Jean Alesi Sauber - Petronas 1:13.226 +2.272
18 18 Francia Olivier Panis Prost - Peugeot 1:13.457 +2.503
19 20 Italia Luca Badoer Minardi - Ford 1:13.606 +2.652
20 15 Giappone Toranosuke Takagi Arrows 1:13.641 +2.687
21 14 Spagna Pedro de la Rosa Arrows 1:14.139 +3.185
22 21 Spagna Marc Gené Minardi - Ford 1:14.363 +3.409

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Al via Häkkinen viene affiancato da Coulthard: alla seconda curva Mika è in vantaggio sulla traiettoria esterna, lo scozzese tenta un attacco all'interno in staccata finendo però per toccare il compagno sul retrotreno. Häkkinen va in testacoda, ripartendo in ultima posizione, mentre Coulthard prosegue indisturbato in testa alla corsa. Più indietro, Salo tampona Herbert: il pilota della Ferrari deve sostituire il musetto della sua vettura, mentre l'inglese perde l'alettone posteriore, ripartendo dai box con diversi giri di svantaggio.

Coulthard mantiene la testa della corsa fino al suo pit stop, attorno a metà gara; passa quindi in prima posizione Irvine, che spinge al massimo sfruttando il momento in cui la sua vettura è più leggera fino al suo rifornimento, al 42º giro. Quando il pilota della Ferrari torna in pista è davanti al rivale; Coulthard tenta di sorpassarlo fino al traguardo, ma deve accontentarsi del secondo posto. Irvine conquista così la seconda vittoria stagionale e in carriera, davanti a Coulthard e Häkkinen, autore di una gran rimonta dal fondo del gruppo; quarto è Frentzen, che precede Wurz e Diniz, a punti per la seconda volta consecutiva.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos N Pilota Costruttore/Motore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 4 Regno Unito Eddie Irvine Ferrari 71 1:28:12.438 3 10
2 2 Regno Unito David Coulthard McLaren - Mercedes 71 +0.313 2 6
3 1 Finlandia Mika Häkkinen McLaren - Mercedes 71 +22.282 1 4
4 8 Germania Heinz-Harald Frentzen Jordan - Mugen-Honda 71 +52.803 4 3
5 10 Austria Alexander Wurz Benetton - Playlife 71 +1:06.358 10 2
6 12 Brasile Pedro Diniz Sauber - Petronas 71 +1:10.933 16 1
7 19 Italia Jarno Trulli Prost - Peugeot 70 +1 giro 13
8 7 Regno Unito Damon Hill Jordan - Mugen-Honda 70 +1 giro 11
9 3 Finlandia Mika Salo Ferrari 70 +1 giro 7
10 18 Francia Olivier Panis Prost - Peugeot 70 +1 giro 18
11 21 Spagna Marc Gené Minardi - Ford 70 +1 giro 22
12 9 Italia Giancarlo Fisichella Benetton - Playlife 68 Motore 12
13 20 Italia Luca Badoer Minardi - Ford 68 +3 giri 19
14 17 Regno Unito Johnny Herbert Stewart - Ford 67 +4 giri 6
15 23 Brasile Ricardo Zonta BAR - Supertec 63 Frizione 15
Rit 16 Brasile Rubens Barrichello Stewart - Ford 55 Motore 5
Rit 11 Francia Jean Alesi Sauber - Petronas 49 Fine benzina 17
Rit 14 Spagna Pedro de la Rosa Arrows 38 Testacoda 21
Rit 5 Italia Alessandro Zanardi Williams - Supertec 35 Senza benzina 14
Rit 22 Canada Jacques Villeneuve BAR - Supertec 34 Semiasse 9
Rit 15 Giappone Toranosuke Takagi Arrows 25 Motore 20
Rit 6 Germania Ralf Schumacher Williams - Supertec 8 Testacoda 8

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Team Punti
1 Italia Ferrari 74
2 Regno Unito McLaren - Mercedes 72
3 Irlanda Jordan - Mugen-Honda 34
4 Regno Unito Williams - Supertec 19
5 Italia Benetton - Playlife 16
6 Regno Unito Stewart - Ford 12
7 Svizzera Sauber - Petronas 4
8 Francia Prost - Peugeot 2
9 Regno Unito Arrows 1

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1999
Flag of Australia.svg Flag of Brazil.svg Flag of San Marino.svg Flag of Monaco.svg Flag of Spain.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Austria.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Europe.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1998
Gran Premio d'Austria
Edizione successiva:
2000
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1