Gran Premio d'Australia 1993

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Australia Gran Premio d'Australia 1993
548º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 16 di 16 del Campionato 1993
Adelaide (long route).svg
Data 7 novembre 1993
Circuito Circuito di Adelaide
Percorso 3,780 km
circuito cittadino
Distanza 79 giri, 298,620 km
Clima asciutto
Risultati
Pole position Giro più veloce
Brasile Ayrton Senna Regno Unito Damon Hill
McLaren - Ford in 1:13.371 Williams - Renault in 1:15.381
(nel giro 64)
Podio
1. Brasile Ayrton Senna
McLaren - Ford
2. Francia Alain Prost
Williams - Renault
3. Regno Unito Damon Hill
Williams - Renault

Il Gran Premio d'Australia 1993 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 7 novembre 1993 sul Circuito di Adelaide. La gara è stata vinta da Ayrton Senna su McLaren; per il brasiliano si è trattato dell'ultima vittoria in carriera. Il Gran Premio è stato anche l'ultimo nella carriera per il neocampione del mondo Alain Prost (199 gare), per l'italiano Riccardo Patrese, detentore del record di presenze in Formula 1 (256), e per l'inglese Derek Warwick (147a corsa).

Qualifiche[modifica | modifica sorgente]

Per la prima volta nella stagione la pole position non viene conquistata da un pilota della Williams; il primo tempo viene ottenuto infatti da Senna, che precede Prost e Hill. Quarto è Schumacher, seguito da Häkkinen, Berger, Alesi, Brundle, Patrese e Suzuki.

Classifica[modifica | modifica sorgente]

Pos No Pilota Costruttore Tempo Distacco
1 8 Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford 1:13.371
2 2 Francia Alain Prost Williams - Renault 1:13.807 +0.436
3 0 Regno Unito Damon Hill Williams - Renault 1:13.826 +0.455
4 5 Germania Michael Schumacher Benetton - Ford 1:14.098 +0.727
5 7 Finlandia Mika Häkkinen McLaren - Ford 1:14.106 +0.735
6 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 1:14.194 +0.823
7 27 Francia Jean Alesi Ferrari 1:15.332 +1.961
8 25 Regno Unito Martin Brundle Ligier - Renault 1:16.022 +2.651
9 6 Italia Riccardo Patrese Benetton - Ford 1:16.077 +2.706
10 10 Giappone Aguri Suzuki Footwork - Mugen-Honda 1:16.079 +2.708
11 29 Austria Karl Wendlinger Sauber - Ilmor 1:16.106 +2.735
12 30 Finlandia Jyrki Järvilehto Sauber - Ilmor 1:16.286 +2.915
13 14 Brasile Rubens Barrichello Jordan - Hart 1:16.459 +3.088
14 26 Regno Unito Mark Blundell Ligier - Renault 1:16.469 +3.098
15 4 Italia Andrea de Cesaris Tyrrell - Yamaha 1:16.892 +3.521
16 24 Italia Pierluigi Martini Minardi - Ford 1:16.905 +3.534
17 9 Regno Unito Derek Warwick Footwork - Mugen-Honda 1:16.919 +3.548
18 3 Giappone Ukyo Katayama Tyrrell - Yamaha 1:17.018 +3.647
19 15 Regno Unito Eddie Irvine Jordan - Hart 1:17.341 +3.970
20 12 Regno Unito Johnny Herbert Lotus - Ford 1:17.450 +4.079
21 20 Francia Erik Comas Larrousse - Lamborghini 1:17.750 +4.379
22 23 Francia Jean-Marc Gounon Minardi - Ford 1:17.754 +4.383
23 11 Portogallo Pedro Lamy Lotus - Ford 1:19.369 +5.998
24 19 Giappone Toshio Suzuki Larrousse - Lamborghini 1:21.793 +8.422

Gara[modifica | modifica sorgente]

La procedura di partenza deve essere ripetuta tre volte, perché nei primi due tentativi le vetture di Katayama e Irvine rimangono ferme sulla griglia. Al via Senna mantiene il comando davanti a Prost, Hill, Schumacher, Berger, Brundle, Häkkinen e Alesi. Häkkinen passa subito nelle fasi iniziali Brundle, che sarà sorpassato anche da Alesi. Berger accusa un problema ai freni e viene passato prima da Häkkinen al 13º giro e poi da Alesi al 19°, tornata in cui il motore Ford lascia a piedi Schumacher. Al 27º giro invece si ritira Häkkinen per un problema ad una ruota. Senna intanto controlla la gara, anche se in difficoltà col motore Ford che tende a spegnersi sotto i 7000 giri, e precede i due rivali della Williams fino alla conclusione. Sul finire della gara Hill va in testacoda nel tentativo di superare Prost, ma finisce ugualmente terzo dietro al francese, dato il grande vantaggio sul quarto; chiudono la zona punti Alesi, Berger (problemi ai freni risolti durante la gara) e Brundle. Vincendo per la quinta volta nella stagione, Senna conquista il secondo posto nel Mondiale ai danni di Hill; è l'ultima gara con la McLaren e l'ultima vittoria per il brasiliano in Formula 1, nel giorno dell'ultimo gran premio in carriera del suo grande rivale Alain Prost, che gli lascia per il 1994 la Williams (sulla quale Senna troverà la morte a Imola); i due si stringono la mano sul podio.

Classifica[modifica | modifica sorgente]

Pos No Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Partenza Punti
1 8 Brasile Ayrton Senna McLaren - Ford 79 1:43:27.476 1 10
2 2 Francia Alain Prost Williams - Renault 79 +9.259 2 6
3 0 Regno Unito Damon Hill Williams - Renault 79 +33.902 3 4
4 27 Francia Jean Alesi Ferrari 78 +1 giro 7 3
5 28 Austria Gerhard Berger Ferrari 78 +1 giro 6 2
6 25 Regno Unito Martin Brundle Ligier - Renault 78 +1 giro 8 1
7 10 Giappone Aguri Suzuki Footwork - Mugen-Honda 78 +1 giro 10
8 6 Italia Riccardo Patrese Benetton - Ford 77 Pressione della benzina 9
9 26 Regno Unito Mark Blundell Ligier - Renault 77 +2 giri 14
10 9 Regno Unito Derek Warwick Footwork - Mugen-Honda 77 +2 giri 17
11 14 Brasile Rubens Barrichello Jordan - Hart 76 +3 giri 13
12 20 Francia Erik Comas Larrousse - Lamborghini 76 +3 giri 21
13 4 Italia Andrea de Cesaris Tyrrell - Yamaha 75 +4 giri 15
14 19 Giappone Toshio Suzuki Larrousse - Lamborghini 74 +5 giri 24
15 29 Austria Karl Wendlinger Sauber - Ilmor 73 Disco del freno/incidente 11
Ritirato 30 Finlandia Jyrki Järvilehto Sauber - Ilmor 56 Acceleratore bloccato/incidente 12
Ritirato 23 Francia Jean-Marc Gounon Minardi - Ford 34 Uscita di pista 22
Ritirato 7 Finlandia Mika Häkkinen McLaren - Ford 28 Freni 5
Ritirato 5 Germania Michael Schumacher Benetton - Ford 19 Motore 4
Ritirato 3 Giappone Ukyo Katayama Tyrrell - Yamaha 11 Incidente 18
Ritirato 15 Regno Unito Eddie Irvine Jordan - Hart 10 Incidente 19
Ritirato 12 Regno Unito Johnny Herbert Lotus - Ford 9 Sospensioni 20
Ritirato 24 Italia Pierluigi Martini Minardi - Ford 5 Cambio 16
Ritirato 11 Portogallo Pedro Lamy Lotus - Ford 0 Incidente 23

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Costruttori[modifica | modifica sorgente]

Pos. Team Punti
1 Regno Unito Williams - Renault 168
2 Regno Unito McLaren - Ford 84
3 Regno Unito Benetton - Ford 72
4 Italia Ferrari 28
5 Francia Ligier - Renault 23
6 Regno Unito Lotus - Ford 12
6 Svizzera Sauber - Ilmor 12
8 Italia Minardi - Ford 7
9 Regno Unito Footwork - Mugen-Honda 4
10 Francia Larrousse - Lamborghini 3
10 Irlanda Jordan - Hart 3

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1993
Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Brazil.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1992
Gran Premio d'Australia
Edizione successiva:
1994
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1