Gran Premio d'Argentina 1972

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Argentina Gran Premio d'Argentina 1972
209º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 1 di 12 del Campionato 1972
Circuito di Buenos Aires
Circuito di Buenos Aires
Data 23 gennaio 1972
Nome ufficiale IX Gran Premio de la Republica Argentina
Circuito Oscar Galvez
Percorso 3.345 km
Distanza 95 giri, 317.775 km
Clima Variabile
Risultati
Pole position Giro più veloce
Argentina Carlos Reutemann Regno Unito Jackie Stewart
Brabham-Ford in 1:12.46 Tyrrell-Ford in 1:13.66
(nel giro 25)
Podio
1. Regno Unito Jackie Stewart
Tyrrell-Ford
2. Nuova Zelanda Denny Hulme
McLaren-Ford
3. Belgio Jacky Ickx
Ferrari

Il Gran Premio d'Argentina 1972, IX Gran Premio de la Republica Argentina di Formula 1 e prima gara del campionato di Formula 1 del 1972, si è disputato il 23 gennaio sul circuito di Buenos Aires ed è stato vinto da Jackie Stewart su Tyrrell-Ford Cosworth.

Partecipanti[modifica | modifica sorgente]

La Tyrrell, campione del mondo in carica, conferma per il secondo anno consecutivo sia il campione del mondo Jackie Stewart che il francese François Cevert.

La BRM, 2ª nel 1971, decide di affrontare il campionato con ben 5 vetture:per questa gara sono confermati l'inglese Peter Gethin, il neozelandese Howden Ganley e l'austriaco Helmut Marko; a questi si aggiungono lo spagnolo Alex Soler-Roig, che aveva già disputato nel 1971 alcune gare con il Team March, e lo svedese Reine Wisell, proveniente dalla Team Lotus. Nelle file del team britannico manca lo svizzero Jo Siffert, morto tragicamente il 24 ottobre dell'anno prima durante la Victory Race, gara conclusiva della stagione non valida per il mondiale disputatasi sul circuito di Brands Hatch.

La Ferrari, 3ª nel 1971, mantiene il belga Jacky Ickx, lo svizzero Clay Regazzoni e l'americano Mario Andretti. Come per l'anno prima, Andretti correrà solo in alcune gare, quelle che non contrasteranno con i suoi impegni oltreoceano.

La March, 4ª nel 1971, schiera lo svedese Ronnie Peterson, al suo secondo anno con il team ufficiale, e l'austriaco Niki Lauda che l'anno prima aveva già corso la gara di casa, proprio con la March. A queste due vetture se ne aggiunge una terza per Henri Pescarolo, al suo secondo anno con il team di Frank Williams.

La Lotus, 5ª nel 1971, conferma l'astro nascente brasiliano Emerson Fittipaldi, al cui fianco mette l'australiano Dave Walker, che l'anno prima aveva già corso una gara per il team di Colin Chapman, al posto dello svedese Reine Wisell, passato alla BRM.

La McLaren, 6ª nel 1971, conferma per il quinto anno consecutivo il neozelandese Denny Hulme; il suo compagno di squadra è l'americano Peter Revson, il quale l'anno prima aveva corso il GP di casa al volante della Tyrrell ed aveva corso alcune gare negli anni sessanta.

La Matra, 7ª nel 1971, schiera una sola vettura per il neozelandese Chris Amon, confermato per il secondo anno consecutivo. Non c'è il francese Jean-Pierre Beltoise, in procinto di passare alla BRM.

La Surtees, 8ª nel 1971, schiera una vettura ufficiale per l'australiano Tim Schenken, in arrivo dalla Brabham e una semiufficiale sponsorizzata dalla Ceramiche Pagnossin per l'italiano Andrea de Adamich. Il titolare John Surtees si è inoltre ritirato dall'attività agonistica in pista preferendo limitarsi al ruolo di team manager.

La Brabham infine, 9ª nel 1971, conferma per il secondo anno l'inglese Graham Hill e gli affianca il debuttante argentino Carlos Reutemann al posto di Schenken.

Classifica[modifica | modifica sorgente]

Pos No Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Pos. Griglia Punti
1 21 Regno Unito Jackie Stewart Tyrrell-Ford 95 1:57:59.1 2 9
2 17 Nuova Zelanda Denny Hulme McLaren-Ford 95 + 25.96 4 6
3 8 Belgio Jacky Ickx Ferrari 95 + 59.39 8 4
4 9 Svizzera Clay Regazzoni Ferrari 95 + 1:06.72 6 3
5 19 Australia Tim Schenken Surtees-Ford 95 + 1:09.11 11 2
6 14 Svezia Ronnie Peterson March-Ford 94 + 1 Giro 10 1
7 2 Argentina Carlos Reutemann Brabham-Ford 93 + 2 Giri 1  
8 23 Francia Henri Pescarolo March-Ford 93 + 2 Giri 15  
9 3 Nuova Zelanda Howden Ganley BRM 93 + 2 Giri 13  
10 7 Austria Helmut Marko BRM 93 + 2 Giri 19  
11 15 Austria Niki Lauda March-Ford 93 + 2 Giri 22  
Rit 11 Brasile Emerson Fittipaldi Lotus-Ford 61 Sospensione 5  
Rit 22 Francia François Cevert Tyrrell-Ford 59 Cambio 17  
Rit 4 Svezia Reine Wisell BRM 59 Perdita d'acqua 7  
Rit 18 Regno Unito Peter Revson McLaren-Ford 49 Motore 3  
Rit 10 Stati Uniti Mario Andretti Ferrari 20 Motore 9  
Rit 20 Italia Andrea de Adamich Surtees-Ford 11 Alimentazione 14  
Rit 1 Regno Unito Graham Hill Brabham-Ford 11 Pompa della benzina 16  
SQ 12 Australia Dave Walker Lotus-Ford 8 Squalificato[1] 20  
Rit 5 Regno Unito Peter Gethin BRM 1 Perdita d'olio 18  
Rit 6 Spagna Alex Soler-Roig BRM 1 Incidente 21  
NP 16 Nuova Zelanda Chris Amon Matra 0 Non partito[2] 12  

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Costruttori[modifica | modifica sorgente]

Pos. Team Punti
1 Regno Unito Tyrrell-Ford 9
2 Regno Unito McLaren-Ford 6
3 Italia Ferrari 4
4 Regno Unito Surtees-Ford 2
5 Regno Unito March-Ford 1

Note[modifica | modifica sorgente]

Salvo indicazioni diverse le classifiche sono tratte da Sito di The Official Formula 1.

  1. ^ Dave Walker viene squalificato per assistenza esterna.
  2. ^ Chris Amon non parte per un guasto al cambio durante il warm-up.
Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1972
Flag of Argentina.svg Flag of South Africa 1928-1994.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Flag of Monaco.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg
Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
1960
Gran Premio d'Argentina
Edizione successiva:
1973
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1