Gramvousa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gramvousa o Grampousa (in greco Γραμβούσα or Γραμπούσα, anche chiamate Akra, Cavo Buso, Cavo Bouza, Garabusa e Grabusa) sono due piccole isole, entrambe disabitate, poco lontano dalla costa nord occidentale dell'isola di Creta nell'unità periferica de La Canea, nel comune di Kissamos.

Secondo alcuni storici le due isole di Gramvousa sono le omeriche "Korikies" e di conseguenza, se questo fosse vero, Imeri Gramvousa sarebbe l'isola di Eolos citata nell'Odissea

Sulla penisola e sulle due isole sono state individuate oltre 100 specie di uccelli e circa 400 specie vegetali. Nelle grotte costiere partorisce la foca mediterranea.

Imeri Gramvousa e Agria Gramvousa[modifica | modifica wikitesto]

Gramvousa-Balos

Imeri Gramvousa (in greco Ήμερη Γραμβούσα), ospita i resti di un forte della Repubblica di Venezia, costruito, a 137 metri di altezza a picco sul mare, tra il 1579 e il 1584 e i resti di edifici costruiti dai ribelli cretesi, che sono stati costretti a vivere come i pirati, durante la Guerra d'indipendenza greca. Oggi, Imeri Gramvousa è una famosa attrazione turistica e un'importante oasi naturale.

Agria Gramvousa (in greco Άγρια Γραμβούσα) e completamente inospitale e si trova a nord di Imeri Gramvousa.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Grecia Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grecia