Gramoz Ruçi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gramoz Ruçi (Salari, 6 dicembre 1951) è un politico albanese deputato del Partito Socialista d'Albania.

Primi anni di vita[modifica | modifica sorgente]

Gramoz Ruçi è nato nel 1951 a Salari, un villaggio nel distretto di Tepelene, nel sud dell'Albania. Si è laureato in chimica, e ha iniziato a lavorare come insegnante in Progonat. Lì conobbe la sua futura moglie, che era della famiglia Goxharaj. Si sposarono nel 1976. Dal 1985, Ruçi ha iniziato la sua carriera politica nelle file del regime comunista. È in particolare nel 1990 quando il sistema dittatoriale sta crollando, che emerge con un'euforia particolare per fermare le eventuali modifiche alla politica stalinista.[1]

Carriera politica[modifica | modifica sorgente]

È stato nominato Primo Segretario del Partito Comunista del distretto di Tepelena nel 1988, e nel 1990 fu nominato ministro degli Interni, tuttavia, ha mantenuto tale posizione solo per 2 mesi e mezzo. Dal 1992 al 1996 è stato Segretario Generale della Partito Socialista (ex partito comunista). Dal 1997 è membro del parlamento per la Partito Socialista. Nel 2000, è stato scelto come capo del gruppo parlamentare, fino al 2005. Dal 2009 è capo del gruppo parlamentare diventando uno dei pochi comunisti del vecchio regime per coprire ruoli istituzionali nelle file del Partito Socialista (ex Partito Comunista).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Elisabeta Dosku, Gramoz Ruçi Truri i protestes maratone te PS in Tirana Observer, 23 novembre 2009. URL consultato il 24 agosto 2010.