Goya curato dal dottor Arrieta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Goya curato dal dottor Arrieta è un quadro di Francisco Goya, realizzato nel 1820 a seguito della grave malattia (forse tifo) sofferta a partire dal novembre dell'anno precedente.

Il pittore si autoritrae malato e agonizzante, sostenuto da dietro dal dottor Arrieta che gli dà da bere una medicina.

Analisi[modifica | modifica wikitesto]

Goya si raffigura con la bocca leggermente aperta, lo sguardo spento e le mani che afferrano un lenzuolo bianco, mostrando contemporaneamente quanto fosse debilitato e angosciato.

Evidente è il contrasto tra le carnagioni di medico e infermo: dall'aspetto sano nel primo, mentre pallido nel secondo caso. Sullo sfondo scuro (che richiama la serie di affreschi dello stesso autore denominata come Pitture nere) si possono notare tre volti di donna che identificano, secondo la teoria più accreditata dalla critica, le Parche (o Moire nella mitologia greca).