Governo Rõivas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Estonia

Questa voce è parte della serie:
Politica dell'Estonia








Altri stati · Atlante


Il Governo Rõivas è il governo dell'Estonia presieduto dal liberale Taavi Rõivas. Esso è in carica dal 26 marzo 2014 a seguito delle dimissioni del primo ministro Andrus Ansip, durante la dodicesima legislatura del Parlamento estone o Riigikogu[1].

Si tratta del 47° governo della Repubblica dell'Estonia, dalla sua dichiarazione di indipendenza, avvenuta nel 1918.

La sede del Governo dell'Estonia è Casa Stenbock, palazzo sulla collina di Toompea.

Coalizione[modifica | modifica wikitesto]

Il governo è formato da un partito di centro-destra (il Partito Riformista Estone) e un partito di centro-sinistra (il Partito Socialdemocratico), che uniti dispongono della maggioranza di 56 deputati su 101 al Riigikogu.

Ministri[modifica | modifica wikitesto]

La composizione ministeriale è formata da cinque donne e nove uomini, come segue[2]:

Funzioni Titolare Partito
Primo Ministro - Peaminister Taavi Rõivas ERE
Ministro dell' Educazione e della Ricerca Jevgeni Ossinovski PSD
Ministro della Giustizia Andres Anvelt PSD
Ministro della Difesa Sven Mikser PSD
Ministro dell'Ambiente Keit Pentus-Rosimannus ERE
Ministro della Cultura Urve Tiidus ERE
Ministro degli Affari Economici e delle Infrastrutture Urve Palo PSD
Ministro dell'Agricoltura Ivari Padar PSD
Ministro delle Finanze Jürgen Ligi ERE
Ministro dell'Interno Hanno Pevkur ERE
Ministro degli Affari Sociali Helmen Kütt PSD
Ministro degli Esteri Urmas Paet ERE
Ministro del Commercio estero e dell'Imprenditoria Anne Sulling ERE
Ministro della Salute e del Lavoro Urmas Kruuse ERE

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Right-Left Government Takes Office
  2. ^ (EN) Reform Party Names Minister Candidates, Rõivas's Team Now Complete

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]