Gospel Oak to Barking Line

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: London Overground.

Stazione di Gospel Oak.

La Gospel Oak to Barking Line è una linea ferroviaria di Londra che connette Gospel Oak nel nord di Londra a Barking nell'est ed è parte del London Overground. Essa è anche nota come Goblin (per Gospel Oak e Barking LINe), anche se questo è un nomignolo e non il nome ufficiale. A differenza della maggior parte delle ferrovie a Londra, essa non attraversa la Zona 1. Tradizionalmente essa ha avuto un ruolo minore nel sistema di trasporto londinese anche se ha ricevuto sensibili stanziamenti per incrementarne la capacità di trasporto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Linea originaria[modifica | modifica wikitesto]

Segnaletica alla stazione di Leytonstone High Road.

La linea esiste, nella struttura attuale, dal 1981; in effetti però, la maggior parte del tracciato è stata recuperata da strade ferrate costruite nel XIX secolo. La parte principale della linea fra South Tottenham e Woodgrange Park, venne costruita dalla Tottenham and Forest Gate Railway, una aggregazione fra Midland Railway e London, Tilbury and Southend Railway. Essa venne aperta il 9 luglio 1894, collegando le Midland and Great Eastern joint line a South Tottenham, e Forest Gate and Barking line a Woodgrange Park. La sezione ovest di South Tottenham venne originariamente costruita da Tottenham and Hampstead Junction Railway, e venne aperta nel 1868 ma non ebbe un buon successo commerciale come ferrovia a se stante.

Rotte precedenti[modifica | modifica wikitesto]

Anche se il collegamento fra Upper Holloway e Woodgrange Park è stato costante nel tempo, diverse stazioni si sono alternate a capolinea sia nell'est che nell'ovest. Kentish Town, St Pancras, Gospel Oak e Moorgate (via St Pancras) sono state tutte capolinea ovest. East Ham fu un capolinea alternativo per diverso tempo. Alcuni treni venivano estesi al di là di Barking verso destinazioni come Southend e Tilbury.

Un collegamento con Gospel Oak venne aggiunto nel 1888 anche se la rotta via Kentish Town rimase la principale e la diramazione per Gospel Oak venne abbandonata nel 1926. Il collegamento ad East Ham venne abbandonato nel 1958.

La sezione Tottenham and Hampstead Junction Railway della linea ebbe un numero addizionale di stazioni che vennero poi chiuse in quanto troppo vicine fra loro. Fra queste Highgate Road (chiusa nel 1918), Junction Road (chiusa nel 1943), Hornsey Road (chiusa nel 1943) e St Ann's Road (chiusa nel 1942)[1].

Nel 1963 venne considerata la possibile chiusura della linea inglobandola nel Beeching Axe[2]. Il progetto non andò a buon fine e la linea rimase in esercizio ma cadde in cattive condizioni a causa della mancata manutenzione. Dal 1980 le frequenze vennero portate ad uno per ora fra Kentish Town e Barking. Le pensiline andarono demolite, le biglietterie chiuse e le stazioni non vennero più presidiate.

La rotta attuale[modifica | modifica wikitesto]

La situazione venne migliorata quando nel 1981 quando la linea venne elettrificata da St Pancras (più tardi divenne parte del Thameslink) a Kentish Town. Venne realizzata una nuova diramazione per Gospel Oak e la linea con frequenza oraria da Kentish Town venne sostituita con l'attuale rotta da Gospel Oak e Barking con una frequenza di due treni per ora. Il servizio rimase molto scadente per la vetustà dei treni, sostituiti poi negli anni '90.

London Overground[modifica | modifica wikitesto]

Negli ultimi anni, l'utilizzo dei treni è cresciuto in maniera significativa e molte delle linee che attraversano la central London viaggiano al massimo della loro capacità. Questo ha portato la Gospel Oak & Barking Line ad assumere un'importanza strategica di ferrovia che bypassa il centro di Londra consentendo ai passeggeri un percorso più rapido e diretto fra l'est e l'ovest.

La legge Railways Act 2005 ha messo il controllo della linea sotto la gestione del Transport for London (TfL). Nel 2005, la TfL ha aggiunto alcune corse supplementari nelle ore di punta e nei servizi in tarda serata per alleviare il sovraffollamento dei treni.

La TfL prese il pieno controllo nel novembre 2007 introducendo ulteriori frequenze, personale alle stazioni, macchine biglietteria e per la vendita di Oyster Card in tutte le stazioni. La linea figura ora nella mappa della Metropolitana.

Operativo attuale[modifica | modifica wikitesto]

Treno prossimo ad arrivare alla stazione di Leytonstone High Road.

Il servizio passeggeri è operato dal London Overground ed ha una frequenza bioraria in entrambe le direzioni durante le ore normali. Nelle ore di punta viene inserito un terzo treno ogni ora con una frequenza di 20 minuti fra un treno e l'altro.

Il trasporto merci viene operato da EWS e Freightliner. La linea gestisce un notevole traffico merci e fa parte di un anello che avvolge Londra interconnesso a molte linee radiali fra le quali la North London Line a Gospel Oak.

Due altri operatori passeggeri utilizzano la linea con servizi poco frequenti o per deviazioni provvisorie di tracciato. La C2c effettua poche corse al giorno per collegare Barking a Stratford, passando per Woodgrange Park. La National Express East Anglia svolge un servizio settimanale Liverpool Street station a Seven Sisters via Stratford e South Tottenham.

La linea fa parte della rete del National Rail e la linea ferrata è di proprietà della Network Rail.

Biglietti[modifica | modifica wikitesto]

Ad eccezione delle stazioni di interscambio, le stazioni non hanno biglietterie presenziate da personale. Macchine venditrici di biglietti e Oyster pay-as-you-go sono state introdotte nel novembre 2007. Validatori di Oyster card (per sfioramento all'ingresso ed all'uscita delle stazioni) sono installati in tutte le stazioni. Le macchine per la vendita di biglietti possono essere usate per aggiungere credito sulle Oyster card.

A causa della mancanza di barriere di controllo e della difficoltà di controllo dei biglietti sui treni affollati, la linea ha la nomea di essere quella su cui avviene la maggior evasione del pedaggio. Sul Silverlink la maggior parte delle stazioni erano sprovviste di vendita di biglietti. In teoria i biglietti potrebbero essere acquistati dal conduttore ma questo non è certamente possibile sui treni. A seguito dell'introduzione dei nuovi sistemi di biglietteria, i viaggiatori senza biglietto sono scesi dal 40%, ai tempi del Silverlink, al 2% del marzo 2008[3].

Treni[modifica | modifica wikitesto]

Rappresentazione grafica di un treno della Gospel Oak to Barking.

Tutti i treni hanno trazione Diesel poiché la linea non è ancora interamente elettrificata. La linea è elettrificata soprattutto a South Tottenham per consentire il collegamento da Seven Sisters a Stratford e poi da Barking a all'incrocio con la Great Eastern Main Line. Questi brevi tratti vengono usati soltanto occasionalmente da treni elettrici.

La recente crescita del numero dei passeggeri ha portato ad un sovraffollamento nelle ore di punta. D'altra parte non è possibile aumentare la frequenza delle corse senza ridurre il numero dei treni merci. L'aumento della capacità della linea è previsto per il 2009. D'altra parte aumentare il numero delle carrozze sarebbe problematico visto che bisognerebbe apportate degli allungamenti alle piattaforme delle stazioni. Per creare qualche posto in più sono stati eliminati alcuni posti a sedere.

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

La linea possiede alcune stazioni di interscambio con la North London Line a Gospel Oak, la Victoria Line a Blackhorse Road e con la Hammersmith & City Line, District Line e London, Tilbury & Southend Railway (c2c) a Barking. Diversi interscambi con stazioni vicine ma non collegate sono riportati nell'orario ufficiale del National Rail:[4]

Vi sono altri interscambi con brevi percorsi a piedi fra Upper Holloway e Archway sulla Northern Line; Harringay Green Lanes e Manor House sulla Piccadilly Line e Leytonstone High Road e Leytonstone sulla Central Line (via Harrington Road).

Mappa[modifica | modifica wikitesto]

Mappa della linea Gospel Oak to Barking

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]