Gorki Leninskie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Gorki Leninskie
insediamento di tipo urbano
Го́рки Ле́нинские
Gorki Leninskie – Bandiera
Localizzazione
Stato Russia Russia
Distretto federale Centrale
Soggetto federale Flag of Moscow oblast.svg Mosca
Rajon Leninskij
Territorio
Coordinate 55°30′12″N 37°46′30″E / 55.503333°N 37.775°E55.503333; 37.775 (Gorki Leninskie)Coordinate: 55°30′12″N 37°46′30″E / 55.503333°N 37.775°E55.503333; 37.775 (Gorki Leninskie)
Abitanti 3 597 (censimento 2010, dati provvisori)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+4
Cartografia
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Gorki Leninskie

Gorki Leninskie è una cittadina della Russia europea centrale, situata nella oblast' di Mosca; appartiene amministrativamente al rajon Leninskij.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Sorge nella parte centro-meridionale della oblast', pochi chilometri a sudest dei confini della città di Mosca, lungo l'anello viario automobilistico di Mosca.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Casa-museo di Lenin a Gorki Leninskie.

La zona di Gorki apparteneva a vari nobili di Mosca sin dal XVIII secolo, finì successivamente nelle mani del generale Anatolij Reinbot, governatore di Mosca nel 1905 durante la prima rivoluzione russa. Dopo la sua morte la proprietà divenne della sua vedova Zinaida Morozova, la quale ingaggiò l'architetto più in auge della Russia, Fëdor Schechtel, per rimodellare la propria magione nell'allora popolare stile neoclassico; il progetto fu completato con la costruzione di un porticato di sei colonne ioniche.

Dopo l'insediamento del governo sovietico a Mosca nel 1918, la proprietà fu statalizzata e convertita in un dacia per Lenin. Nel settembre 1918, il leader sovietico vi si ritirò per riprendersi dopo un attentato. Vi passò molto tempo anche in seguito, quando le condizioni della sua salute iniziarono a peggiorare. Il 15 maggio 1923 Lenin, sotto consiglio medico, abbandonò il Cremlino per Gorki. Lì visse in semi-pensionamento fino alla sua morte: il 21 gennaio 1924.

Dopo il decesso di Lenin, nel 1924, Gorki fu rinominata Gorki Leninskie. La casa è ora un museo in cui è possibile visionare molti degli effetti personali di Lenin. Vi si trova anche un museo costruito nel 1987 sulla vita di Lenin a Gorki, dove è possibile visionare il suo ultimo testamento trascritto dalla moglie Nadežda Konstantinovna Krupskaja, il suo appartamento ed ufficio del Cremlino, ricostruito in un edificio separato. Un monumento che rappresenta "La morte del leader" è stato esposto nel parco del XVIII secolo nel 1958.

Note[modifica | modifica sorgente]


Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Russia Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Russia