Google Apps

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Google Apps for Work
Logo
Google-Apps-For-Work.png
Sviluppatore Google
Sistema operativo
Genere
Sito web https://www.google.com/intx/it/work/apps/business/

Google Apps for Work (precedentemente Google Apps for Business) è una suite di software e strumenti di produttività per il cloud computing e per la collaborazione, offerta in abbonamento da Google.

Include le diffuse applicazioni Web di Google tra cui Gmail, Google Drive, Google Hangouts, Google Calendar e Google Documenti.[1] Nonostante questi prodotti siano disponibili gratuitamente agli utenti privati, Google Apps for Work offre vantaggi specifici per le aziende quali indirizzi email personalizzati in base al dominio (@tuaazienda.it), 30 GB di spazio minimo di memorizzazione per documenti ed email ad utente, nonché assistenza telefonica e tramite email 24/7.[2] In quanto soluzione di cloud computing, offre un approccio diverso rispetto ai software di produttività personale per l'ufficio in commercio, offrendo l'hosting delle informazioni dei clienti nella rete di data center sicuri di Google,[3] piuttosto che su server tradizionali gestiti internamente e fisicamente nelle sedi aziendali.[4]

Secondo Google, più di 5 milioni di organizzazioni nel mondo utilizzano Google Apps, tra cui il 60 per cento delle aziende della classifica Fortune 500.[5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 10 febbraio 2006 Google ha avviato un test per Gmail for Your Domain al San Jose City College, offrendo l'hosting degli account Gmail con indirizzi con dominio SJCC e strumenti di amministrazione per la gestione degli account.[6]
  • Il 28 agosto 2006 Google ha lanciato Google Apps for Your Domain, un insieme di applicazioni per le organizzazioni. Disponibile gratuitamente come prodotto beta, includeva Gmail, Google Talk, Google Calendar e Google Page Creator successivamente sostituito da Google Sites. Dave Girouard, allora vicepresidente e direttore generale per le imprese di Google, ne ha definito i vantaggi per i clienti aziendali: "Le organizzazioni possono affidarsi alla competenza di Google per offrire email, soluzioni di messaggistica e altri servizi basati su Web, mentre si occupano delle esigenze degli utenti e delle attività aziendali quotidiane".[7]
  • Il 10 ottobre 2006 è stata presentata un'edizione per le scuole, conosciuta come Google Apps for Education.[8]
  • Il 22 febbraio 2007 Google ha presentato Google Apps Premier Edition che, a differenza della versione gratuita, offriva più spazio di memorizzazione (10 GB per account), API per l'integrazione aziendale e un Service Level Agreement con il 99,9% di uptime. Il costo era di 50 dollari per account utente all'anno. Secondo Google, tra i primi utilizzatori di Google Apps Premier Edition apparivano Procter & Gamble, San Francisco Bay Pediatrics e Salesforce.com.[9]
  • Il 25 giugno 2007 Google ha aggiunto diverse caratteristiche a Google Apps, tra cui la migrazione di mail, che consente ai clienti di trasferire i dati delle email esistenti da un server IMAP.[10] In un articolo di ZDNet veniva notato che Google Apps offriva uno strumento alternativo ai diffusi Microsoft Exchange Server e Lotus Notes, posizionando Google tra le alternative a Microsoft e IBM.[11]
  • Il 3 ottobre 2007, un mese dopo l'acquisizione di Postini, Google ha annunciato di aver aggiunto le opzioni di sicurezza email e di conformità della startup in Google Apps Premier Edition. I clienti avevano la possibilità di configurare meglio i filtri per spam e virus, implementare criteri di conservazione, ripristinare messaggi eliminati e fornire agli amministratori accesso a tutte le email.[12]
  • Il 26 febbraio 2008 Google ha presentato Google Sites, un nuovo e semplice strumento di Google Apps per la creazione di intranet e di siti Web per i team.[13]
  • Il 9 giugno 2010 Google ha lanciato Google Apps Sync per Microsoft Outlook, un plug-in che consente ai clienti di sincronizzare i dati di email, calendario e contatti tra Outlook e Google Apps.[14]
  • Il 7 luglio 2010 Google ha annunciato che i servizi inclusi in Google Apps - Gmail, Google Calendar, Google Documenti e Google Talk - non erano più in versione beta.[15]
  • Il 9 marzo 2010 Google ha aperto Google Apps Marketplace, un negozio online per applicazioni aziendali di terze parti che si integrano con Google Apps, per semplificare agli utenti e al software le attività commerciali nel cloud. Tra i fornitori coinvolti appaiono Intuit, Appirio e Atlassian.[16]
  • Il 26 luglio 2010 Google ha presentato negli Stati Uniti Google Apps for Government, un'edizione di Google Apps progettata per rispondere agli esclusivi criteri ed esigenze di sicurezza del settore pubblico. Inoltre è stato annunciato che Google Apps era diventata la prima suite di applicazioni cloud a ricevere certificazione e accreditamento del Federal Information Security Management Act (FISMA).[17]
  • Il 26 aprile 2011, quasi cinque anni dopo il lancio di Google Apps, Google ha annunciato che le organizzazioni con più di 10 utenti non avevano più diritto a usufruire della versione gratuita di Google Apps, ma avrebbero dovuto registrarsi per la versione a pagamento, ora conosciuta come Google Apps for Business. È stato presentato anche un piano di fatturazione flessibile, che consentiva ai clienti la possibilità di pagare 5 dollari per utente al mese senza impegni contrattuali.[18]
  • Il 28 marzo 2012 Google ha lanciato Google Apps Vault, un servizio opzionale di eDiscovery e di archiviazione per i clienti di Google Apps for Business.[19]
  • Il 24 aprile 2012 Google ha presentato Google Drive, una piattaforma per la memorizzazione e la condivisione di file. A ogni utente di Google Apps for Business erano stati assegnati 5 GB di memorizzazione su Drive, con la possibilità di acquistare ulteriore spazio di memorizzazione.[20] Molti osservatori notarono l’entrata di Google nel mercato della memorizzazione cloud, diventando un concorrente di entità come Dropbox e Box.[21]
  • Il 6 dicembre 2012 Google ha annunciato che la versione gratuita di Google Apps non sarebbe più stata disponibile per i nuovi clienti.[22]
  • Il 13 maggio 2013 Google ha aumentato la quota di memorizzazione di Drive per i clienti di Google Apps. Google ha combinato i 25 GB su Gmail e i 5 GB su Drive, aumentando il totale per utente a 30 GB da poter utilizzare tra tutti i prodotti di Apps, inclusi Gmail e Google Drive.[23]
  • Il 10 marzo 2014 Google ha lanciato in alcuni Paesi il Google Apps Referral Program, che offre ai partecipanti un buono di presentazione da 15 dollari per ciascun nuovo utente di Google Apps presentato.[24]
  • Il 25 giugno 2014 Google ha presentato Drive for Work, una nuova proposta di Google Apps che offre memorizzazione di file illimitata, reportistica di controllo avanzata e nuovi controlli di sicurezza al costo di 10 dollari per utente al mese.[25]
  • Il 2 settembre 2014 Google Enterprise, la divisione di prodotti aziendali della società, è stata ufficialmente rinominata Google for Work. "Non abbiamo mai voluto creare un'attività di 'impresa' tradizionale, volevamo creare un nuovo modo di lavorare", ha spiegato Eric Schmidt, presidente esecutivo di Google. "È giunto il momento che il nostro nome diventi grande quanto la nostra ambizione". Per riflettere questo più ampio cambiamento, Google Apps for Business è stata rinominata Google Apps for Work.[26]
  • Il 14 novembre 2014 nell'edizione gratuita di Google Apps non sono supportati i domini secondari. L'edizione gratuita di Google Apps supporta solamente alias di dominio.[27]

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

La gamma di prodotti e servizi di Google Apps for Work comprende Gmail, Google Calendar, Google Drive, Hangouts, Google Documenti, Fogli, Presentazioni, Moduli, Sites, Google+ e Vault. Tranne Google Apps Vault,[28] l'intera gamma è inclusa nel piano di base, al costo di 4 euro per utente al mese o 40 euro per utente all'anno. Drive for Work è un pacchetto premium, include Google Apps Vault, spazio di memorizzazione illimitato ed è disponibile al costo di 8 euro per utente al mese.[29]

Gmail[modifica | modifica wikitesto]

Gmail è stato presentato con un lancio limitato il 1º aprile 2004 ed è attualmente il servizio di email Web più conosciuto al mondo.[30] Il servizio è stato aperto a tutti gli utenti consumer nel 2007. A partire da giugno 2012, 425 milioni di persone utilizzano Gmail, secondo Google.[31]

La versione consumer gratuita di Gmail è supportata da annunci di testo relativi al contenuto dei messaggi email degli utenti.[32] Tra le funzionalità più apprezzate si trovano 15 GB di memorizzazione gratuita, gestione per conversazioni, efficaci funzioni di ricerca e un'interfaccia in stile applicazione.[33]

Sebbene simile alla versione gratuita, Gmail in Google Apps for Work offre funzionalità aggiuntive progettate per gli utenti aziendali.[34]

Alcune delle funzionalità includono:

  • Email personalizzata con il nome del dominio del cliente (@tuaazienda.it)
  • 99,9% di uptime garantito senza alcun tempo di inattività pianificato per la manutenzione[35]
  • Spazio di memorizzazione di 30 GB o illimitato condiviso con Google Drive, in base al piano
  • Nessuna pubblicità
  • Assistenza clienti 24/7
  • Google Apps Sync per Microsoft Outlook[34]

Drive[modifica | modifica wikitesto]

Il servizio di memorizzazione e sincronizzazione file di Google è stato introdotto sul mercato il 24 aprile 2012,[36] almeno sei anni dalla diffusione delle prime voci sul prodotto.[37] L'annuncio ufficiale di Google descriveva Google Drive come "un posto dove poter creare, condividere, collaborare e conservare tutto il contenuto".[36]

Con Google Drive, gli utenti possono caricare qualsiasi tipo di file sul cloud, condividerli con altri utenti e accedervi da qualsiasi computer, tablet o smartphone. Gli utenti possono sincronizzare facilmente file tra computer e il cloud con un'applicazione desktop per Mac e PC. L'applicazione crea una cartella speciale sul computer e consente di sincronizzare tutte le modifiche apportate ai file su Drive, sul Web e sui dispositivi. La versione consumer di Google Drive include 15 GB di memorizzazione condivisi tra Gmail, Drive e Google+ Foto.[38]

Se offerto come parte di Google Apps for Work, Google Drive viene fornito con funzionalità aggiuntive progettate per l'utilizzo aziendale. Le funzionalità includono:

  • Spazio di memorizzazione di 30 GB o illimitato condiviso con Gmail, in base al piano
  • Assistenza clienti 24/7
  • Condivisione dei controlli che mantengono i file privati fino a quando i clienti decidono di condividerli
  • Controllo e reportistica avanzati[39]

Google Documenti, Fogli, Presentazioni e Moduli[modifica | modifica wikitesto]

Google Apps include editor online per la creazione di documenti di testo o formati documentali, fogli elettronici, presentazioni e sondaggi.[40] Il gruppo di strumenti è stato introdotto sul mercato inizialmente l'11 ottobre 2006, come Google Docs & Spreadsheets.[41]

È possibile utilizzare Google Documenti, Fogli, Presentazioni e Moduli in qualsiasi web browser o su qualsiasi dispositivo portatile abilitato per il Web. È possibile condividere, commentare e revisionare in collaborazione in tempo reale documenti, fogli elettronici, presentazioni e sondaggi. Le funzionalità aggiuntive includono cronologia delle revisioni illimitata che consente di conservare al sicuro tutte le modifiche in una postazione con accesso offline che consente agli utenti di lavorare sui documenti senza connessione a Internet.[42]

Il 25 giugno 2014, Google ha introdotto la modifica nativa per file di Microsoft Office in Google Documenti, Fogli e Presentazioni.[43] Similmente alle osservazioni di altri articoli, un giornalista di Mashable ha scritto, "Google sta chiaramente presentando le sue applicazioni come una soluzione più economica per le società con la necessità di modificare occasionalmente i file di Office".[44]

Google Sites[modifica | modifica wikitesto]

Introdotto il 28 febbraio 2008, Google Sites consente agli utenti di creare e modificare pagine Web anche in caso di scarsa familiarità con il codice HTML o il web design.[45] Gli utenti possono realizzare siti partendo da zero o utilizzare dei modelli, caricare contenuto come foto e video[45] e controllare le autorizzazioni di accesso, selezionando chi può visualizzare e modificare ciascuna pagina.[46]

Google Sites è stato lanciato come parte della suite a pagamento Google Apps, ma presto è stato reso disponibile anche agli utenti consumer. I clienti aziendali utilizzano Google Sites per realizzare siti per i progetti, intranet aziendali e siti per il pubblico.[47]

Google Calendar[modifica | modifica wikitesto]

Progettato per essere integrato a Gmail, si tratta di un servizio di calendario online di Google lanciato per gli utenti consumer il 13 aprile 2006. Utilizza lo standard iCal per interagire con altre applicazioni di calendario.[48]

Il calendario online di Google è un calendario online integrato e condivisibile, progettato per i team.[49] Le aziende possono creare calendari specifici per i team e condividerli con tutto il resto della società.[50] È possibile delegare calendari a un'altro utente affidandogli la gestione di calendari o eventi specifici.[51] Gli utenti possono inoltre utilizzare Google Calendar per verificare la disponibilità di sale riunioni o risorse condivise e aggiungerle agli eventi.

Tra le utili funzionalità di Google Calendar sono incluse:

  • Condivisione di calendari con membri del team e altri utenti per verificarne la disponibilità
  • Sovrapposizione dei calendari dei membri del team in un'unica visualizzazione per identificare il momento in cui tutti i membri sono disponibili
  • Utilizzo dell'applicazione per dispositivi portatili o sincronizzazione con il calendario integrato sui dispositivi portatili
  • Pubblicazione di calendari sul Web e integrazione in Google Sites
  • Semplice migrazione da Exchange, Outlook e iCal o da file .ICS e .CSV
  • Prenotazione di sale e risorse condivise[50]

Google Hangouts[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 maggio 2013 Google ha annunciato che un nuovo strumento di testo, voce e chat video avrebbe sostituito i servizi di Google Talk, Google Voice e Google+ Hangouts.[52] Conosciuto come Google Hangouts, consente fino a 10 utenti nella versione consumer e fino a 15 utenti nella versione professionale di unirsi a conversazioni tramite computer o dispositivi portatili.[53] I partecipanti possono condividere le proprie schermate e visualizzare o collaborare sul contenuto.[54] Il servizio Hangouts On Air consente agli utenti di eseguire lo streaming e la registrazione automatica di trasmissioni in diretta su Google+, YouTube e i propri siti Web.[55]

La versione di Hangouts inclusa con Google Apps for Work[56] supporta fino a 15 partecipanti e consente agli amministratori di scegliere se limitare l'utilizzo di Hangouts ai soli utenti dello stesso dominio, limitando l'accesso di partecipanti esterni.[57]

L'applicazione Hangouts conserva i messaggi memorizzati online nel cloud di Google e offre un'opzione per disattivare la cronologia se l'utente desidera rendere privati i propri messaggi.[58] Inoltre, l'integrazione di Google+ consente agli utenti di salvare le proprie foto con altri utenti in un album privato e condiviso su Google+.[58]

Il 30 luglio 2014 Google ha annunciato che tutti i clienti di Google Apps avranno accesso a Hangouts, inclusi quelli non dotati di un profilo di Google+.[59] Google ha inoltre collaborato per l'integrazione con altri fornitori di chat video come Blue Jeans Network e Intercall.[60] Google ha inoltre annunciato che Hangouts rientra negli stessi Termini di servizio di altri prodotti di Google Apps for Work come Gmail e Drive. Ai clienti di Apps for Work inoltre vengono offerti assistenza telefonica 24/7 per Hangouts, 99,9% di uptime garantito e certificazioni ISO 27001 e SOC 2.[61]

Il 19 dicembre 2014 Google ha annunciato tramite un post su Google+ che era stata ripristinata una delle funzionalità più richieste di Hangouts in Gmail, la possibilità per gli amministratori dell'applicazione di decidere se mantenere i messaggi di stato visibili solo internamente.[62]

Google+[modifica | modifica wikitesto]

Google+ è il servizio di social network di Google ed è stato lanciato il 28 giugno 2011, in fase sperimentale e solo su invito.[63] Gli osservatori lo hanno definito il più recente tentativo di sfida di Google rivolta al gigante dei social network Facebook.[64] Nonostante Google+ abbia da allora superato Twitter diventando il secondo social network più utilizzato dopo Facebook,[65] è stato criticato per aver deluso gli utenti e non essere riuscito a generare traffico di rinvio.[66]

Il 27 ottobre 2011 Google ha annunciato che Google+ era disponibile per gli utenti che utilizzavano Google Apps all'università, per lavoro e per uso domestico.[67]

Il 29 agosto 2012 Google ha annunciato che, in seguito ai commenti dei clienti aziendali che avevano partecipato a un programma pilota, le funzionalità di Google+ erano state adattate alle organizzazioni. Tali funzionalità includevano la condivisione privata tra organizzazioni e i controlli amministrativi che consentivano di limitare la visibilità di profili e post.[68]

Il 5 novembre 2013 Google ha aggiunto un ulteriore livello di sicurezza per le comunità con restrizioni a cui potevano unirsi solo gli utenti appartenenti a una determinata organizzazione. Gli amministratori possono impostare in maniera predefinita le comunità con restrizioni e scegliere quali utenti al di fuori dell'organizzazione possono unirsi.[69]

Google+, in quanto rete aziendale, ha ricevuto recensioni miste che spaziavano dalle funzionalità che consentono alle piccole aziende di essere notate online[70], alla confusione degli utenti riguardo il marchio[71], fino a essere considerato un protagonista importante nella strategia di social marketing per aziende.[72] Molti articoli online sottolineano che la presenza di Google+ consente di promuovere le aziende grazie ai posizionamenti dei risultati di ricerca di Google, siccome i post e le condivisioni di Google+ sono indicizzati immediatamente da Google.[73]

Google Apps Vault[modifica | modifica wikitesto]

Google Apps Vault è un servizio di eDiscovery e archiviazione disponibile esclusivamente ai clienti di Google Apps ed è stato annunciato il 28 marzo 2012.[74] Vault consente ai clienti di trovare e conservare messaggi email che possono essere utili per degli eventuali contenziosi. Inoltre aiuta i clienti a gestire i dati aziendali per motivi di continuità, conformità e aderenza alle normative.[75] A partire dal 25 giugno 2014, i clienti di Vault possono inoltre ricercare, visualizzare l'anteprima ed esportare file di Google Drive.[76]

Google Apps Vault è incluso con Drive for Work e offre spazio di memorizzazione illimitato, disponibile al costo di 10 dollari per utente al mese.[77]

Prezzi[modifica | modifica wikitesto]

Quando i clienti potenziali si registrano a Google Apps for Work, ottengono una prova gratuita di 30 giorni per un numero massimo di 10 utenti.[78] Al termine della prova, è possibile scegliere tra un piano annuale al costo di 40 euro per utente all'anno o un piano flessibile al costo di 4 euro per utente al mese o 48 euro all'anno. La fatturazione di entrambi i piani può avvenire su base mensile o annuale.[29]

I clienti possono aggiungere spazio di memorizzazione illimitato e Google Apps Vault per un costo mensile totale di 8 euro per utente. Per le organizzazioni con meno di cinque utenti, tale opzione limita lo spazio di memorizzazione a 1 TB per utente.[29]

Sicurezza[modifica | modifica wikitesto]

Google garantisce di non trattenere i dati dei clienti. I dati sono memorizzati nei data center di Google e l'accesso è limitato a dipendenti e personale selezionati.[79] Google non condivide i dati con altre entità, li mantiene fino a quando richiesto dai clienti, che hanno la facoltà di ritirare i dati in caso di migrazione da Google Apps.[80]

Google Apps offre sicurezza e conformità classe Enterprise, inclusa una certificazione SSAE 16 / ISAE 3402 Tipo II, SOC 2-audit, ISO 27001, segue i principi di riservatezza Safe Harbor e consente di supportare requisiti specifici di settore come l'HIPAA (Health Insurance Portability and Accountability Act).[81] Google afferma di aver incorporato strumenti anti-spam in Google Apps con un controllo antivirus integrato e un controllo dei documenti prima che gli utenti possano scaricare qualsiasi messaggio.[79]

Google assicura che tutti i file caricati su Google Drive sono crittografati e che ogni email inviata o ricevuta dagli utenti è crittografata durante i trasferimenti interni tra data center.[82] In un post del blog, Google for Work ha affermato di fornire un importante impegno contrattuale per proteggere le informazioni dei clienti e di non mostrare pubblicità o rilevare informazioni dei clienti per la pubblicità.[82]

Uso[modifica | modifica wikitesto]

Google sostiene che più di 5 milioni di aziende stiano utilizzando gli strumenti di Google Apps, nella versione gratuita o a pagamento.[83] Secondo Amit Singh, il presidente di Google for Work, il 60% delle aziende dell'elenco Fortune 500 sta utilizzando i servizi di Google for Work.[84] La gamma di clienti spazia tra i settori a livello globale e include Uber,[85] AllSaints,[86] BuzzFeed,[87] Design Within Reach,[88] Virgin, PwC[89] e altri. Molti clienti che utilizzano Apps appaiono nella pagina clienti di Apps.[90]

Rivenditori e sponsor di Google[modifica | modifica wikitesto]

Google vanta un ecosistema di rivenditori che aiuta i clienti potenziali a diventare operativi sulle Google Apps. La directory dei partner aiuta gli utenti a trovare il partner ideale. Il 10 marzo 2014 Google ha lanciato in alcuni Paesi un programma di referral che offre agli sponsor 15 dollari per ciascun utente registrato.[91] Il programma inizialmente è stato implementato per tutti gli utenti negli Stati Uniti e nel Canada. Le clausole del programma di presentazione affermano che gli utenti possono presentare un numero illimitato di clienti, ma che il riconoscimento viene corrisposto per i primi 100 utenti di ciascun cliente presentato.[92]

Il 4 dicembre 2014 Google ha presentato il Google for Work and Education Partner Program che aiuta i partner nella vendita, nella manutenzione e nell'innovazione della suite di prodotti e piattaforme di Google for Work and Education.[93]

Google Apps Marketplace[modifica | modifica wikitesto]

Google Apps Marketplace è stato lanciato nel 2010 ed è un negozio online con applicazioni cloud destinate alle aziende che accrescono la funzionalità di Google Apps.[16] Marketplace consente agli amministratori di sfogliare, acquistare e distribuire applicazioni cloud integrate destinate alle aziende. È disponibile per Google Apps, Google Apps for Work e Google Apps for Education.[94]

Gli sviluppatori possono anche sviluppare applicazioni e vendere applicazioni e servizi in Marketplace.[94] Il 6 marzo 2014 Google ha informato che i clienti di Google Apps avevano effettuato oltre 200 milioni di installazioni dal negozio online a partire dal lancio di Marketplace nel 2010.

Il 17 settembre 2014 Google ha informato con un post del blog che i dipendenti potevano installare applicazioni di terze parti dal Marketplace senza coinvolgere gli amministratori.[95]

Recensioni online[modifica | modifica wikitesto]

Google Apps ha ricevuto molte recensioni positive online con una media di 4-5 stelle su un massimo di 5 stelle.[96] Nelle recensioni Google Apps è stato apprezzato per il prezzo concorrenziale, l'offerta di una suite completa, la facile installazione e la buona funzionalità su più dispositivi.[97] Alcune recensioni negative hanno sottolineato che a Google Apps, Presentazioni e Google Documenti mancano alcune funzionalità necessarie a produrre documenti pari ai documenti realizzati con Powerpoint e Word di Microsoft Office.[97]

Concorrenza[modifica | modifica wikitesto]

Il principale concorrente della suite di Google Apps è Microsoft Office 365, un'offerta per aziende basata sul cloud di Microsoft che offre prodotti simili. I recensori online non sono unanimi nel definire quale sia la migliore offerta. Nelle recensioni si legge che le valutazioni di Google Apps e Microsoft 365 sono simili, ma che le funzionalità sono molto diverse.

Le differenze principali consistono nei piani tariffari, nello spazio di memorizzazione e nel numero di funzionalità. Microsoft 365 offre un numero di funzionalità maggiore rispetto a Google Apps, tuttavia molte di queste funzionalità spesso non vengono utilizzate.[98] Google non fornisce cifre sul fatturato o sugli utenti e rende in tal modo difficile ai recensori il confronto tra il successo di Google Apps e Microsoft Office.[99] Dall'ottobre 2014, Microsoft vanta 7 milioni di clienti per Office 365 e nell'ultimo trimestre ha riscontrato una crescita del 25%.[100]

Attualmente non son presenti startup in concorrenza con la suite di Google Apps perché il costo necessario a competere su un prodotto, come l'email, è troppo elevato e l'opportunità di fatturato è ridotta.[100]

Con Drive for Work e le applicazioni con spazio di memorizzazione illimitato e Vault, Google Apps ha attratto nuovi concorrenti: Box, Dropbox e OneDrive.[101]

Prodotti correlati[modifica | modifica wikitesto]

Google Apps for Work fa parte di un'estesa gamma di prodotti aziendali di Google.[26] Alcuni prodotti: Google Cloud Platform, Google Search for Work, Google Maps for Work, Google Chrome for Work.[102]

Prodotti inclusi[modifica | modifica wikitesto]

Sono inclusi nell'offerta, e attivabili dal pannello di amministrazione per tutti o parte degli utenti, tutti i prodotti Google per l'utenza domestica, tra cui:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Google, What's included in Google Apps for Work?, Google, 2 dicembre 2014. URL consultato il 2 dicembre 2014.
  2. ^ Article in Wired, Wired, 7 ottobre 2011. URL consultato il 7 ottobre 2011.
  3. ^ Cade Metz, Article in Mashable, Mashable, 3 marzo 2010. URL consultato il 3 marzo 2010.
  4. ^ Cade Metz, Article in Business Bee, Business Bee, 21 febbraio 2014. URL consultato il 21 febbraio 2014.
  5. ^ Article in CNet, Cnet, 2 settembre 2014. URL consultato il 2 settembre 2014.
  6. ^ Big mail on campus, Google.
  7. ^ Google Launches Hosted Communications Services, Google.
  8. ^ Google Announces Education News at Educause, Google.
  9. ^ Google Introduces New Business Version of Popular Hosted Applications, Google.
  10. ^ Update on Google Wave su The Google Wave Blog, Google, 4 agosto 2010.
  11. ^ Google improves Apps, offers organization clear path off Echange, Notes, etc. to Gmail, ZDNet. URL consultato il 25 giugno 2007.
  12. ^ Google Adds Postini’s Security and Compliance Capabilities to Google Apps, Google.
  13. ^ Google Sets Its Sites on Google Apps, Google.
  14. ^ Use Microsoft Outlook with Google Apps for email, contacts, and calendar, Google.
  15. ^ Google Apps is out of beta (yes, really), Google.
  16. ^ a b Open for business: the Google Apps Marketplace, Google.
  17. ^ Introducing Google Apps for Government, Google.
  18. ^ Helping small businesses start and manage Google Apps for Business, Google.
  19. ^ Google Apps Vault Brings Information Governance to Google Apps, Google.
  20. ^ Introducing Google Drive, the newest member of Google Apps, Google.
  21. ^ Google Drive joins the battle of the cloud, USA Today.
  22. ^ Changes to Google Apps for business, Google, 6 dicembre 2012. URL consultato il 23 febbraio 2015.
  23. ^ Bringing it all together for Google Apps customers: 30GB shared between Drive and Gmail, Google.
  24. ^ Introducing the Google Apps Referral Program: Share a better way of working with customers, friends and networks, Google.
  25. ^ Google Drive for Work, Google.
  26. ^ a b Introducing Google for Work (the artist formerly known as Enterprise), Google.
  27. ^ Google Product Forums, Google.
  28. ^ Google Apps for Work Products, Google.
  29. ^ a b c Google Apps for Work Pricing, Google.
  30. ^ Cade Metz, Article in BGR, Wired, 1º aprile 2014. URL consultato il 1º aprile 2014.
  31. ^ Cade Metz, Gmail finally blows past Hotmail to become the world’s largest email service, Venture Beat, 28 giugno 2012. URL consultato il 28 giugno 2012.
  32. ^ Cade Metz, How Gmail Happened: The Inside Story of Its Launch 10 Years Ago, Time, 1º aprile 2014. URL consultato il 1º aprile 2014.
  33. ^ Cade Metz, Gmail turns 10: Six reasons why it is the world’s most popular webmail service, BGR, 1º aprile 2014. URL consultato il 1º aprile 2014.
  34. ^ a b Gmail for Work, Google.
  35. ^ Official Google for Work Blog, Google.
  36. ^ a b Introducing Google Drive... yes, really, Google.
  37. ^ Cade Metz, Google Drive: What we know so far, Tech Crunch, 6 marzo 2006. URL consultato il 6 marzo 2006.
  38. ^ Cade Metz, OneDrive, Dropbox, Google Drive, and Box: Which cloud storage service is right for you?, CNet, 11 dicembre 2014. URL consultato l'11 dicembre 2014.
  39. ^ Google Drive for Work, Google.
  40. ^ Google for Work products, Google.
  41. ^ Google Announces Google Docs & Spreadsheets, Google.
  42. ^ Official Google Apps for Work products, Google.
  43. ^ Work with any file, on any device, any time with new Docs, Sheets, and Slides, Google.
  44. ^ Cade Metz, Google Brings Native MS Office Editing Features To Its iOS Productivity Apps, Launches Slides For iOS, Tech Crunch, 25 agosto 2014. URL consultato il 25 agosto 2014.
  45. ^ a b Google Sets Its Sites on Google Apps, Google.
  46. ^ Google Sites now open to everyone, Google.
  47. ^ Learn Google Apps for Work, Google.
  48. ^ It's about time, Google.
  49. ^ Google Calendar for Work, Google.
  50. ^ a b Google Calendar for Work, Google.
  51. ^ Google Calendar vs. Google Calendar for Business, Chron.
  52. ^ Google launches Hangouts, a new unified, cross-platform messaging service for iOS, Android and Chrome, Chron.
  53. ^ Google Hangouts, Google.
  54. ^ Google+ Hangouts get bigger video player, screen sharing available to all, Chron.
  55. ^ Google Hangouts for Work, Google.
  56. ^ Making it easier to bring Hangouts to work, Google.
  57. ^ Google Plus, Google.
  58. ^ a b Exclusive: Inside Hangouts, Google's big fix for its messaging mess, The Verge.
  59. ^ Google Sends Hangouts to Work, Enhances Chromebox for Meetings, Re/code.
  60. ^ Hangouts Now Works Without Google+ Account, Becomes Part Of Google Apps For Business And Gets SLA, Tech Crunch.
  61. ^ Even more reasons to meet face-to-face, Google.
  62. ^ Custom status messages for Google Hangouts, Google.
  63. ^ Introducing the Google+ project: Real-life sharing, rethought for the web, Google.
  64. ^ Facebook's Newest Challenger: Google Plus, NPR.
  65. ^ Here Is The Little-Known Way Google Juices User Traffic On Google+, Business Insider.
  66. ^ Google Plus: three years old and still failing as a social network, ZDNet.
  67. ^ Google+ is now available with Google Apps, Google.
  68. ^ Private conversations with restricted Google+ communities, Google.
  69. ^ Seven Ways to Use Google+ at Work, PC World.
  70. ^ Seven Ways to Use Google+ at Work, PC World.
  71. ^ Google+ Is Now An Enterprise Social Network? Who Knew?, Forbes.
  72. ^ 5 Reasons Why Your Business Still Needs Google+, Business 2 Community.
  73. ^ 3 Ways Google+ Helps Your Business, Business 2 Community.
  74. ^ Google Apps Vault Brings Information Governance to Google Apps, Google.
  75. ^ Google Apps Vault gets targeted legal holds to let organizations keep specific information in emails, The Next Web.
  76. ^ Official Google for Work Blog, Google.
  77. ^ Google Apps for Work Pricing.
  78. ^ Evaluate Google Apps for Work, Google.
  79. ^ a b Google Apps for Work Security, Google.
  80. ^ Security and privacy from Google Apps for Work, Google.
  81. ^ Google Launches Drive For Work With Unlimited Storage For $10/Month, Tech Crunch.
  82. ^ a b Data security in 2014: Make it more difficult for others to attack and easier for you to protect, Google.
  83. ^ When Google Apps Fails at being a User Directory, Google.
  84. ^ Google Reboots Its Business Software Operation as ‘Google for Work’, Wired.
  85. ^ Working on the go gets easier with Google and Uber, Google.
  86. ^ Official Google for Work Blog, Google.
  87. ^ Google Apps and Drive feed the buzz at BuzzFeed, Google.
  88. ^ Google Apps is the Perfect Fit for Design Within Reach, Google.
  89. ^ PwC and Google: bringing transformation to work, Google.
  90. ^ Google Apps for Work Customers, Google.
  91. ^ Google Apps for Work Partern Referral, Google.
  92. ^ Google launches referral program for Google Apps, offers $15 for each new user you convince to sign up, The Next Web.
  93. ^ Introducing the Google for Work & Education Partner Program, Google.
  94. ^ a b Google Apps Marketplace overview, Google.
  95. ^ Google Apps Marketplace: to administrators and beyond, Google.
  96. ^ Spcieworks Google Apps, Spiceworks.
  97. ^ a b Can Google's online offering deliver the tools you need to get things done?, Tech Radar.
  98. ^ 10 comparisons between Google Apps and Office 365, Tech Republic.
  99. ^ Google to offer schools, students unlimited storage for free, CNet.
  100. ^ a b Microsoft Just Made Its Google Apps Killer Much More Attractive, Business Insider.
  101. ^ OneDrive, Dropbox, Google Drive, and Box: Which cloud storage service is right for you?, CNet.
  102. ^ Google for Work solutions, Google.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Google Portale Google: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Google