Goodmayes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Goodmayes
Quartiere
Goodmayes
Vialetto nel Goodmayes Park
Vialetto nel Goodmayes Park
Localizzazione
Stato Regno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
Regione Grande Londra
Contea Non presente
Distretto Borgo londinese di Redbridge
Territorio
Coordinate 51°33′30.1″N 0°06′42.91″E / 51.55836°N 0.11192°E51.55836; 0.11192Coordinate: 51°33′30.1″N 0°06′42.91″E / 51.55836°N 0.11192°E51.55836; 0.11192
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale IG3, RM6
Prefisso 020
Fuso orario UTC+0
Cartografia
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Goodmayes

Goodmayes è un quartiere del borgo londinese di Redbridge, che si trova a circa 17 km a nord-est di Charing Cross, nel centro di Londra, e a circa 3 km dal centro di Ilford.

Nel quartiere si trova il Goodmayes Park, un parco pubblico che presenta amenità come un laghetto, campi da tennis e da pallacanestro. In questo spazio aperto, in precedenza, si trovava anche una rimessa per le banche e un anfiteatro, che però non sono disponibili.

In Barley Lane, si trova l'ospedale psichiatrico conosciuto come "Goodmayes Hospital".

Storia[modifica | modifica sorgente]

Goodmayes è rimasto un quartiere sottosviluppato fino al XIX secolo, quando c'è stato un esponenziale sviluppo urbano in periferia.

La High Road presso Goodmayes

Tuttavia, il quartiere appare sulle mappe già nei primi anni degli anni Settanta del Settecento: compariva già allora la Barley Lane, una delle principali arterie del quartiere, il cui nome si ritiene derivi da Dorothy Barley, ultima madre badessa della vicina abbazia di Barking, eletta nel 1527. Quando nella seconda metà del 1800, è stata costruita la ferrovia tra Londra e Norwich, la Great Eastern Railway la zona e il confinante quartiere di Seven Kings si sono sviluppate grazie all'iniziativa del costruttore A. C. Corbett;[1] a Goodmayes, la stazione ferroviaria, costruita nel 1901, era servita come slancio per lo sviluppo dell'area.[2] A partire da allora, poco è cambiato nell'area e lo stile delle case a schiera edoardiane ha continuato a dominare nella zona con relativamente poche aggiunte più recenti.

La vecchia stazione di smistamento per il traffico delle merci del quartiere è stata chiusa negli anni Settanta, dopo essere caduta in disuso, e l'area che occupava è stata riqualificata per creare un'area commerciale: qui è stato costruito un centro commerciale della catena Tesco e una parte di un punto vendita della catena di prodotti di elettronica Wickes

Amministrativamente, Goodmayes era parte della località di Chadwell dell'antica parrocchia di Barking dell'Essex finché, nel 1888, le località di Chadwell e Great Ilford si sono separate per creare la nuova parrocchia di Ilford. Da allora ha sempre fatto parte di Ilford; quindi è stata una località del Borgo municipale di Ilford dal 1926 al 1965 e, successivamente a quest'ultima data, un quartiere del borgo londinese di Redbridge.[3]

Persone legate a Goodmayes[modifica | modifica sorgente]

  • Ian Holm (Goodmayes, 12 settembre, 1931), attore (nato nell'ospedale di Goodmayes).
  • Cardew Robinson (Goodmayes, 14 agosto 1917 - Roehampton, 28 dicembre 1992), comico (nato nell'ospedale di Goodmayes).

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Il quartiere è servito dalla stazione di Goodmayes, che si trova nella Travelcard Zone 4. La stazione è gestita e servita da treni della società Greater Anglia.

Le linee di autobus che servono la zona di Goodmayes sono:[4]

Le stazioni della metropolitana più prossime al quartiere sono quella di Barking, lungo le linee District e Hammersmith & City, e quella di Newbury Park, lungo la Central line.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Victoria County History: A History of the County of Essex Volume 5, Chapter 36 The Borough of Ilford (1966)
  2. ^ Cherry, O'Brien and Pevsner, The Buildings of England - London 5: East (2005), Yale University Press, New Haven ISBN 0-300-10701-3
  3. ^ http://ilfordhistoricalsociety.weebly.com/
  4. ^ http://www.tfl.gov.uk/cdn/static/cms/documents/bus-route-maps/goodmayes-261013.pdf
Londra Portale Londra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Londra