Gonzalo Inzunza Inzunza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gonzalo Inzunza Inzunza, detto anche El Macho Prieto (Culiacán, Sinaloa, 17 agosto 1971Puerto Peñasco, Sonora, 18 dicembre 2013), è stato un criminale messicano.

Inzunza è stato uno dei capi del Cartello di Sinaloa, un'organizzazione criminale transanazionale messicana. Lavorò come coordinatore dei sicari del cartello sotto la tutela di Ismael "El Mayo" Zambada e come capo regionale del cartello negli stati della Bassa California e di Sonora. La sua base operativa era a Mexicali, da dove ha coordinato il traffico di marijuana e cocaina attraverso il confine della regione Calexico-Mexicali.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Inzunza Inzunza fu ucciso in uno scontro a fuoco con i marines messicani a Puerto Peñasco, Sonoram il 18 dicembre 2013. I narcos successivamente fecero sparire il cadavere[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Boss ucciso dall’esercito: narcos fanno sparire il cadavere, 21 dicembre 2013. URL consultato il 21 dicembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]