Gonzalo Bergessio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gonzalo Bergessio
Bergessio.jpg
Bergessio al centro sportivo Torre del Grifo Village
Dati biografici
Nome Gonzalo Rubén Bergessio
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 178 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Sampdoria Sampdoria
Carriera
Squadre di club1
2000-2003 Platense Platense 90 (28)
2003-2005 Instituto Instituto 37 (6)
2005-2007 Racing Club Racing Club 35 (12)
2007 Benfica Benfica 3 (0)
2008-2009 San Lorenzo San Lorenzo 48 (29)
2009-2011 Saint-Etienne Saint-Étienne 47 (5)
2011 Catania Catania 13 (5)
2011 Saint-Etienne Saint-Étienne 2 (0)
2011-2014 Catania Catania 96 (30)
2014- Sampdoria Sampdoria 1 (0)
Nazionale
2008- Argentina Argentina 3 (2)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 agosto 2014

Gonzalo Rubén Bergessio (Córdoba, 20 luglio 1984) è un calciatore argentino, attaccante della Sampdoria.

È soprannominato el Toro[1] ed el Lavandina (in lingua italiana il Candeggina).[2]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi al Platense poi Cordoba e R.Avellaneda[modifica | modifica sorgente]

Cresciuto nelle giovanili del Platense, dopo aver messo a segno 28 gol in 90 presenze nelle divisioni inferiori argentine, nel 2005 passa all'Instituto, in Primera División. Nel maggio del 2008 con la camiseta del San Lorenzo segna due gol dal 0-2 allo 2-2 fondamentale (con la sua squadra in 9) per approdare alle semifinali della Coppa Libertadores.

Realizza 6 gol in 37 presenze che non evitano alla sua squadra la retrocessione in Primera B Nacional. Nell'estate del 2006 passa al Racing Avellaneda, con cui mette a segno 12 gol in 35 partite.

Benfica[modifica | modifica sorgente]

Il 26 giugno 2007 viene acquistato dal Benfica. In campionato colleziona 3 presenze senza andare a segno e nel gennaio 2008 torna quindi in Argentina, al San Lorenzo.

Prima del passaggio, a fine 2007, avrebbe dovuto sostenere un provino con l'Inter; in vista del possibile trasferimento, il procuratore Pizzi cercò di ottenere il passaporto italiano di Bergessio all'ufficio anagrafe del Comune di Fermo, ma la richiesta non fu accolta e la procura di Buenos Aires richiese alla polizia anticrimine italiana di indagare su possibili tentativi di illecito. Il calciatore non fu comunque indagato[3].

Nel Clausura 2008 realizza 7 gol in 16 presenze, oltre a 4 gol in 9 presenze nella Coppa Libertadores 2008. Nella stagione 2008-2009 realizza 15 gol in 35 partite, oltre ad un'ulteriore segnatura in 6 presenze nella Coppa Libertadores 2009.

Saint-Étienne[modifica | modifica sorgente]

Il suo cartellino, di proprietà di Raúl Delgado (proprietario della Unión San Felipe, società cilena) e di Marcelo Tinelli (futuro vice presidente del San Lorenzo)[4], fu ceduto il 27 agosto 2009 alla squadra francese del Saint-Étienne, con cui firma un contratto quadriennale.[5].

Catania[modifica | modifica sorgente]

Dopo 47 presenze e 5 reti in Ligue 1, il 31 gennaio 2011 si trasferisce alla società italiana del Catania in prestito con diritto di riscatto.[6] Il transfert per poter utilizzare il giocatore arriva dopo più di due settimane.[7] Con la maglia della squadra siciliana debutta dal primo minuto il 20 febbraio 2011 nella trasferta contro il Napoli, mentre una settimana dopo segna il suo primo gol nella partita casalinga contro il Genoa. Il 3 aprile segna il gol del 2-0 nel derby contro il Palermo (vittoria per 4-0).

Bergessio segna il gol del momentaneo 1-1 contro la Roma

Ritorno in Francia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver giocato 12 partite e aver messo a segno 5 gol con la maglia etnea, la dirigenza del Catania decide di non riscattare il giocatore per la richiesta esosa del club transalpino.[8] Pertanto torna al Saint-Étienne. Gioca le prime due partite di campionato da titolare ma viene entrambe le volte sostituito.

Ritorno a Catania[modifica | modifica sorgente]

La sera del 28 agosto 2011 torna in Italia per unirsi al Catania. Il giorno successivo la società ufficializza l'ingaggio del calciatore, che firma un contratto quadriennale[9]. In questa stagione gioca 34 partite segnando 7 gol.

Il 5 maggio 2013 segna la sua prima tripletta in Italia contro il Siena in occasione dell'ultima partita casalinga al Massimino della stagione 2012/2013: questa gli consente di raggiungere la quota di 12 goal e di diventare il miglior marcatore in campionato del Calcio Catania.

Conclude la sua terza stagione con la casacca rossazzurra con 36 presenze e 15 reti tra campionato e Coppa Italia.

Il 19 aprile 2014, segnando il gol della vittoria sulla Sampdoria per 2-1, diventa il miglior marcatore di sempre del Catania in Serie A con 32 reti.

Sampdoria[modifica | modifica sorgente]

Il 1º agosto 2014 la Sampdoria lo acquista a titolo definitivo dal Catania; il giocatore decide di indossare la maglia numero 18.[10] Il 31 agosto seguente esordisce in blucerchiato subentrando, al 75' di Palermo-Samp 1-1, ad Angelo Palombo.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Esordisce in Nazionale il 15 ottobre 2008 nel match contro il Cile, valido per le qualificazioni ai Mondiali 2010. I primi gol arrivano il 20 maggio 2009 con la doppietta messa a segno nell'amichevole contro Panama.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 31 agosto 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001-2002 Argentina Platense SD 13 1 - - - - - - - - - 13 1
2002-2003 TD 12 3 - - - - - - - - - 12 3
2003-2004 TD 36 13 - - - - - - - - - 36 13
2004-2005 TD 28 10 - - - - - - - - - 28 10
Totale Platense 89 27 89 27
2005-2006 Argentina Instituto PD 37 6 - - - - - - - - - 37 6
2006-2007 Argentina Racing Club PD 35 12 - - - - - - - - - 35 12
2007-2008 Portogallo Benfica PL 3 0 CP+CdL 0+1 0 UCL 4 0 8 0
gen.-giu 2008 Argentina San Lorenzo PD 16 7 - - - CL 9 4 - - - 25 11
2008-2009 PD 35 15 - - - CL+CS 6+2 1+0 - - - 43 16
2009-2010 PD 1 1 - - - CS 1 0 - - - 2 1
Totale San Lorenzo 52 23 18 5 70 28
ago. 2009-2010 Francia Saint-Étienne L1 31 5 CF+CdL 2+2 1+3 - - - - - - 35 9
2010-2011 L1 16 0 CF+CdL 1+3 0+1 - - - - - - 20 1
gen.-giu. 2011 Italia Catania A 13 5 CI 0 0 - - - - - - 13 5
ago. 2011 Francia Saint-Étienne L1 2 0 CF+CdL 0+0 0 - - - - - - 2 0
Totale Saint-Étienne 47 5 8 5 55 10
ago. 2011-2012 Italia Catania A 34 7 CI 0 0 - - - - - - 34 7
2012-2013 A 32 13 CI 4 2 - - - - - - 36 15
2013-2014 A 30 10 CI 0 0 - - - - - - 30 10
Totale Catania 109 35 4 2 113 37
2014-2015 Italia Sampdoria A 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
Totale carriera 374 110 12 5 22 5 408 120

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il Catania ha ripreso il suo 'Toro'! Lo Monaco ammette: "Bergessio è nostro, ora cerchiamo un difensore" goal.com
  2. ^ Catania, ecco "El Lavandina" Bergessio, spalla ideale per Maxi Lopez (Video) tuttomercatoweb.com
  3. ^ Russo, op. cit., p. 116; cfr. Passaporti falsi, ecco i tre argentini nel mirino: Bergessio, Aguirre e Pellettieri in goal.com, 11 ottobre 2012. URL consultato il 16 giugno 2014.
  4. ^ Russo, op. cit., p. 117; cfr. (ES) Gregorio Riquelme e Pedro Ramírez, La conexión chilena en el millonario negocio de la “triangulación” de futbolistas in ciperchile.cl, 5 agosto 2013. URL consultato il 16 giugno 2014.
  5. ^ (FR) Gonzalo Bergessio en Vert Asse.fr
  6. ^ Gonzalo Bergessio al Catania Calciocatania.it
  7. ^ Ture Quarantasei, Bergessio - transfer ok! in Calciocatania.com, 17 febbraio 2011. URL consultato il 18 febbraio 2011.
  8. ^ Catania, Bergessio non è stato riscattato, calcionews24.com, 31 agosto 2011. URL consultato il 31 agosto 2011.
  9. ^ Gonzalo Ruben Bergessio torna al Catania, CalcioCatania.it, 29 agosto 2011. URL consultato il 29 agosto 2011.
  10. ^ Ufficiale: Gonzalo Bergessio è un calciatore della Sampdoria

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]