Goldfrapp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Goldfrapp
Goldfrapp in concerto
Goldfrapp in concerto
Paese d'origine Inghilterra Inghilterra
Genere Musica elettronica
Ambient
Periodo di attività 2000 – in attività
Album pubblicati 6
Sito web

I Goldfrapp sono un duo musicale inglese di musica elettronica formatosi a Londra nel 1999 e costituito da Alison Goldfrapp (voce, synth) e Will Gregory (synth, programmazioni).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Esordi (1999-2002)[modifica | modifica sorgente]

Alison Goldfrapp inizia nei primi anni novanta l'attività di vocalist, collaborando tra gli altri con Orbital, Tricky, Peter Gabriel e Portishead. Nel 1999 ha conosciuto casualmente il produttore di colonne sonore cinematografiche Will Gregory, che aveva già ascoltato una demo di Alison. Gregory la invita a registrare una demo per un suo lavoro e, dopo alcuni mesi di telefonate e lavoro insieme, decidono di formare un gruppo musicale chiamato proprio Goldfrapp.

Nell'agosto 1999 il duo firma un contratto discografico con l'etichetta Mute Records, avente sede a Londra, e comicia subito le registrazioni per l'album di debutto. In un periodo di circa sei mesi nasce in un bungalow in affitto nella campagna del Wiltshire l'album Felt Mountain, rilasciato nel settembre 2000 e contenente i successi Lovely Head e Utopia, con il primo reso celebre in Italia anche da uno spot televisivo. Per promuovere l'album, i Goldfrapp tengono concerti non sono nel Regno Unito e in Europa, ma anche nel Nord America, dove suonano a supporto di Nick Cave & the Bad Seeds e The Doves. Assieme a Alison e Will suonano in formazione il violinista italiano Davide Rossi, il batterista Rowan Oliver e il tastierista Andy Davies (poi sostituito da Angela Pollack).

Black Cherry e Supernature (2003-2006)[modifica | modifica sorgente]

Il secondo album Black Cherry viene registrato in uno studio a Bath, in Inghilterra, e pubblicato nell'aprile 2003. L'approccio musicale si discosta dal trip hop del precedente disco e si avvicina all'electro pop. Comunque anche questo disco ottiene consensi di pubblico e critica sia negli Stati Uniti che in Gran Bretagna, dove diventa disco di platino. Il primo singolo estratto dall'album è Train, seguito da Strict Machine, Twist e dalla title-track.

Nel 2003 Alison Goldfrapp decide di modificare la sua immagine, ispirandosi in parte all'attrice Marlene Dietrich e in parte all'amore della cantante per gli animali e la mitologia. A partire da marzo, il gruppo intraprende un tour per promuovere il disco chiamato Black Cherry Tour. Nel 2004 il tour fa tappa in Australia, Giappone, Europa e Nord America. Il gruppo suona a supporto dei Duran Duran.

Il terzo album Supernature viene pubblicato nell'agosto 2005. Il suono del gruppo si mantiene sull'elettronica, ma si avvicinando al glam-rock. L'album, che viene certificato disco di platino in Inghilterra nel 2008 riceve una nomination ai Grammy Award 2007 nella categoria "miglior album di musica elettronica/dance". Il singolo Ooh La La diventa un successo e viene seguita dai pezzi Number 1, Ride a White Horse e Fly Me Away.

Nel frattempo, nel 2006, i Goldfrapp avevano pubblicato la versione remix di Supernature, chiamata We Are Glitter e diffusa nel Nord America e contenente anche un inedito, il brano Chic Satin dei Flaming Lips remixato dagli stessi Goldfrapp.

Seventh Tree (2006-2008)[modifica | modifica sorgente]

Iniziano a lavorare sul quarto album alla fine del 2006 a Bath. I lavori però non proseguono per il meglio e il successivo disco Seventh Tree verrà pubblicato solo nel febbraio 2008. Il disco, caratterizzato da un suono che parte dal pop per spaziare nella musica ambient e downtempo, esordisce alla seconda posizione nella classifica inglese. Il primo singolo estratto è A&E, seguito da Happiness e Caravan Girl. Nel 2008 Alison Goldfrapp ridisegna nuovamente la propria immagine e si vesta come un'artista circense, sfruttando molto i colori bianco e fluo.

Head First e Tales of Us (2009-2013)[modifica | modifica sorgente]

Nel marzo 2010 viene rilasciato il quinto album, intitolato Head First e anticipato dalla pubblicazione del singolo Rocket. Questa volta il suono del gruppo si fa notevolmente riconducibile alla musica disco puramente anni ottanta. L'album ottiene una nomination ai Grammy Award 2011 come "miglior album di musica elettronica/dance" dell'anno. Il secondo singolo estratto sarà Alive, mentre il terzo è Belevier, prodotto insieme a Davide Rossi e Vince Clarke.

Nel febbraio 2012 i Goldfrapp pubblicano una raccolta di hit chiamata The Singles e contenente tutto il materiale rilasciato in precedenza come singoli e due brani nuovi appena registrati.

Il 15 luglio 2013 viene pubblicato il singolo Drew. Il 9 settembre seguente viene pubblicato il nuovo album, dal titolo Tales of Us.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Principali musicisti di supporto[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

Compilation e remix[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica