Gokyo (Nepal)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 27°57′16″N 86°41′43″E / 27.954444°N 86.695278°E27.954444; 86.695278

Gokyo e il lago Duth Pokhari
Il villaggio di Gokyo

Gokyo è un piccolo villaggio nel distretto di Solukhumbu in Himalaya, Nepal,[1] , ai piedi del Gokyo Ri[2] e sulla sponda orientale del Lago di Tsho Gokyo (Dudh Pokhari).[3]

Il villaggio è composto soltanto di poche case di pietra e diversi alberghi, si trova ad un'altitudine di 4.750 metri,[4] ed è uno dei più alti insediamenti in quota del Nepal e del mondo, ma non è abitato in modo permanente tutto l'anno, perché è essenzialmente un luogo di ostelli per escursionisti e scalatori nonché pascolo in estate per le mandrie di yak e dzo.[3] In inverno è praticamente disabitato a causa del freddo intenso e della neve.

Gokyo fornisce la migliore base per la salita del Gokyo Ri.[3] La cima, con i suoi 5.357 metri, fornisce una delle migliori migliore vista sull’Everest e sul Makalu. L’arrampicata inizia la mattina presto, quando la visibilità è di solito migliore. Ci vogliono normalmente cinque ore per raggiungere la cima e tornare indietro, a secondo del clima, dell'acclimatazione e della condizione fisica di ogni individuo.[1] A questa altitudine molte persone iniziano a soffrire i sintomi del mal di montagna.

A sud, nel sentiero che porta a Namche Bazaar, c'è il villaggio di Machhermo (4.410m).[3]

Clima[modifica | modifica sorgente]

I momenti più adatti per il trekking sono in primavera (marzo e aprile) e autunno (ottobre e novembre) quando la visibilità delle montagne è migliore e la temperatura non è eccessivamente fredda.[5].

Durante l'inverno, nei mesi di dicembre a febbraio, è possibile fare trekking, ma la grande maggioranza degli alloggi sono chiusi, i sentieri sono coperti di neve e il freddo è molto intenso.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b "Everest Base Camp & Gokyo". in Nepa Maps Pvt. Ltd., ISBN 978-9993-3479-4-1.
  2. ^ "Everest Base Camp". in Nepal Map PublisherPvt. Ltd., ISBN 978-9937-8062-1-3.
  3. ^ a b c d Bradley, Mayhew; "Trekking in the Nepal Himalaya"; (2009); 9 edição; p 96 (map)+ pp 127-128; Lonely Planet; ISBN 9781741041880.
  4. ^ Reynolds Kev; Everest: A Trekker's Guide: Trekking Routes in Nepal and Tibet; url=http://books.google.com/books?id=N1HPufqCbmQC&pg=PA151; Cicerone Press Limited; ISBN=978-1-84965-480-7; p. 151
  5. ^ Shrestha, Vinod Prasad;”Concise Geography of Nepal; 2007; Kathmandu; Mandal Publications; ISBN 9789994655045