Gocce del principe Rupert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le gocce del principe Rupert in luce polarizzata: è possibile vedere le tensioni presenti all'interno del vetro.

Le gocce del principe Rupert, dette anche larme Batavique (lacrime di Batavia), sono gocce di vetro temprato caratterizzate da enormi tensioni interne.

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

Queste particolari gocce vengono ottenute facendo gocciolare del vetro fuso in acqua, dove raffredda immediatamente. Questa tempra estrema provoca enormi tensioni nel vetro che danno origine alle loro particolari proprietà, come ad esempio la possibilità di resistere a martellate date sulla parte bulbosa della goccia. Invece anche un piccolo graffio sulla "coda" provoca il rilascio dell'enorme energia accumulata, causando l'esplosione del vetro in una fine polvere.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Se il meccanismo che è alla base della tempra del vetro non era noto prima del XX secolo, l'effetto è invece conosciuto da secoli. Nel 1640 il principe Rupert di Baviera portò all'attenzione del Re la scoperta di quelle che sono note da allora come le "Gocce del principe Rupert".

Le gocce venivano impiegate come scherzo: il Re faceva tenere nel palmo della mano le gocce per la parte bulbosa, dopodiché rompeva la coda provocando una piccola esplosione che lasciava stupefatta la vittima dello scherzo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

materiali Portale Materiali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di materiali