Glossario di Harry Potter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa pagina riporta tutti i termini principali che vengono utilizzati nella saga dei libri di Harry Potter di J. K. Rowling.

Indice
0 - 9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z ?

A[modifica | modifica sorgente]

Accio[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Incantesimo di Appello.

Accio è una formula magica che viene utilizzata per attirare a sé qualunque cosa (incantesimo di Appello).

Acromantula[modifica | modifica sorgente]

"Acromantula" è il nome della specie di cui fanno parte il ragno Aragog e la sua numerosa progenie. Sono enormi ragni neri in grado di parlare la lingua umana, il cui veleno è raro e prezioso, tanto che alla morte di Aragog il professor Lumacorno, chiede il permesso al guardiacaccia Rubeus Hagrid, di prelevarne una fiala a scopo "didattico".

Aguamenti[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo che fa generare un fiotto d'acqua dalla punta della bacchetta magica.

Alohomora[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Incantesimi di apertura e chiusura porte.

Alohomora è una formula magica che serve per aprire le porte chiuse. È la formula grazie alla quale Hermione, Harry e Ron incontrano Fuffi (Fluffy) nel primo libro della serie.

Algabranchia[modifica | modifica sorgente]

L'Algabranchia (Gillyweed) è una pianta magica, viscida e gommosa, usata per respirare sott'acqua; l'effetto dura al massimo un'ora. Se ingerita fa crescere delle branchie e rende le mani e i piedi palmati.

Viene usata da Harry nella seconda prova del Torneo Tremaghi, e gli viene data dall'elfo domestico Dobby, dopo averla trovata e rubata nell'ufficio di Severus Piton.

Nella versione cinematografica, invece, l'algabranchia viene data ad Harry da Neville.

Amortentia[modifica | modifica sorgente]

È il filtro d'amore più potente al mondo. Le sue caratteristiche sono la luminosità madreperlacea ed il vapore che si innalza formando delle spirali; esso assume un odore differente a seconda della persona che ne entra in contatto e di ciò che la attrae maggiormente.

Anapneo[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo che libera le vie respiratorie di chi, per esempio, sta soffocando per un grosso boccone (citato nel 6° libro).

Animagus[modifica | modifica sorgente]

Un Animagus è un mago o una strega capace di trasformarsi in un animale a suo piacimento. Per diventarlo ci vuole molto allenamento e si può diventare un solo animale; sembra che la scelta dell'animale non sia lasciata al mago ma che dipenda dal suo animo e dalla sua storia. La trasformazione è pericolosa per un principiante, per questo il Ministero della Magia tiene sotto controllo tutti coloro che sono in grado di diventare Animagus; questo ha anche lo scopo di poter identificare i criminali in forma animale e per evitare che scappino trasformandosi se sono sotto custodia. Nel commento di Albus Silente alla fiaba "Baba Raba e il Ceppo Ghignante", viene citata la leggendaria fuga dal patibolo della strega animaga Lisette De Lapin, che aveva assunto le sembianze di un coniglio ed era stata avvistata a bordo di un pentolone, con issata una vela, mentre solcava le acque di un fiume.

Animagus registrati
Nel terzo libro si dice che nel ventesimo secolo solo sette maghi si sono registrati come Animagus. Di questi si conosce solo Minerva McGranitt, che può diventare un gatto tigrato. Nel commento di Albus Silente alla fiaba "Baba Raba e il Ceppo Ghignante", si apprende che la McGranitt fece un uso moderato delle sue trasformazioni, e sempre per missioni in incognito dell'Ordine della Fenice.

Animagus non registrati

NB: Da un animagus può originare un mago che possiede la capacità di trasformarsi in un animale diverso da quello del padre e/o della madre.

Antidoto[modifica | modifica sorgente]

È una sostanza che riesce ad invertire o a curare gli effetti di una pozione. Negli antidoti per i veleni solitamente l'ingrediente base è il Bezoar, usato per combattere la maggior parte dei veleni. Esso si trova (come viene detto da Severus Piton nel primo libro e da Lumacorno nel sesto) nella pancia delle capre.

Aparecium[modifica | modifica sorgente]

Hermione la usa per tentare di far comparire la scrittura sul diario di Tom Orvoloson Riddle (secondo anno). Proviene dal latino Apareo, "Io divento visibile", secondo quanto citato nel libro I magici mondi di Harry Potter.

Arania Exumai[modifica | modifica sorgente]

La magia (citata nel secondo film) con la quale Riddle tenta di colpire Aragog. La usa anche Potter quando è attaccato dai ragni di Aragog (nel 2° libro).

Auror[modifica | modifica sorgente]

Gli Auror sono membri del Ministero della Magia che combattono le Arti Oscure e i suoi sostenitori, tra cui Lord Voldemort e i suoi Mangiamorte. A causa della loro funzione, sono stati autorizzati da Barty Crouch a poter far ricorso alle Maledizioni senza perdono, cioè le armi migliori delle arti oscure. Con la caduta di Voldemort, gli Auror hanno assunto una formale autorizzazione di pattuglia e di protezione (il segretario del Primo ministro inglese è, in questa saga, un Auror), ma col suo ritorno, sono di nuovo tornati sulla breccia.

Per diventare un Auror, gli allievi devono allenarsi duramente e a lungo in combattimenti magici avanzati, e devono avere ottime credenziali (ottimi voti scolastici) per poter essere ammessi al corso, che di solito dura tre anni.

A causa della loro attività, anche Harry stesso desidera entrare a farne parte. Secondo la Professoressa McGranitt, per poter entrare al corso di Auror, si devono avere non meno di cinque M.A.G.O. con votazioni non inferiori a "Oltre ogni previsione". Quindi i candidati vengono sottoposti a una serie di prove per testare la loro capacità di reagire bene sotto pressione e la loro abilità di difesa dai pericoli (e dai sostenitori delle Arti Oscure).

Il termine Auror, deriva dal latino Aurum, Oro, e significa Aureo, d'oro.

Tra gli Auror incontrati nella saga di Harry Potter vi sono:

Avada Kedavra[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Avada Kedavra.

L'Avada Kedavra è la più potente delle tre Maledizioni senza perdono, ed è conosciuta come l'Anatema che Uccide. Produce un lampo di luce verde, e provoca la morte immediata alla persona a cui viene inflitta; Harry Potter è l'unica persona che sia sopravvissuta a questa maledizione all'età di un anno, scagliatagli da Voldemort il giorno in cui questi uccise i genitori del bambino. L'unico effetto che riuscì a provocargli fu una cicatrice sulla fronte a forma di saetta. Harry è riuscito a sopravvivere grazie alla protezione della madre che, pur di tenere al sicuro il bambino, si è sacrificata per lui.

Avis[modifica | modifica sorgente]

Fa spuntare da una bacchetta uno stormo di uccellini cinguettanti (citata nel 4° libro).

Avvincino[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Avvincino.

L'Avvincino è una Creatura magica. Si incontra per la prima volta il giorno della prima gita a Hogsmeade (Halloween - 3° libro) quando il professor Lupin invita Harry a prendere un tè nel suo studio. È citato anche in "animali fantastici: dove trovarli".

B[modifica | modifica sorgente]

Babbano[modifica | modifica sorgente]

Un Babbano (Muggle nella versione inglese), è una persona priva di poteri magici.

Nei romanzi è il termine gergale con cui gli appartenenti al mondo magico definiscono coloro che non possiedono alcun potere magico.

Questa parola è stata presa in prestito nel Geocaching per indicare le persone che non praticano questa attività, e dalle quali è necessario guardarsi durante la ricerca delle cache.

Anche i prestigiatori utilizzano questo termine per indicare i profani, ignari delle tecniche utilizzate nell'illusionismo.

Bacchetta Magica[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Oggetti magici di Harry Potter#Bacchetta magica.

La Bacchetta Magica (Wand) è lo strumento in cui un mago incanala i suoi poteri. Le bacchette si differenziano per le loro varie caratteristiche: lunghezza, nucleo, elasticità, tipo di legno. I fabbricanti di Bacchette che appaiono nei libri e nei film sono Olivander e Gregorovich.

Bacio del Dissennatore[modifica | modifica sorgente]

Il Bacio del Dissennatore (Dementor's Kiss) è la pratica attraverso cui un Dissennatore risucchia l'anima del condannato. La persona "baciata" rimane viva, tuttavia è priva di anima: non pensa e non prova sentimenti.

Bagaglius[modifica | modifica sorgente]

Magia con la quale si infilano in un baule gli oggetti da portare via. Se ben eseguita si possono persino far ripiegare i calzini (citata nel 5° libro).

Battitore[modifica | modifica sorgente]

È uno dei ruoli nel gioco del Quidditch. Il compito del battitore è tenere alla larga i bolidi e scagliarli verso gli avversari. Per fare ciò usano una mazza con un incantesimo di infrangibilità potentissimo.

Baule Locomotor[modifica | modifica sorgente]

Fa sollevare a mezz'aria e avanzare un bagaglio (citata nel 5° libro).

Bezoar[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Bezoar e Bezoario.

Il bezoar è un ingrediente citato per la prima volta nel primo libro della saga nella lezione di pozioni tenuta da Severus Piton. Si trova nella pancia delle capre ed è molto rara. È simile, come lo definisce J. K. Rowling, ad un rene essiccato. È un antidoto a molti veleni, anche potenti e viene utilizzato da Harry per rianimare Ron nel sesto libro. Il termine viene da "bezoario", conglomerato indigerito di sostanze estranee alla normale dieta dell'organismo nel quale si ritrova, oppure dalla specie di pecora bezoar, pecora turca.

Boccino D'Oro[modifica | modifica sorgente]

Il Boccino D'Oro

Il boccino d'oro (Golden Snitch) è una piccola pallina d'oro con delle piccole e scattanti ali trasparenti utilizzata nel Quidditch (lo sport magico per eccellenza). L'arduo compito di acchiapparlo, dovuto alla sua sfuggente velocità, è assegnato al Cercatore. La cattura del boccino vale 150 punti e pone termine alla partita, inoltre, esso è dotato di memoria tattile, ovvero individua il primo mago che l'ha toccato a mani nude per scongiurare eventuali false vittorie durante una partita. Sempre per questo motivo, nemmeno i costruttori lo toccano a mani nude, ma indossano i guanti.

Bolide[modifica | modifica sorgente]

È una palla, utilizzata nel gioco del Quidditch. Si muove autonomamente e il suo compito è di disarcionare quanti più giocatori possibili. È compito dei battitori tenere lontano dai propri compagni di squadra i bolidi, impedendo così che facciano loro del male.

Bombarda[modifica | modifica sorgente]

È un incantesimo esplosivo. Questo incantesimo compare nel terzo film, quando Hermione libera Sirius dall'ufficio di Vitious, dove era rinchiuso aspettando l'arrivo dei dissennatori. Il termine ricompare anche nel quinto film, quando Dolores Umbridge apre la stanza delle necessità, però usando il bombarda maxima, con poteri distruttivi di livello superiore.

Bombarda Maxima[modifica | modifica sorgente]

È più potente dell'incantesimo Bombarda. Viene usato nel quinto film da Dolores Umbridge, che lo scaglia sul muro che nasconde la Stanza delle Necessità per romperlo e scovare i ragazzi dell'Esercito di Silente (ES). Provoca una forte esplosione.

Brackium Emendo[modifica | modifica sorgente]

Nel 2° film è la magia che Allock tenta per guarire il braccio rotto di Harry, con il risultato che gli fa sparire tutte le ossa invece di aggiustarle.

C[modifica | modifica sorgente]

Cacciatore[modifica | modifica sorgente]

Nel Quidditch il cacciatore ha il compito di mandare la Pluffa all'interno degli anelli. Ogni tiro andato a segno fa guadagnare 10 punti alla squadra.

Calderone[modifica | modifica sorgente]

Oggetto utilizzato per preparare pozioni di ogni tipo. Solitamente è di peltro in misura standard. Percy Weasley, appena arrivato al Ministero, si occupa del problema dei calderoni poco spessi, chiedendone il rinforzo del fondo.

Caposcuola[modifica | modifica sorgente]

La più alta carica scolastica destinata ad uno studente di Hogwarts, ogni casa ha il proprio caposcuola scelto tra i prefetti dell'ultimo anno. I capiscuola più conosciuti della saga sono Percy Weasley (Grifondoro) e Tom Riddle (Serpeverde).

Cappello Parlante[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Cappello Parlante.

Il Cappello parlante (Sorting Hat) è un oggetto magico senziente utilizzato ad Hogwarts per smistare gli studenti del primo anno nelle quattro case: Grifondoro, Tassorosso, Corvonero e Serpeverde. Era il cappello di Godric Grifondoro. La prima comparsa del cappello parlante è Harry Potter e la pietra filosofale.

Cave Inimicum[modifica | modifica sorgente]

Uno degli incantesimi che lancia Hermione per proteggere il luogo dove i tre fuggitivi alzano le tende dopo la loro fuga dal Ministero (nel 7° libro).

CDCM[modifica | modifica sorgente]

Indica rispettivamente Cura Delle Creature Magiche

Cercatore[modifica | modifica sorgente]

È uno dei ruoli del gioco del Quidditch. Il cercatore (Seeker) ha il compito di acchiappare il boccino d'oro per terminare la partita. La squadra che conquista il boccino, riceve 150 punti, ma non sempre vince. Il record del boccino acchiappato più velocemente è di 3 secondi e mezzo.

Cioccorane[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Cioccorane.

Le cioccorane (chocolate frogs) sono rane di cioccolato stregate, come se fossero rane vere. Nella confezione di ogni cioccorana si trova una carta da collezionare con il ritratto e una breve biografia di un mago o una strega famosi, tra cui Albus Silente, Morgana, Paracelso e i fondatori delle case di Hogwarts.

Cistem Aperio[modifica | modifica sorgente]

La magia che (nel 2° film) Riddle scaglia contro il baule di Aragog per togliere il coperchio.

Colloportus[modifica | modifica sorgente]

L'incantesimo Colloportus serve a chiudere magicamente le porte. È quindi il contrario di Alohomora. Quando viene lanciato si sente uno strano squittìo (citato nel 5° libro).

Confringo[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo Esplosivo. La usa Potter sul sidecar durante la sua fuga dai Mangiamorte. Causa l'esplosione del mezzo (citato nel 7° libro).

Confundus[modifica | modifica sorgente]

Annebbia la mente delle persone plagiandole (nel 3° libro), ma anche di oggetti magici, facendogli fare ciò che si vuole (nel 4° libro).

Cruciatus[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Cruciatus.

La maledizione Cruciatus (Crucio), maledizione della tortura, viene utilizzata per causare sofferenze indicibili in chi ne è vittima. È la seconda Maledizione senza perdono. Viene usata varie volte dai Mangiamorte per torturare i propri nemici. Per farne uso è necessario possedere il desiderio di infliggere dolore per pura e semplice crudeltà. Bellatrix Lestrange viene condotta ad Azkaban per aver torturato fino alla pazzia i genitori di Neville Paciock, Frank e Alice. Usata da Harry nel 7º libro dopo che la professoressa McGranitt era stata insultata da Amycus Carrow.

Complemorte[modifica | modifica sorgente]

Il termine complemorte (deathday) sta ad indicare la ricorrenza della propria morte. Questa parola viene enunciata unicamente nel secondo libro per la ricorrenza del cinquecentesimo anno dalla morte di Nick-Quasi-Senza-Testa, il fantasma di Grifondoro.

D[modifica | modifica sorgente]

Defodio[modifica | modifica sorgente]

Lo usa Hermione nel sotterraneo della Gringott per allargare il passaggio di fuga del drago, scavando nelle pareti (nel 7° libro).

Deletrius[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo utilizzato per far sparire marchi e scritte, anche di natura magica oscura; viene utilizzato, nel sesto libro, per distruggere il Morsmordre evocato da Bellatrix Lestrange.

Densaugeo[modifica | modifica sorgente]

Ingrandisce visibilmente i denti di chi viene colpito (nel 4° libro).

Deprimo[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo usato da Hermione per far crollare il pavimento del primo piano della casa di Xenophilius per fuggire (nel 7° libro).

Descendo[modifica | modifica sorgente]

Magia usata da Ron per far aprire la botola e far scendere la scala della soffitta. Tiger la lancia contro una catasta di mobili per farla crollare (nel 7° libro).

Diffindo[modifica | modifica sorgente]

Taglia corde, tessuto, piante ecc. È il contro-incantesimo di Incarceramus.

Dissendium[modifica | modifica sorgente]

Apre il passaggio segreto contenuto nella gobba della Strega Orba che porta da Hogwarts alla cantina di Mielandia a Hogsmeade.

Dissennatore[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Dissennatore.

I dissennatori (Dementors) sono creature oscure e sono i guardiani della prigione dei maghi di Azkaban. Fanno la loro comparsa nel terzo libro della saga. Il loro aspetto è celato sotto un mantello nero da cui sporgono solamente le mani putrefatte, che sfilano soltanto quando stanno per infliggere alla vittima il Bacio del Dissennatore con le loro mostruose fauci. Quando si avvicinano a una persona, i dissennatori ne strappano via ogni pensiero felice poiché essi si nutrono della felicità altrui. L'unico modo per respingerli è usare l'incantesimo Expecto Patronum, insegnato ad Harry nel 3º libro dal professor Lupin. Nel 5º libro vengono inviati a Little Whinging da Dolores Umbridge, per succhiare l'anima di Harry Potter.

Distillato di morte vivente[modifica | modifica sorgente]

Viene citato per la prima volta nel primo libro durante una lezione di Severus Piton (pag.133). «Per tua norma e regola, Potter, asfodelo e artemisia insieme fanno una pozione soporifera talmente potente da andare sotto il nome di Distillato della Morte Vivente». Alcuni degli ingredienti necessari alla sua preparazione sono le radici di valeriana ed il succo di Fagiolo Sopoforoso. Allo stadio intermedio diventa di color ribes nero, ed in seguito passa al lilla chiaro; mescolandola in senso antiorario, infine, diventa definitivamente limpido come l'acqua. L'effetto di questa pozione causa una morte apparente durante il tempo in cui il suo effetto dura, da cui ci si può comunque risvegliare. Se si esagera con gli ingredienti, può provocare un sonno profondo e talvolta irreversibile.

Dominusterra[modifica | modifica sorgente]

Scuote il terreno al fine di destabilizzare e far perdere l'equilibrio.

Duro[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo che viene usato per trasformare un arazzo di stoffa in pietra (nel 7° libro).

E[modifica | modifica sorgente]

Elfo domestico[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Elfo domestico.

Gli elfi domestici (House Elves) sono creature dedite ai lavori domestici.

Possono indossare solo abiti arrangiati che non devono essere stati fatti per essere usati come veri e propri indumenti, ad esempio federe di cuscino, tovagliette da tè, eccetera; questo è il segno della loro appartenenza ad una famiglia di maghi. Appena il suo padrone dona loro un indumento, automaticamente l'elfo domestico si libera dall'impegno di servirlo ed è libero di andarsene.

Nella saga di Harry Potter se ne conoscono solo quattro:

Expelliarmus[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Incantesimo di Disarmo.

Expelliarmus è l'incantesimo di disarmo che allontana dall'avversario qualsiasi cosa che egli tenga in mano. Tale incantesimo è il più utilizzato da Harry nei vari romanzi, considerandosi come il suo "segno distintivo" nell'applicazione della magia. In seguito, nel quinto libro viene usato da tutti i componenti dell'esercito di Silente.

Energo[modifica | modifica sorgente]

L'incantesimo energo è un incantesimo che crea una sfera di energia che è capace di distruggere tutto quello che incontra.

Engorgio[modifica | modifica sorgente]

Ingrandisce cose o persone. Visto per la prima volta nel quarto libro della saga, Harry Potter e il calice di fuoco, quando Malocchio Moody lo usa per ingrandire un ragno durante la lezione di difesa contro le arti oscure. Nell'omonimo film, al posto del ragno è mostrato un aracnide uropigio. Reducio è il controincantesimo.

Epismendo[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo usato per bloccare le epistassi e per riparare piccole ossa. L'incantesimo di Guarigione viene usato da Tonks sul naso rotto di Potter e da Potter sul labbro di Demelza (nel 6° libro).

Erecto[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo con il quale si monta una tenda da campeggio (nel 7° libro).

Evanesco[modifica | modifica sorgente]

Fa scomparire oggetti. Visto per la prima volta nel secondo libro della saga, Harry Potter e la Camera dei segreti, quando alla fine del duello Piton pronuncia la formula "Vipera Evanesca", che scompare in modo del tutto istantaneo.

Everte Statim[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo di dispersione; scaraventa via con forza l'avversario assestandogli un colpo violento. Visto per la prima volta nel secondo libro della saga, Harry Potter e la camera dei segreti, durante un duello, usato da Draco Malfoy.

Expecto Patronum[modifica | modifica sorgente]

È un incantesimo molto complesso, che richiede estrema concentrazione. Consiste nell'evocare tramite la bacchetta magica una figura argentea, che difenderà l'evocatore per alcuni minuti. Il Patronus può manifestarsi sotto forma di nebbiolina argentea, o sotto una forma definita: in tal caso si parla di "Patronus Corporeo". La sua forma è solitamente quella di un animale. Anche chiamato "Incanto Patronus", ma non nei combattimenti. Albus Silente idea un modo per comunicare con gli altri membri dell'Ordine della Fenice attraverso i patronus.

Expulso[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo che fa esplodere gli oggetti (citato nel 7° libro).

Exulcero[modifica | modifica sorgente]

Fattura pungente: causa delle brutte irritazioni sulla pelle, simili ad ustioni.

F[modifica | modifica sorgente]

Fattura Abbacinante[modifica | modifica sorgente]

Può rendere invisibili agli occhi degli altri (citata nel 7° libro).

Fattura Allungante[modifica | modifica sorgente]

La nomina la signora Weasley quando vede quanto sono cresciuti Ron e Harry (citata nel 6° libro).

Fattura Gambemolli[modifica | modifica sorgente]

Fa barcollare sulle gambe per un tempo imprecisato (citata nel 4° libro).

Fattura Orcovolante[modifica | modifica sorgente]

Ginny Weasley diventa pericolosa quando ne lancia una. Riempie la faccia della vittima di mostruosi esseri svolazzanti, simili a spettri (citata anche nel 5° libro).

Fattura Revulsiva[modifica | modifica sorgente]

Costringe una persona a mollarne un'altra (citata nel 7° libro).

Fattura Tornafiamma[modifica | modifica sorgente]

Di competenza dell'ufficio del signor Weasley (citata nel 6° libro).

Felix Felicis[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Felix Felicis.

La Felix Felicis (chiamata anche fortuna liquida) è una pozione che rende l'utilizzatore incredibilmente fortunato, forse aumentando la sua intuizione così come influenzando il mondo a lui circostante. È molto complessa da preparare, richiede almeno sei mesi, ed è di un color oro fuso. Questa pozione compare per la prima volta in Harry Potter e il principe mezzosangue nella lezione di Horace Lumacorno insegnante di pozioni, è nella casa di Serpeverde.

Feraverto[modifica | modifica sorgente]

Trasforma un qualsiasi animale in un calice d'acqua. Visto per la prima volta nel secondo libro della saga, Harry Potter e la camera dei segreti. Viene spiegato dalla prof.ssa McGranitt.

Fermusapili[modifica | modifica sorgente]

Controincantesimo che permette di fermare la crescita dei capelli incessantemente.

Ferula[modifica | modifica sorgente]

Fa apparire delle bende che si avvolgono intorno a una ferita.

Fidelius[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo molto particolare e complesso che consiste nel nascondere un'informazione in una persona che viene definito "custode segreto". L'informazione nascosta non può essere ritrovata da nessuno a meno che il custode segreto non la riveli. Anche i Potter avevano creato un incanto fidelius attorno alla loro casa, avendo come custode segreto Peter Minus, il quale però li tradì rivelando poi a Lord Voldemort il segreto che stava proteggendo.

Finite Incantatem[modifica | modifica sorgente]

Fa cessare l'effetto di un incantesimo di basso o medio livello.

Finitus[modifica | modifica sorgente]

Ha lo stesso effetto del Finite Incantatem.

Firebolt[modifica | modifica sorgente]

La Firebolt è il manico di scopa più veloce sul mercato, più veloce della Nimbus 2000 (la scopa regalata a Harry da Minerva McGranitt durante il suo primo anno ad Hogwarts), nonché della Nimbus 2001, la scopa della squadra di quidditch di Serpeverde. Viene usata dalle squadre nazionali di tutto il mondo alla coppa del mondo di Quidditch.

La stessa Madama Bumb, professoressa di Volo, è entusiasta anche solo di avere la possibilità di vederla usare da Harry Potter durante le partite del torneo di Hogwarts che lei arbitra.

La storia della Firebolt di Harry tuttavia non è per niente semplice, perché prima di provarla gli viene confiscata dalla professoressa McGranitt in persona che la farà accuratamente esaminare dal professore di incantesimi, Vitious e da Madama Bumb. Infatti temevano che gli fosse stata mandata da Sirius Black quando pensavano che volesse uccidere Harry e che questi le avesse fatto il malocchio. Solo il primo sospetto era giusto, infatti la scopa non è stata stregata. Harry perderà la scopa durante la fuga dai Mangiamorte nel settimo libro (cap. "I sette Potter", p. 59). La Firebolt va da 0 a 250 km/h in 10 secondi.

Flagramus[modifica | modifica sorgente]

Contrassegna gli oggetti con una croce fiammeggiante (5° libro). La Maledizione Flagrante viene impiegata come antifurto nella Gringott, facendo scottare gli oggetti che si toccano senza autorizzazione (nel 7° libro).

Flipendo[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo che permette di spostare oggetti e colpisce piccole creature magiche

Freddafiamma[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo che rende freddo il fuoco il cui effetto si converte in un piacevole solletico. Questo incantesimo veniva usato comunemente dalle streghe durante i roghi nel medioevo per salvarsi.

Frullobulbo[modifica | modifica sorgente]

Pianta del tutto simile al tranello del diavolo ma differisce da questo per la mancanza di aggressività. Dalle radici di questa pianta viene estratto un liquido utilizzato per la cura degli occhi che hanno subito l'incantesimo Conjunctivitus.

Furunculus[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo che fa crescere gigantesche bolle sul viso dell'avversario.

G[modifica | modifica sorgente]

Geminio[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo duplicatore. Crea copie perfette di oggetti. È definita da Unci-unci Maledizione Gemino, che nella Gringott, usata come antifurto, moltiplica gli oggetti toccati creando copie senza valore, col rischio che si può essere sepolti (nel 7° libro).

Gelatine Tuttigusti +1[modifica | modifica sorgente]

La loro caratteristica è la vasta varietà di gusti: dal vomito, al cerume, caccole ecc.. ma anche cioccolato, fragola, menta ecc.. Hanno la forma di un fagiolo colorato.

Giratempo[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Giratempo.

La Giratempo (Time-Turner) è uno strumento con cui si può viaggiare nel tempo. Hermione ne ricevette una dalla Professor McGranitt nel terzo libro per poter frequentare più corsi. Poiché la McGranitt le fece giurare di non raccontare a nessuno della Giratempo, lei non ne fece menzione né a Ron né a Harry se non verso la fine del libro, quando insieme a Harry usa questo strumento per viaggiare indietro nel tempo e salvare così Sirius Black (e Fierobecco) da fine certa.

Glisseo[modifica | modifica sorgente]

Con questa magia i gradini di una scala si appiattiscono per formare uno scivolo (nel 7° libro).

Gratta e Netta[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo domestico utilizzato per pulire. Può liberare della Puzzalinfa di una Mimbulus Mimbletonia. Può far riempire la bocca ad una persona di schiuma saponosa (nel 5° libro).

G.U.F.O[modifica | modifica sorgente]

I G.U.F.O. (O.W.L.) acronimo di Giudizio Unico per Fattucchieri Ordinari sono degli esami che gli studenti di Hogwarts conseguono al 5º anno. Essi sono di fondamentale importanza poiché grazie a questi gli studenti scelgono cosa fare dopo la scuola, inoltre grazie a questi è possibile anche eseguire i M.A.G.O. al settimo anno.

Guidami[modifica | modifica sorgente]

L'Incanto quattro punti orienta la bacchetta verso il Nord.

Gurg[modifica | modifica sorgente]

Il Gurg è il nome del capo dei giganti e lo incontriamo per la prima volta nel capitolo "Il racconto di Hagrid" del quinto libro, quando Hagrid e Olympe Maxime cercano di convincere i giganti ad allearsi con l'Ordine della Fenice.

H[modifica | modifica sorgente]

Hogsmeade[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Hogsmeade.

Hogsmeade è un villaggio non molto lontano dalla scuola di magia e stregoneria di Hogwarts, noto per essere abitato da soli maghi. I negozi principali sono: Zonko e Mielandia, i pubs invece I Tre Manici di Scopa e la Testa di Porco. Tra gli edifici presenti, particolare interesse suscita la Stamberga Strillante, la casa più infestata di spiriti della Gran Bretagna.

Hogwarts[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Hogwarts.
Modellino del castello di Hogwarts

Hogwarts è la scuola di Magia e di Stregoneria che costituisce il contesto principale dei romanzi della saga.

Hogwarts è un castello nel mezzo di un anello di montagne, che gli studenti raggiungono prendendo il treno Espresso di Hogwarts dal Binario 9 ¾ della stazione di King's Cross a Londra. Secondo una nota a margine del libro Gli animali fantastici: dove trovarli il castello di Hogwarts si troverebbe in Scozia. Si narra che sia protetto da una serie di incantesimi che lo nasconderebbero agli occhi indiscreti dei babbani.

Horcrux[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Horcrux.

Si definisce Horcrux un oggetto nel quale una persona ha nascosto parte della sua anima. Per "spaccare" l'anima occorre commettere un omicidio. L'Horcrux permette al mago che lo ha creato di non morire e, quindi, di rendersi immortale. L'unico modo per tornare indietro dopo aver creato un Horcrux è avere rimorso.

I[modifica | modifica sorgente]

Idromele[modifica | modifica sorgente]

Bevanda magica servita a I Tre Manici di Scopa (Hogsmeade).

Imperius[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Imperius.

La maledizione Imperius (Imperio), permette di assumere il controllo totale di una persona o di un animale. Fa parte delle maledizioni senza perdono. Chi ne è colpito può tornare in sé con la morte o la sconfitta di chi l'ha lanciata (dal 7° libro).

Immobilus[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo di blocco. Utile per fermare cose impazzite. Visto per la prima volta nel secondo libro della saga, Harry Potter e la Camera dei Segreti, per bloccare i folletti della Cornovaglia usciti dalla gabbia.

Impedimenta[modifica | modifica sorgente]

Immobilizza temporaneamente il soggetto colpito. Incantesimo di Ostacolo.

Impervius[modifica | modifica sorgente]

Rende un oggetto impermeabile all'acqua (usato da Hermione sugli occhiali di Harry in una partita di Quidditch contro Serpeverde al terzo anno).

Incantesimo Conjunctivitis[modifica | modifica sorgente]

Può essere usato contro i Draghi a causa dei loro occhi, punto debole. È quello che usa Krum (nel 4° libro) e Madame Maxime sui Giganti (nel 5°).

Incantesimo delle Pastoie[modifica | modifica sorgente]

Un Locomotor Mortis cinge le gambe da invisibili laccioli, costringendo a saltellare per potersi muovere. Anche il Petrificus Totalus è questo tipo di magia (nel 1° libro).

Incantesimo di Adesione Permanente[modifica | modifica sorgente]

Citato per la prima volta nel 5° libro. Lo usa Sirius Black per evitare che i suoi genitori tolgano dalle pareti della sua stanza i poster e le foto che non riguardano Serpeverde (nel 7° libro).

Incantesimo di Disillusione[modifica | modifica sorgente]

Serve a nascondere una persona con il sistema del camaleonte. Non si diventa invisibili ma si prende il colore di ciò che circonda (citato nel 5° libro). Interessante ciò che riporta il testo 'Le fiabe di Beda il Bardo', dove viene preferito ad un Mantello dell'Invisibilità perché questo può perdere di efficacia.

Incantesimo di Evocazione[modifica | modifica sorgente]

Serve a far comparire cose o animali. Sono più difficili degli Incantesimi Evanescenti e quindi non vengono affrontati fino al livello del M.A.G.O. (5° libro).

Incantesimo di Librazione[modifica | modifica sorgente]

Lo usa l'elfo Dobby facendo cadere una torta in testa ad un ospite in casa Dursley nel film, e addosso ad Harry nel secondo libro. Lo usa Hermione per sollevare il corpo esanime di Harry (nel 7° libro).

Incarceramus[modifica | modifica sorgente]

Intrappola il nemico con una serie di funi, corde e catene. Visto nel quinto libro, Harry Potter e l'Ordine della Fenice, attuato da Dolores Umbrige per legare un centauro che si trovava in una zona della Foresta Proibita controllata dal Ministero.

Arestum Momentum[modifica | modifica sorgente]

Detto Incantesimo Imbottito, attutisce le cadute. Viene usato da Albus Silente nel 3° film, e da Hermione nel settimo.

Incanto Gnaulante[modifica | modifica sorgente]

È usato per rilevare la presenza di nemici nelle aree circostanti. L'incantesimo è Cave Inimicum.

Incendio[modifica | modifica sorgente]

Genera una fiamma dalla punta della bacchetta.

Innerva[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo di cura ad ampio spettro. È il contro-incantesimo di Stupeficium.

Inferius[modifica | modifica sorgente]

Un inferius, è un cadavere che esegue gli ordini di un mago oscuro. Li sentiamo nominare per la prima volta nel sesto libro quando Harry chiede spiegazioni a Silente sulla loro natura. Anche nella prima guerra Voldemort si era servito di loro per aggredire maghi. Sono presenti nel luogo dove Harry e Silente individuano un Horcrux, rivelatosi poi falso.

Ippogrifo[modifica | modifica sorgente]

Creatura magica per metà aquila e metà cavallo: ha zampe anteriori, ali e testa di aquila, e corpo, zampe posteriori e coda di cavallo. Appare per la prima volta nel terzo libro, durante la prima lezione di Cura delle creature magiche di Hagrid.

L[modifica | modifica sorgente]

Legilimanzia[modifica | modifica sorgente]

La Legilimanzia (Legilimet) è una particolare tipo di magia che rende possibile ad un mago entrare nella mente di un altro, capendo le sue intenzioni o il corso dei suoi pensieri (leggere i pensieri veri e propri è infatti impossibile).

Legilimens (persone capaci di usare la Legilimanzia) molto abili sono sia Albus Silente che Voldemort. Anche Severus Piton sembra usare perfettamente la Legilimanzia in varie situazioni.

La Legilimanzia viene usata in diverse occasioni da Albus Silente per ottenere ricordi utili al fine di scoprire le intenzioni di Voldemort: prima sull'elfo domestico Kreacher nel quinto libro, riuscendo a scoprire che grazie ad una trappola Harry e i suoi amici erano stati attirati al Ministero della Magia; nel sesto libro su Orfin Gaunt, per scoprire che Voldemort gli aveva rubato l'anello e modificato la memoria facendogli credere di essere l'assassino dei Riddle, e sull'elfa domestica Hokey, venendo così a sapere della visita di Voldemort a casa della sua padrona e del furto della coppa di Tassorosso e del medaglione di Serpeverde.

Lo stesso Voldemort usa la Legilimanzia su Bertha Jorkins, nel quarto libro, riuscendo così ad organizzare il piano per ritornare in vita e anche su Gregorovich per sapere chi aveva rubato la Bacchetta di Sambuco (che in seguito si scopre essere Gellert Grindelwald.)

Lumaclub[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Lumaclub.

Il Lumaclub (Slug Club) è un club formato da Horace Lumacorno dove accoglie i maghi e le streghe di Hogwarts più famosi del momento (soprattutto purosangue); tra questi, il più famoso è sicuramente Lord Voldemort quando frequentava Hogwarts ma anche Hermione Granger, Harry Potter, Ginny Weasley vi hanno fatto parte nel sesto libro della saga.

M[modifica | modifica sorgente]

Magiscotch[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Magiscotch.

Il Magiscotch (Spellotape) è un nastro adesivo magico. Il magiscotch è citato in quasi tutti i libri di Harry Potter, escluso Harry Potter e la pietra filosofale e appare nel secondo libro Harry Potter e la camera dei segreti quando Ron cerca di riparare la sua bacchetta rotta nell'incidente contro il Platano Picchiatore.

Magonò[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Tra i due mondi.

Un Magonò (Squib) è colui che, pur essendo figlio di maghi, non possiede alcuna capacità magica. I maghinò incontrati nella saga sono Argus Gazza, custode della scuola di Hogwarts, e Arabella Figg, vicina di casa degli zii materni di Harry, i Dursley.

Maledizioni senza perdono[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Maledizioni senza perdono.

Le Maledizioni senza perdono (Unforgivable Curses) sono chiamate così perché il loro uso non autorizzato su un essere umano comporta una condanna a vita ad Azkaban. Esse sono: Avada Kedavra, Cruciatus e Imperius.

Le uniche persone autorizzate dal ministero a usare queste terribili maledizioni sono gli Auror per sconfiggere i seguaci di Lord Voldemort, i Mangiamorte.

Per la prima volta vengono mostrate ad Harry e a tutti gli studenti della sua classe al quarto anno (e non al sesto come previsto dai programmi) durante una lezione del professor Malocchio Moody, (in realtà Barty Crouch Junior) nel quarto libro della saga ("Harry Potter e il Calice di fuoco") che usa come cavie tre ragni, uno per ogni maledizione.

Mangia lumache[modifica | modifica sorgente]

Questo incantesimo fa vomitare lumache a chi lo ha subìto. Viene usato la prima volta da Ron nei confronti di Malfoy, dopo che quest'ultimo aveva offeso Hermione, ma poiché la sua bacchetta si era rotta dopo lo scontro con il Platano Picchiatore, l'incantesimo lanciato contro Malfoy si rivolta verso Ron stesso.

Mappa del malandrino[modifica | modifica sorgente]

La Mappa del malandrino (Marauder's Map in inglese) è una mappa che rappresenta tutto il castello di Hogwarts e i suoi passaggi segreti. La sua particolarità magica sta nel rendere visibili le posizioni di chiunque sia all'interno dei confini del castello. Per non renderla leggibile da chiunque se la ritrovi in mano, la mappa appare come un normale foglio di pergamena, per farla funzionare bisogna toccarla con la bacchetta e pronunciare: "Giuro solennemente di non avere buone intenzioni". Per farla ritornare allo stato iniziale, invece, "Fatto il misfatto". La Mappa fu creata da Remus Lupin, Sirius Black, James Potter e Peter Minus sotto i nomi di Lunastorta, Felpato, Ramoso e Codaliscia.

Marchio Nero[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Marchio Nero.

Il Marchio Nero (Dark Mark) è il simbolo di Lord Voldemort, e quando era ancora al potere lo faceva apparire in aria quando uno dei suoi seguaci aveva ucciso qualcuno. Il Marchio è anche tatuato nell'avambraccio sinistro di ogni Mangiamorte ed è costituito da un teschio con un serpente annodato che gli esce dalla bocca. Voldemort, attraverso l'Incanto Proteus, può far in modo da farlo bruciare usandolo come sistema per chiamare a raccolta i suoi seguaci. Questo sistema viene usato anche da Hermione per stregare falsi Galeoni per poter comunicare con i membri dell'ES. Può essere apposto appoggiando la punta della bacchetta magica direttamente sull'avambraccio e pronunciando la formula magica Morsmordre.

Metamorfomagus[modifica | modifica sorgente]

Un Metamorfomagus (Metamorphmagus) è un mago che sa cambiare a suo volere e piacimento il proprio aspetto, capacità che ha dalla nascita. Non ce ne sono molti in giro perché sono rarissimi; nella saga conosciamo solo Ninfadora Tonks (Nymphadora Tonks) e suo figlio, Ted Lupin.

Metropolvere[modifica | modifica sorgente]

La Metropolvere (Floo Network) è la linea che collega i camini dei maghi per spostarsi con la Polvere Volante da un camino all'altro, in alcuni casi i camini vengono sorvegliati dal Ministero della Magia in modo che essa non può essere usata.

Mezzogigante[modifica | modifica sorgente]

Il termine Mezzogigante viene usato per definire persone nate dal rapporto di un gigante con un babbano o mago (quindi non è un gigante puro). I mezzogiganti sono simili agli uomini per molti versi, tuttavia possiedono alcune caratteristiche dei giganti: sono molto alti, molto forti, e riescono a resistere agli incantesimi come gli Schiantesimi.

I Mezzogiganti sono oggetto del disgusto da parte dei razzisti del mondo magico: da queste persone, come Dolores Umbridge, vengono chiamati ibridi.

I Mezzogiganti che incontriamo nella serie sono due: Rubeus Hagrid e Olympe Maxime.

Mezzosangue[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Purezza di sangue in Harry Potter.

Mezzosangue (Halfblood) è il termine per indicare i maghi nati da un matrimonio misto tra un mago e un babbano o maghi nel cui albero genealogico siano presenti babbani, mentre i maghi nati da genitori entrambi babbani vengono chiamati nell'edizione inglese Muggle-Born (nati babbani) o, in senso dispregiativo, mudblood (mud, fango in inglese, quindi sangue sporco o "sporcosangue"), entrambi erroneamente tradotti nell'edizione italiana in mezzosangue.

Mielandia[modifica | modifica sorgente]

Negozio di dolciumi al villaggio di Hogsmeade

Mimbulus mimbletonia[modifica | modifica sorgente]

La Mimbulus mimbletonia è una pianta, descritta come un cactus grigio coperto di bolle al posto delle spine. Pianta rara, fa la sua prima comparsa all'interno del quinto libro, quando Potter e i suoi amici ne rimangono vittima, venendo cosparsi di puzzalinfa, sostanza viscida e appiccicosa secreta dalla pianta quando viene attaccata.

La pianta appartiene a Neville Paciock, a cui viene regalata da uno zio per il suo compleanno, conoscendo la passione del ragazzo per l'erbologia. La pianta sembra essere tipica dell'Assiria, nazione in cui lo zio l'acquista.

N[modifica | modifica sorgente]

Nargillo[modifica | modifica sorgente]

Creatura di aspetto imprecisato citata per la prima volta da Luna Lovegood nel quinto libro. Si deduce essere un piccolo animaletto maligno che infesta piante e giardini.

Nimbus 2000
Nimbus 2001

Compagnia Scope da Corsa Nimbus[modifica | modifica sorgente]

Fondata nel 1967, crearono la miglior scopa sportiva del tempo: la Nimbus 1000, in grado di raggiungere le cento miglia orarie, di curvare di 360 gradi in un punto prestabilito a mezz'aria. Oltre a queste novità, la Nimbus poteva contare sulla affidabilità della Oakshaft 79, una grande scopa usata per la prima traversata atlantica, e la facilità di guida delle migliori Tornado, che in quel periodo si stavano spartendo il mercato con le Comet. Seguirono i modelli 1001, 1500, 1700, 2000, 2001. Queste ultime due appaiono rispettivamente in primo libro che in secondo libro.

La Nimbus 2000 è la prima scopa di Harry Potter. Gli viene regalata dalla professoressa McGranitt al suo primo anno, quando entra a far parte della squadra di Quidditch di Grifondoro. Il terzo anno, in seguito alla sua distruzione a causa del Platano Picchiatore, Harry riceve una Firebolt da parte di Sirius Black

È diventata talmente famosa che la Hasbro, multinazionale del settore giocattoli, ha prodotto un gioco elettronico ispirandosi a questa.

Nottetempo[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Nottetempo.

Il Nottetempo (Knight Bus) è il mezzo con cui i maghi e le streghe in difficoltà si spostano. È un gigantesco pulmino a tre piani di colore viola scuro che durante la notte al suo interno si trovano dei letti con le rotelle simili a quelli degli ospedali, mentre di giorno vi si trovano delle vecchie sedie di legno. il bigliettaio è Stan Picchetto mentre l'autista è Ernie Urto, incontrati da Harry per la prima volta nel terzo libro della saga, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, dopo esser fuggito da casa Dursley.

Nox[modifica | modifica sorgente]

Formula usata per porre fine all'incantesimo Lumos, facendo così spegnere la bacchetta.

O[modifica | modifica sorgente]

Occlumanzia[modifica | modifica sorgente]

Nella serie di romanzi di Harry Potter, il termine Occlumanzia (Occlumency) è usato per indicare la difesa magica della mente contro la penetrazione esterna (Legilimanzia), così da evitare che qualcun altro possa leggere i propri pensieri. È una branca poco nota della magia, ma è assai utile anche se di difficile esecuzione. Per utilizzarla, bisogna svuotare la mente dalle emozioni, renderla una tabula rasa e rilassarsi. Piton e Silente sono esperti in questo campo. Il termine è stato creato dall'autrice dalla combinazione del verbo "occludere" (chiudere, sbarrare) e il suffisso "-mente", da cui un occlumante è colui in grado di chiudere la mente alla penetrazione altrui.

L'Occlumanzia viene citata per la prima volta in Harry Potter e l'Ordine della Fenice dal professore Severus Piton, il quale dovrà insegnare ad Harry questo tipo di magia. Harry è sottoposto alle lezioni di Occlumanzia per difendersi da un eventuale possessione da parte di Lord Voldemort. I tentativi però non hanno successo a causa della testardaggine di Harry a non svuotare la mente prima di andare a letto (come suggerito da Piton), nella speranza di poter riuscire a capire cosa lo stia tormentando in sogno. Alla fine Piton smette di insegnargli Occlumanzia, poiché si infuria con Harry che ha visto tramite il pensatoio di Silente il suo peggior ricordo.

Questa tecnica gioca un ruolo fondamentale nella figura di Piton, conosciuto come un eccezionale occlumante. Nel quinto e nel sesto libro egli usa questa sua abilità per mascherare le sue vere intenzioni; entrambe le parti in gioco infatti ritengono che egli stia dalla loro e faccia la spia su loro richiesta. Anche alla fine del sesto libro non è chiaro per chi parteggi, sebbene Harry e i suoi amici pensino che li abbia traditi; al contrario, verso la fine del settimo, Piton in punto di morte sceglie di mettere da parte questa sua abilità rivelando definitivamente i suoi segreti e le sue intenzioni per mezzo di un Ricordo estrattosi dalla mente.

In Harry Potter e il principe mezzosangue, Draco Malfoy ha usato la tecnica dell'Occlumanzia, insegnatagli dalla zia Bellatrix Lestrange, per evitare che Piton riuscisse a scoprire le sue intenzioni usando contro di lui la Legilimanzia.

P[modifica | modifica sorgente]

Passaporta[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Passaporta.

Le Passaporte (Portkeys) sono menzionate per la prima volta in Harry Potter e il calice di fuoco. Sono degli oggetti qualsiasi (per esempio una vecchia scarpa, o una spazzola) che una volta create, possono trasportare in un determinato luogo già stabilito chiunque le tocchi, oppure possono attivarsi in un momento predeterminato e trasportare nel luogo prescelto chiunque tocchi l'oggetto stesso in quel momento. L'incantesimo per rendere un oggetto una passaporta è Portus.

Pensatoio[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Pensatoio.

Il Pensatoio (Pensieve) è un bacino di pietra, coperto di rune mistiche, con un liquido od un gas dentro. Una strega o un mago possono estrarre le proprie memorie e posizionarle all'interno del pensatoio, specialmente per liberare la memoria quando diviene troppo piena di informazioni. Con questo oggetto si possono esaminare i ricordi e le memorie delle persone.

Platano picchiatore[modifica | modifica sorgente]

Albero magico piantato nel giardino di Hogwarts per proteggere il passaggio segreto che porta all'interno della Stamberga Strillante costruito per Remus Lupin, dove veniva scortato per passare il tempo durante le sue trasformazioni mensili. L'albero colpisce tutto ciò che gli passa vicino e si può calmare solo premendo il nodo del suo tronco.

Petrificus Totalus[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo usato per pietrificare le persone rendendole dure e fredde come il ghiaccio.

Pluffa[modifica | modifica sorgente]

È una delle palle utilizzate nel gioco del Quidditch, rossa e grande. I Cacciatori se la passano e la devono far passare in uno dei 3 anelli al lato del campo avversari. A quel punto la squadra conquista 10 punti.

Polvere volante[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Polvere volante.

La Polvere volante (Floo Powder) è una polvere brillante usata per viaggiare e comunicare attraverso i camini (focolari). Un fuoco a cui venga aggiunta questa sostanza diventa verde. Questa polvere fu inventata da Ignatia Wildsmith (1227-1320).

Pozione Polisucco[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Pozione Polisucco.

La Pozione Polisucco (Polyjuice Potion) serve a dare a una persona l'aspetto fisico di un'altra per un'ora. La preparazione è lunga ed elaborata. L'ingrediente finale è un pezzo (di solito un capello) della persona in cui chi fa la pozione vuole trasformarsi. È possibile anche trasformarsi in animali, sebbene tale trasformazione non sia controllabile. Il nome deriva dall'unione delle parole "polimorfico" (cioè in grado di cambiare forma) e "succo" (indicando che la pozione è un liquido).

Prefetto[modifica | modifica sorgente]

Il prefetto è una carica riconosciuta al quinto anno agli studenti più meritevoli, due per casa. Essi hanno il compito di aiutare i professori nel mantenere l'ordine nella scuola, accompagnando gli studenti, sorvegliando il loro comportamento e, qualora fosse necessario, togliere punti e assegnare punizioni. I Prefetti possono accedere a un bagno specifico (a guardia dell'entrata del Bagno vi è la statua di Boris il Basito). Nel quarto libro la parola d'ordine per accedervi era Frescopino.

« La porta si aprì cigolando [...] [il bagno] era illuminato dolcemente da un magnifico candeliere acceso, ed era tutto di marmo bianco, compresa quella che sembrava una piscina vuota rettangolare incassata al centro del pavimento. Almeno un centinaio di rubinetti d'oro si trovavano ai bordi della piscina, ciascuno con una pietra di colore diverso incastonato nel pomolo. C'era anche un trampolino. Lunghe tende di lino bianco pendevano dalle finestre; una grossa pila di soffici asciugamani candidi si ergeva in un angolo, e sulla parete c'era un solo dipinto con la cornice colorata. Ritraeva una sirena bionda profondamente addormentata su una roccia, i lunghi capelli che le fluttuavano davanti al viso tutte le volte che russava. [...] Dai rubinetti scorse acqua mischiata a vari tipi di bagnoschiuma. Da un rubinetto schizzavano bolle rosa e azzurre grandi come palloni da calcio, un altro versava una schiuma candida così densa all'aspetto che pareva ci si potesse camminare sopra; un terzo spruzzava nubi violette dall'aroma intenso che galleggiavano appena sopra l'acqua. »
(Harry Potter e il calice di fuoco, cap.25 l'uovo e l'occhio, pp. 392-293, J. K. Rowling)

Nella serie come prefetti incontriamo:

Grifondoro: Albus Silente, Minerva McGranitt, Remus Lupin, Bill Weasley, Charlie Weasley, Percy Weasley, Ron Weasley, Hermione Granger.

Serpeverde: Tom Riddle, Lucius Malfoy, Draco Malfoy, Pansy Parkinson, Gemma Farley.

Corvonero: Penelope Light, Anthony Goldstein, Padma Patil, Robert Hiliard.

Tassorosso: Cedric Diggory, Ernie McMillan, Hannah Abott, Zacharias Smith, Gabriel Truman.

Protego[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo che crea una barriera in grado di neutralizzare e di rimandare al mittente gli incantesimi di piccola e media potenza. Visto per la prima volta nel quinto libro, Harry Potter e l'Ordine della Fenice, quando Piton cerca di penetrare i pensieri di Harry con l'incantesimo "Legilimens", riuscendo a vedere così i motivi per cui il professore lo odi così tanto. Ci sono versioni di protego più potenti:

  • Protego Totalum, non permette l'utilizzo della magia in un perimetro limitato (stesso effetto dell'incantesimo Salvio Hexia).
  • Protego Horribilis, uno scudo in grado di respingere la magia nera (fatta però eccezione per le tre maledizioni senza perdono le quali sono irrefrenabili e non hanno un contro-incantesimo).

Profezia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Profezia di Harry Potter.

Una profezia è una previsione del futuro, di piccoli o grandi avvenimenti che capiteranno ad una persona. Essa rappresenta un avvertimento per chi la riceve e a lui sta la scelta di ascoltarla o meno dando inoltre libera interpretazione alla stessa.

Purosangue[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Purezza di sangue in Harry Potter.

Un Purosangue (Pure-blood) è un mago nella cui famiglia non è presente alcun babbano o mezzosangue. Le famiglie di maghi più conosciute nel mondo magico e che si riscontrano nei romanzi della saga di Harry Potter sono: i Weasley, i Paciock, i Malfoy, i Black, i Lestrange, i Prewett, i Gaunt; la famiglia Potter ha invece smesso di essere purosangue dall'unione di James Potter con la nata-babbana Lily Evans, i quali daranno alla luce Harry Potter.

Q[modifica | modifica sorgente]

Quidditch[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Quidditch.

Il Quidditch è un gioco magico che prevede l'uso di scope, e di varie palle. Ha caratteri in comune con la pallacanestro, calcio e polo. Il Quidditch è il gioco più popolare del mondo magico. Nel quidditch ci sono 3 tipi di palle: la Pluffa, due bolidi e un boccino d'oro.

Ai lati del campo ci sono 3 anelli dentro i quali i cacciatori (3 per squadra) dovranno cercare di fare goal. Ogni rete equivale a 10 punti.

Gli anelli sono difesi dal portiere (1 per squadra).

I battitori (2 per squadra) hanno invece il compito di disarcionare gli avversari colpendoli con i bolidi, delle palle impazzite che viaggiano a forte velocità nel campo. Per colpire i bolidi si servono di mazze.

Il boccino d'oro è una piccola palla dorata con delle ali che viaggia velocissima ed è l'obiettivo del Cercatore (1 per squadra). Quando il cercatore acchiappa il Boccino, conclude la partita e guadagna 150 punti per il suo team.

R[modifica | modifica sorgente]

Rettilofono[modifica | modifica sorgente]

Un Rettilofono (Parselmouth) è una persona in grado di parlare con i serpenti. Questo termine viene utilizzato per la prima volta nel secondo libro dopo la lezione di Gilderoy Allock (Gilderoy Lockhart) e di Severus Piton (Severus Snape) in cui Harry parla ad un serpente (anche se nel primo parla, con suo stesso stupore, con un pitone in uno zoo). Questa qualità non è ben vista nel mondo della magia, infatti era una caratteristica di Salazar Serpeverde. Rettilofoni sono i discendenti di Serpeverde, come Orvoloson, Orfin e Merope Gaunt, Lord Voldemort, figlio di quest' ultima, ed Harry Potter, a cui Voldemort ha trasmesso questo potere quando tentò di ucciderlo.

Reparo[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo che viene utilizzato per riparare gli oggetti. Con la Bacchetta di Sambuco pronunciando questo incantesimo Harry (Harry Potter e i Doni della Morte) ripara la sua Bacchetta di Fenice spezzata accidentalmente da Hermione

Ricordella[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Ricordella.

La Ricordella (Remembrall) è una piccola, limpida sfera di vetro che diventa rossa se il padrone ha dimenticato qualcosa. Sfortunatamente, la sfera non ricorda allo smemorato cosa ha dimenticato.

Rictusempra[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo che provoca il solletico.

Riddikulus[modifica | modifica sorgente]

Incantesimo usato per rendere ridicolo qualcosa, molto utile contro i Mollicci.

S[modifica | modifica sorgente]

Schiopodi Sparacoda[modifica | modifica sorgente]

Gli Schiopodi Sparacoda (Blast-ended Skrewts in inglese) sono creature apparentemente innocue, simili a dei granchi. I maschi sono dotati di un pungiglione, mentre le femmine hanno una fessura sulla pancia da cui succhiano il sangue. Compaiono per la prima volta nel 3° libro.

Illustrazione di una scopa volante.

Scope volanti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Quidditch#Le scope.

Le scope volanti sono i mezzi che usano i maghi per spostarsi. Esse sono anche il mezzo di trasporto nel Quidditch. La migliore è sicuramente la Firebolt, ma di notevole rilevanza vi sono anche la Nimbus 2000 e 2001. Vengono nominate anche la Tornado Sette (cavalcata da Ron), la Comet Duecentosessanta (guidata da Cho e, da quello che dice Ron, da Draco Malfoy prima di entrare in squadra). Viene nominata anche la Scopalinda Sette.

Sectumsempra[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Sectumsempra.

Incantesimo di grande potenza che lacera la pelle facendo schizzare via il sangue, è quindi considerato come magia nera e chiaramente non funziona contro esseri senza sangue come ad esempio gli Inferi. Il suo inventore è stato il principe mezzosangue, ovvero Severus Piton.

Serpentese[modifica | modifica sorgente]

Il Serpentese (Parseltongue) è la lingua parlata dai serpenti. Nell'universo potteriano, le uniche persone note in grado di parlare tale lingua prima di Harry Potter furono Salazar Serpeverde, i tre Gaunt e Lord Voldemort. Dono non comune, il possedere questa dote è ritenuto estremamente negativo. Harry utilizza il serpentese involontariamente per aizzare un boa contro suo cugino allo zoo, e in seguito per fermare il serpente lanciatogli da Malfoy durante il loro scontro nel club dei duellanti. Albus Silente sembra in grado di capire il Serpentese, ma non di parlarlo.

Strillettera[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Strillettera.

La Strillettera (Howler) è una lettera rosso acceso che usualmente significa dispiacere e/o rabbia del mittente verso il destinatario. Quando viene aperta, la Strillettera inizia ad strillare con la voce del mittente al destinatario, alla fine del messaggio si distrugge per autocombustione. Se non viene aperta, esploderà e urlerà anche più forte.

Stupeficium[modifica | modifica sorgente]

Lo Stupeficium (Stupefy o Ennervate) è un incantesimo comunemente chiamato Schiantesimo che colpisce l'avversario e lo fa svenire. Non provoca dolore a parte la caduta, anche se più schiantesimi sulla stessa persona potrebbero esserle fatali. È comunque pericoloso, in quanto come si narra nel 7º libro se inviato verso un mago che sta volando ad alta quota si rischia di ucciderlo per la caduta.

T[modifica | modifica sorgente]

Testurbante[modifica | modifica sorgente]

È termine arcaico utilizzato ad Hogwarts per indiare uno studente il cui Smistamento sia durato più di cinque minuti. Un tale lasso di tempo per prendere una decisione è eccezionalmente lungo per il Cappello Parlante, e capita raramente.

Thestral[modifica | modifica sorgente]

Sono dei cavalli alati molto scuri e con il corpo scheletrico, possono essere quindi inquietanti ma non sono maligni. Possono vederli solo le persone che hanno visto morire qualcuno. Compaiono per la prima volta in Harry Potter e l'Ordine della fenice. I Thestral trainano le carrozze di Hogsmeade.

Trasfigurazione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Trasfigurazione.

La trasfigurazione è una materia insegnata nella Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts dalla professoressa Minerva McGranitt, e in precedenza anche da Albus Silente (ha insegnato a Tom Riddle). Si occupa del tramutamento magico di una persona, di una cosa o di un animale, in un altro.

Tranello del diavolo[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una specie pericolosissima, che riesce a stritolare coloro che si avventurano tra i suoi temibili tentacoli.

Trattandosi di una pianta che vive al buio e all'umido, l'unico modo per neutralizzarla è attaccarla con fuoco o luce. È altresì possibile sfuggire alla sua presa letale: essendo molto sensibile al movimento della preda, se ci si ritrova tra le sue grinfie è necessario restare totalmente immobili. La pianta, in questo modo, allenterà la presa.

Compare per la prima volta in Harry Potter e la pietra filosofale.

V[modifica | modifica sorgente]

Veritaserum[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Veritaserum.

Il Veritaserum è una pozione che ha proprietà simili al cosiddetto siero della verità. Tre gocce sono sufficienti per costringere chi la beve a svelare i suoi più intimi segreti. È incolore e inodore.

Viene usato da Silente per interrogare Barty Crouch Jr nel quarto libro, e da Dolores Umbridge, Inquisitore Supremo e poi Preside nel quinto libro, su molti studenti della scuola.

Volate Ascenderai[modifica | modifica sorgente]

Con questo incantesimo Allock tenta di far sparire il serpente evocato da Malfoy durante un duello con Potter, ma senza riuscirci (secondo film).

W[modifica | modifica sorgente]

Wingardium Leviosa[modifica | modifica sorgente]

È l'incantesimo di levitazione, in grado di sollevare piccoli oggetti e di spostarli ovunque si voglia.

Z[modifica | modifica sorgente]

Zenzerotti[modifica | modifica sorgente]

Dolci che sono in vendita da Mielandia. In Harry Potter e L'Ordine della Fenice, la professoressa McGranitt li offre ad Harry che si era recato nel suo ufficio dopo una sfuriata con la Umbridge.

Note[modifica | modifica sorgente]


Harry Potter Portale Harry Potter: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Harry Potter