Gliese 667

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gliese 667 A / B / C
Sequenza video artistica che mostra le tre stelle del sistema dalla superficie di Gliese 667 Cc.
Classe spettrale K3V / K5V / M2V
Distanza dal Sole 23 anni luce
Costellazione Scorpione
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta 17h 18m 57,18s
Declinazione -34° 59′ 23,3″
Dati fisici
Raggio medio 0,77 / 0,44 / 0,20 R
Massa
0,75 / 0,65 / 0,38 M
Temperatura
superficiale
3950 K (media)
Luminosità
0,13 / 0,05 / 0,003 L
Metallicità 26% del Sole
Dati osservativi
Magnitudine app. 6,29 / 7,24 / 10,25
Magnitudine ass. 7,07 / 8,02 / 11,03
Parallasse 143,45 ± 17,12 mas
Moto proprio AR: 1149,24 mas/anno
Dec: -90,80 mas/anno
Velocità radiale 0 km/s
Nomenclature alternative
HD 156384, HR 6426, CD−34°11626, SAO 208670, HIP 84709, LHS 442/442/443, MLO 4

Gliese 667 (conosciuto anche come HR 6426 e MLO 4) è un sistema stellare multiplo situato nella costellazione dello Scorpione, ad una distanza di circa 23 anni luce dal Sistema solare. Il sistema stellare è composto da due stelle della sequenza principale, separate l'una dall'altra da una distanza variabile da 5 a 20 UA con un periodo orbitale di 42 anni, e da una piccola e fredda nana rossa che orbita a grande distanza dalla coppia centrale (da 56 a 215 UA). C'è anche una quarta componente, ma non sembra essere legata gravitazionalmente alle prime tre.

La magnitudine apparente del sistema è 5,89, il che lo rende a stento visibile ad occhio nudo dalla Terra.

Gliese 667 A[modifica | modifica sorgente]

La componente principale del sistema è una stella della sequenza principale, di colore arancione e classe spettrale K3-V. Con massa e diametro pari rispettivamente al 75% e al 77% rispetto al Sole, possiede il 13% della sua luminosità e presenta una metallicità (abbondanza di elementi più pesanti dell'elio) piuttosto scarsa.

La distanza da Gliese 667 A alla quale un pianeta dovrebbe trovarsi per presentare condizioni climatiche favorevoli allo sviluppo di forme di vita è 0,36 UA (54 milioni di chilometri).

Gliese 667 B[modifica | modifica sorgente]

L'altra componente del sistema binario centrale è anch'essa una stella della sequenza principale di colore arancione, ma un po' meno calda (classe spettrale K5-V). Essa possiede il 65% della massa del Sole, meno di metà del suo diametro e solo il 5% della sua luminosità.

Gliese 667 C[modifica | modifica sorgente]

Questa piccola e debole nana rossa di classe spettrale M2-V ha il 38% della massa del Sole, un quinto del suo diametro e appena lo 0,3% della sua luminosità.

Sistema planetario[modifica | modifica sorgente]

Rappresentazione artistica di Gliese 667 Cc, con il sistema di Gliese 667 A/B sullo sfondo.

Intorno alla componente C orbitano almeno 6 pianeti, mentre l'esistenza di un altro rimane da confermare. Gliese 667 Cb è stato scoperto nel 2009 e Gliese 667 Cc fu prima menzionato nel 2011, mentre nel febbraio del 2012 studi effettuati dall'Università Georg-August di Gottinga hanno portato all'annuncio della scoperta ufficiale del pianeta che sembra essere un candidato serio per essere tra quelli in grado di avere acqua liquida in superficie. Il Planet Habitability Laboratory calcola che, con un'atmosfera simile a quella terrestre, il pianeta avrebbe una temperatura media di circa 27 °C, solo una decina di gradi più alta della temperatura media terrestre[1].

Gliese 667 Cd non fu immediatamente confermato, nonostante studi preliminari sulla velocità radiale ne facevano supporre l'esistenza. La conferma di questo pianeta è avvenuta solo nel 2013. Il pianeta è anch'esso una super Terra avente una massa almeno 5,6 volte quella terrestre, e trovarsi ad una distanza dalla stella madre di 0,235 UA. Anche questo pianeta potrebbe essere dentro la zona abitabile, anche se a quella distanza sarebbe necessario un forte effetto serra causato da un'abbondanza di anidride carbonica e altri gas serra nell'atmosfera per avere condizioni favorevoli allo sviluppo della vita[2]

Osservazioni effettuate tramite lo spettrografo HARPS nel dicembre 2012 suggeriscono la presenza di altri pianeti orbitanti attorno a Gliese 667 C. Un riesame più accurato della velocità radiale indica la presenza di sei segnali corrispondenti a probabili pianeti orbitanti attorno alla stella, equivalenti a corpi che orbitano rispettivamente in 7,2, 28,1, 30,8, 38,8, 53,2 e 91,3 giorni. I segnali corrispondenti a 7,2 e 28,1 giorni corrispondo ai periodi orbitali dei pianeti precedentemente scoperti, mentre la periodicità di 53,2 giorni corrisponde alla seconda armonica della rotazione della stella e non dovrebbe essere causata da un pianeta[3].

Nel 2013 sono stati confermati i pianeti d, e e f, inoltre, è stato scoperto un pianeta più esterno, Gliese 667 Cg, la cui presenza, anche se ancora non confermata, appare probabile. Il segnale di un altro pianeta, Gliese 667 Ch, che orbita invece più internamente, rimane incerto[4]. Tutti sono delle Super-Terre, e Gliese Ce e Gliese Cf, assieme al già noto Gliese Cc, sono stati inseriti nella ristretta lista dei pianeti abitabili del Planetary Habitability Laboratory (PHL), considerati all'interno della zona abitabile della stella madre[5].

Considerando le ultime scoperte, il modello del sistema dovrebbe essere:

Gliese 667 C: Modello a 6 pianeti[4]
Pianeta Tipo Massa Periodo orb. Sem. maggiore Eccentricità
b Super Terra ≥5,94 M 7,2 giorni 0,0504 UA 0,112
c Super Terra ≥3,86 M 28,12 giorni 0,125 UA 0,001
f Super Terra ≥1,94 M 39,08 giorni 0,156 UA 0,001
e Super Terra ≥2,68 M 62,266 giorni 0,212 UA 0,001
d Super Terra ≥5,21 M 92,09 giorni 0,276 UA 0,019
g Super Terra ≥4,41 M 251,52 giorni 0,539 UA 0,107
Gliese 667 C: Modello a 7 pianeti
Pianeta Tipo Massa Periodo orb. Sem. maggiore Eccentricità
b Super Terra ≥5,94 M 7,2 giorni 0,0504 UA 0,112
h (Non confermato) Super Terra ≥2,60 M ~17 giorni 0,085 UA (Sconosciuta)
c Super Terra ≥3,86 M 28,12 giorni 0,125 UA 0,001
f Super Terra ≥1,94 M 39,08 giorni 0,156 UA 0,001
e Super Terra ≥2,68 M 62,266 giorni 0,212 UA 0,001
d Super Terra ≥5,21 M 92,09 giorni 0,276 UA 0,019
g Super Terra ≥4,41 M 251,52 giorni 0,539 UA 0,107

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gliese 667C c: Warm Superterran Exoplanet in the Constellation Scorpius Planetary Habitability Laboratory all'Università di Porto Rico ad Arecibo
  2. ^ Guillem Anglada-Escude, Pamela Arriagada, Steven Vogt, Eugenio J. Rivera, R. Paul =Butler, Jeffrey D. Crane, Stephen A. Shectman, Ian B. Thompson, Dante Minniti, Nader Haghighipour, Brad D.Carter, C. G. Tinney, Robert A. Wittenmyer, Jeremy A. Bailey, Simon J. O'Toole, Hugh R.A. Jones, James S. Jenkins,, A planetary system around the nearby M dwarf GJ 667C with at least one super-Earth in its habitable zone in The Astrophysical Journal, accepted, febbraio 2012, Bibcode:2012arXiv1202.0446A.
  3. ^ Philip C. Gregory, Additional Keplerian Signals in the HARPS data for Gliese 667C from a Bayesian Re-analysis.arΧiv:1212.4058
  4. ^ a b Guillem Anglada-Escudé, Mikko Tuomi, Enrico Gerlach, Rory Barnes, Renè Heller, James S. Jenkins, Sebastian Wende, Steven S. Vogt, R. Paul Butler, Ansgar Reiners, Hugh R. A. Jones, A dynamically-packed planetary system around GJ 667C with three super-Earths in its habitable zone in Astronomy & Astrophysics, 7 giugno 2013, DOI:10.1051/0004-6361/201321331.
  5. ^ The habitable exoplanet catalog PHL

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni