Gliese 163 c

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Gliese 163 c
Stella madre Gliese 163
Scoperta 20 settembre 2012
Scopritori Xavier Bonfils et al.
Classificazione Super Terra
Distanza dal Sole 48,9 a.l.
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 17h 18m 58,688s
Declinazione -34° 59′ 48,337″
Parametri orbitali
Semiasse maggiore 0,125 UA
Periodo orbitale 25,6 giorni
Dati fisici
Raggio medio 1,8 - 2,4 R
Massa
6,9 M
Temperatura
superficiale
332 K (media)

Gliese 163 c è un pianeta extrasolare potenzialmente abitabile che orbita intorno alla nana rossa di classe spettrale M3.5 V Gliese 163, nella costellazione del Dorado. La scoperta del pianeta è stata annunciata nel settembre del 2012.

Parametri del pianeta e abitabilità[modifica | modifica wikitesto]

Il pianeta orbita ad una distanza media di 0,125 UA dalla stella madre, più piccola e fredda del Sole, e si trova all'interno della zona abitabile. Il periodo di rivoluzione del pianeta, una super Terra con una massa quasi sette volte quella della Terra, è di 25,6 giorni. Il raggio del pianeta è stato stimato da 1,8 a 2,4 volte quello terrestre

Si calcola che la luce ricevuta dal pianeta sia del 40% superiore di quella che la Terra riceve dal Sole; per confronto Venere riceve dal Sole il 90% di luce in più di quanta ne riceva la Terra. La temperatura sulla superficie del pianeta, nel caso questi avesse un'atmosfera di tipo terrestre, si pensa possa essere di circa 60 °C[1], forse un po' troppo calda per la vita come noi la conosciamo, ma sufficiente per avere acqua liquida in superficie e poter albergare forme di vita esotiche.

L'astronomo Abel Méndez suggerisce uno scenario del pianeta composto da un oceano mite e un'atmosfera 10 volte più densa di quella terrestre, coperto da nubi con la tonalità del cielo di color rosa[2].

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ HEC: Data of Potential Habitable Worlds Università di Porto Rico a Arecibo (Planetary Habitability Laboratory)
  2. ^ Newfound Alien Planet a Top Contender to Host Life Space.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica