Glicol dietilenico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Glicol dietilenico
formula di struttura
Nome IUPAC
2,2'-ossodietanolo
Nomi alternativi
glicole dietilenico
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C4H10O3
Massa molecolare (u) 106.12 g/mol
Aspetto liquido incolore
Numero CAS [111-46-6]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1.118
Solubilità in acqua miscibile
Temperatura di fusione −10,45 °C (262,55 K)
Temperatura di ebollizione 244-245 °C (517-518 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine irritante

attenzione

Frasi H 302 - 373
Consigli P --- [1]

Il glicole dietilenico (nome IUPAC 2,2'-ossodietanolo), abbreviato in DEG, è un composto organico descritto dalla formula di struttura HO-CH2-CH2-O-CH2-CH2-OH. È un liquido trasparente, igroscopico ed inodore. È miscibile con acqua e solventi organici polari come eteri o alcoli.

È bene non confonderlo con il glicol etilenico più diffuso come additivo per liquidi di raffreddamento.

Usi[modifica | modifica sorgente]

Il glicole dietilenico è utilizzato come blocco per la costruzione di composti, mediante la sintesi organica, come l'1,4-diossano. È un solvente per la nitrocellulosa, resine, coloranti, oli ed altri composti organici. È usato come umettante per tabacco, sughero, colori per la stampa e colle. Come il glicol etilenico esso può essere usato come antigelo se disciolto in acqua. Questo abbassa lievemente la temperatura di congelamento ed alza di molto la temperatura di ebollizione, per questo è prevalentemente utilizzato in climi caldi. Inoltre può essere trovato in fluidi idraulici come il liquido freni. Per quanto riguarda la cura del corpo esso, in genere, è sostituito da altre specie di glicoleteri.

In alcune nazioni il glicole dietilenico è illegalmente usato come contraffazione della glicerina ed è venduto al livello internazionale come sciroppo per la tosse e dentifricio. In passato esso è stato usato come adulterante dai viticoltori per addolcire il sapore del vino.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 06.05.2014

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia