Gli invasori (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gli invasori
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1961
Durata 98 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere epico, storico
Regia Mario Bava
Sceneggiatura Mario Bava, Oreste Biancoli
Fotografia Mario Bava, Ubaldo Terzano
Montaggio Mario Serandrei
Musiche Roberto Nicolosi

musiche della versione USA: Les Baxter

Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Gli invasori è un film diretto da Mario Bava nel 1961.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nell'anno 786, durante una scorribanda vichinga nel Dorset, due bambini, Erik ed Eron, vengono divisi: il primo rimane solo ed il secondo viene portato via da un vichingo. Il re Harald è morto e al suo posto regna la regina Alice, che trova per caso un bambino (si tratta di Erik), riconosciuto come vichingo da un simbolo che porta sul petto; decide di allevarlo come un suo figlio, nascondendo a tutti la verità. Dopo venti anni, in terra vichinga, Eron si innamora di una vestale di nome Daya, ma non può sposarla a meno che non diventi re. Olaf, intanto, preme perché i Vichinghi abbiano il potere sul Mare del Nord e viene invitato ad essere capo della guerra; per ottenere questo titolo deve scontrarsi però contro Eron, l'altro candidato, il quale lo sconfigge. Sul fronte inglese Erik, già nominato duca di Helford, viene fatto Comandante della flotta del Regno della regina Alice, la quale inoltre le regala una croce, come portafortuna. I Vichinghi, intanto, si sono avvicinati e si scontrano con la flotta inglese: Eron entra al castello, favorito da Rutford, e fa prigioniera la regina ed Erik naufraga in terra vichinga dove viene custodito e salvato da una vestale di nome Rama, che, vista la croce che porta, lo riconosce come un inglese e gli dice che la regina Alice è loro prigioniera. L'indomani, alla festa del matrimonio di Eron con Daya, Erik prova a fare un'insurrezione ma viene preso e messo ai ceppi. Liberato in seguito da Rama, che fa bere un sonnifero alle guardie, fugge con lei. Eron, venuto a sapere dell'evasione, si mette sulle loro tracce. Trovatolo, lo affronta in duello, ma durante la zuffa si accorge del segno che Erik porta sul petto, identico al suo: lo riconosce quindi come suo fratello. Mentre Eron urla a gran voce che quello è suo fratello, un traditore lo colpisce alla gola con una freccia. A questo punto scoppia un tafferuglio generale ed Erik invade il castello, liberandolo dalle grinfie del perfido Rutford, che viene ucciso. Eron muore ed Erik e Rama partono con la nave.

Distribuzioni della pellicola[modifica | modifica sorgente]

  • Uscita in Italia Italia: 7 dicembre 1961
  • Uscita in Gran Bretagna Regno Unito: 21 aprile 1963
  • Uscita negli Usa Stati Uniti: 12 giugno 1963
  • Uscita in Francia Francia: 10 luglio 1963

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]