Gli epigoni (Sofocle)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gli epigoni
I discendenti
Tragedia perduta
Polinice corrompe Erifile offrendole la collana di Armonia per la partenza di Anfiarao (oinochoe 450-440 a.C.)
Polinice corrompe Erifile offrendole la collana di Armonia per la partenza di Anfiarao (oinochoe 450-440 a.C.)
Autore Sofocle
Titolo originale Ἐπίγονοι
Lingua originale Greco antico
Genere Tragedia
Fonti letterarie Gli Epigoni, poema epico perduto
Ambientazione Tebe
 

Gli epigoni (o I discendenti) (greco antico: Ἐπίγονοι) è una tragedia perduta di cui restano solo frammenti, scritta dal tragediografo Sofocle nella metà del V secolo a.C. Sofocle s'ispirò per la stesura della tragedia ad un poema epico perduto intitolato Gli Epigoni, che trattava il mito degli Epigoni, ovvero i discendenti dei Sette condottieri che presero parte alla guerra scatenata da Polinice contro Tebe.