Gli astrigeni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gli astrigeni
Titolo originale Star Begotten[1]
Autore Herbert George Wells
1ª ed. originale 1937
Genere romanzo
Sottogenere fantascienza
Lingua originale inglese

Gli astrigeni (Star Begotten[1]) è un romanzo breve di fantascienza di H. G. Wells del 1937.

Racconta la storia di una serie di persone che fanno congetture sulla possibilità che la razza umana venga modificata dai marziani per sostituire il loro pianeta morente. Nel romanzo Wells ritratta l'immagine degli alieni come crudeli invasori che aveva reso celebre ne La guerra dei mondi del 1898, descrivendoli ora come esseri saggi e benevoli.

Il libro è dedicato "al mio amico Winston Spencer Churchill".

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista della storia è Joseph Davis, un autore di storie popolari, che viene assalito dal sospetto che lui e la sua famiglia siano già stati esposti e stiano iniziando a cambiare.[2]

I marziani - che non appaiono mai nella narrazione, ma le cui caratteristiche vengono dedotte dai personaggi con la logica - sono una sorta di fratelli maggiori e più saggi dell'umanità, che guidano l'evoluzione dell'intelletto umano con una dosata irradiazione di raggi cosmici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b La prima edizione (britannica) di questo romanzo riporta il titolo in due parole separate: Star Begotten. Il trattino venne aggiunto con la prima edizione negli Stati Uniti: Star-Begotten.
  2. ^ - University Press of New England (2006) upne.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Edizioni di Gli astrigeni in Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Associazione culturale Delos Books.