Gli amanti del sogno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gli amanti del sogno
Joseph Cotten in Love Letters trailer.JPG
Joseph Cotten nel trailer del film
Titolo originale Love Letters
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1945
Durata 101 min
Colore B/N
Audio Mono (Western Electric Recording)
Rapporto 1.37 : 1
Genere drammatico, noir, sentimentale
Regia William Dieterle
Soggetto dal romanzo Pity My Simplicity di Christopher Massie (come Chris Massie)
Sceneggiatura Ayn Rand
Produttore Hal B. Wallis
Casa di produzione Paramount Pictures
Fotografia Lee Garmes
Montaggio Anne Bauchens
Musiche Victor Young
Scenografia Roland Anderson e Hans Dreier

Ray Moyer (arredamenti)

Costumi Edith Head
Trucco Wally Westmore (supervisore)
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Gli amanti del sogno (Love Letters) è un film del 1945 diretto da William Dieterle. Tratto dal romanzo Pitty My Semplicity di Chris Massie, fu sceneggiato dalla scrittrice Ayn Rand.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dal fronte un soldato scrive lettere d'amore per conto di un amico che, in licenza, sposa la destinataria. Un anno dopo torna anche l'autore delle lettere e incontra la donna che ha perso la memoria durante una lite nella quale il marito è stato ucciso. L'aiuta a guarire.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dalla Paramount Pictures; le riprese durarono da metà ottobre a metà dicembre 1944[1]

Venne girato nei Paramount Studios al 5555 di Melrose Avenue, a Hollywood[2], con il titolo di lavorazione The Love Letters.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film, distribuito dalla Paramount Pictures, venne presentato in prima a New York il 25 agosto 1945 e, sulla costa occidentale, a Los Angeles, il 4 ottobre. Uscì poi in distribuzione nazionale il 26 ottobre. Il 28 ottobre 1946, venne distribuito in Svezia. Nel 1947, uscì anche in Portogallo (28 febbraio), in Spagna, a Madrid (13 ottobre) e in Turchia[3].

Jennifer Jones, nominata all'Oscar 1946

Nel 1946, fu candidato a quattro premi Oscar: per la miglior attrice, per la miglior scenografia in bianco e nero, per la miglior colonna sonora, per la miglior canzone.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ AFI
  2. ^ IMDb Locations
  3. ^ IMDb release info

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema