Glenn Warren Most

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Glenn Warren Most (Miami, 12 giugno 1952) è un filologo classico e docente statunitense, professore ordinario di Filologia greca presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Glenn Warren Most attualmente ricopre la cattedra di Filologia Greca presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove è professore ordinario dal 2000.

La sua formazione accademica inizia negli USA, dove si è laureato in Filologia latina; i suoi vasti interessi di studioso lo hanno poi spinto a conseguire il perfezionamento con prestigiosi master in Letteratura comparata alla Università Yale e in Filologia classica presso l'Università di Tubinga.

L’elenco degli atenei in cui ha svolto il suo ruolo di ricercatore, insegnante e studioso è molto lungo: oltre che a Yale e Tubinga, Università di Heidelberg, Princeton, Siena, Innsbruck, Chicago, dove tuttora, nei periodi di riposo dalle fatiche pisane, insegna Storia del pensiero socio-politico.

Tra i riconoscimenti ottenuti, il Gottfried Wilhelm Leibniz Preis, oltre a quello molto prestigioso di Visiting professor presso il Collège de France.

Collabora attivamente con numerose riviste specialistiche sia come autore sia come membro dei rispettivi comitati scientifici, tra cui:

  • Philosophia naturalis;
  • Arion;
  • Phoenix;
  • Internationale Zeitschrift für Philosophie;
  • Poetica;
  • Materiali e discussioni per l'analisi dei testi classici (diretta dal professore Gian Biagio Conte);
  • Nietzsche-Studien;
  • Methodos.

Opere[1][modifica | modifica sorgente]

In italiano:

  • Leggere Raffaello: “La Scuola di Atene” e il suo pre-testo, tradotto da Daniela La Rosa per Einaudi (Torino (2001) dall'originale Raffael Die Schule von Athen
  • Il dito nella piaga. Le storie di Tommaso l’Incredulo, tradotto da Daniela La Rosa per Einaudi (Torino (2009) dall'originale Doubting Thomas

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bibliografia completa in Pubblicazioni Scuola Normale di Pisa

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 108445936 LCCN: n82121632