Glenn Jacobs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kane
Kane nell'aprile 2014.
Kane nell'aprile 2014.
Nome Glenn Thomas Jacobs
Ring name Glenn Jacobs[1]
Angus King[1]
The Christmas Creature[1]
Bruiser Mastino[1]
Sid Powers[1]
Doomsday[1]
Spartacus[1]
Unabomb[1]
Isaac Yankem, DDS[1]
Diesel[1]
Kane[1]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Torrejón de Ardoz[2]
26 aprile 1967 (48 anni)
Altezza 213 cm
Peso 147 kg
Allenatore Jeff Bradley
Ray Candy
Dean Malenko
Debutto 18 giugno 1992[1]
Federazione WWE
Progetto Wrestling

Glenn Thomas Jacobs (Torrejón de Ardoz, 26 aprile 1967) è un wrestler e attore statunitense, sotto contratto con la WWE dal 1995, dove di esibisce con il ring name Kane.

Nato a Torrejón de Ardoz, Spagna, Jacobs si è laureato alla Northeast Missouri State University prima di iniziare la sua carriera di wrestler nel circuito indipendente nel 1992. Ha lottato in diverse promozioni minori, come la Smoky Mountain Wrestling e la United States Wrestling Association, prima di unirsi alla World Wrestling Federation (ora WWE) nel 1995. Ha avuto diverse gimmick fino al 1997, anno in cui ha adottato definitivamente il personaggio di Kane, il fratellastro mascherato di The Undertaker, con il quale avrebbe alternativamente avuto rivalità o alleanze nel tag team noto come Brothers of Destruction.

Kane ha vinto 18 titoli in totale durante la sua carriera in WWF/E, di cui tre titoli mondiali, avendo detenuto il WWF Championship, il World Heavyweight Championship e l'ECW Championship, ed è anche un 12 volte campione tag team, avendo detenuto per 9 volte il World Tag Team Championship, 2 volte il WWE Tag Team Championship e 1 volta il WCW World Tag Team Championship con diversi partner. Inoltre è stato Mr. Money in the Bank 2010.

Durante la sua intervista nel podcast di Steve Austin, il direttore esecutivo della WWE Triple H, ha definito Kane la Costante della compagnia per la sua carriera che dura da più di due decenni[3]. Inoltre è ritenuto dall'ex campione Ric Flair il miglior wrestler al mondo[4].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Jacobs è nato a Torrejón de Ardoz, figlio di un ufficiale della United States Air Force di stanza in Spagna. È cresciuto nelle vicinanze di St. Louis, Missouri[5] e si è laureato in letteratura inglese alla Northeast Missouri State University, dove ha giocato sia basket e football americano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi (1992–1995)[modifica | modifica wikitesto]

A seguito di un grave infortunio al ginocchio, lasciò la carriera nel football americano e decise di entrare nel mondo del wrestling, di cui era grande fan fin da ragazzino[5]. Si avvicinò ad una federazione locale chiamata World League e lì conobbe Dutch Mantel che lo introdusse all'interno delle federazioni indipendenti. Successivamente entrò nella Malenko Wrestling Academy, gestita da Dean Malenko e dal padre Larry (noto come Boris Malenko). Dopo alcuni mesi in cui combatteva tra il Giappone (nella Pro Wrestling Fujiwara Gumi (PWFG) federazione a carattere "shoot" nella quale combatteva con il suo vero nome) e Puerto Rico[5]; debuttò nel wrestling professionistico nel 1992 come Angus King. Successivamente si trasferì nel sud degli Stati Uniti e adottò varie gimmick chiamate Doomsday e The Christmas Creature. Nel 1993 passò alla Smoky Mountain Wrestling, dove si esibiva con il ringname Unabomb. In questa federazione conquistò il SMW Tag Team Championship insieme a Al Snow nel team chiamato "The Dynamic Duo"[6]. Durante il periodo trascorso in United States Wrestling Association lottava come Doomsday e conquistò il massimo alloro[7]. Ha lottato anche un match nella World Championship Wrestling (WCW) col nome Bruiser Mastino. In tale match è stato sconfitto dal pluricampione Sting[8].

World Wrestling Federation/Entertainment/WWE (1995–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Prime gimmick (1995–1997)[modifica | modifica wikitesto]

Il debutto in World Wrestling Federation risale al 1995, con la partecipazione al PPV SummerSlam con la gimmick heel del Dr. Isaac Yankem, il dentista personale di Jerry "The King" Lawler[9], contro Bret Hart, match in cui viene sconfitto per squalifica.

Dopo aver perso uno steel cage match contro Hart a ottobre, partecipa alle Survivor Series 1995 come membro del team Royals (Yankeem, Hunter Hearst Helmsley, Jerry Lawler e King Mabel, ma viene eliminato da The Undertaker, che vince il match per il team Darkside (The Undertaker, Savio Vega, Fatu e Henry Godwinn).

Alla Royal Rumble 1996 Yankeem entra col numero 27, ma viene eliminato da Shawn Michaels dopo aver eliminato Fatu.

Dalla seconda metà del 1996 al 1997 ha interpretato la gimmick di Diesel, sostituendo Kevin Nash, che a quell'epoca era passato alla rivale World Championship Wrestling (WCW)[9].

Il finto Diesel prende parte alla Royal Rumble 1997 rimanendo nel finale da solo sul ring con Bret Hart, che lo elimina, venendo però poi eliminato da Steve Austin, scorrettamente rientrato sul ring senza essere visto dagli arbitri, dopo che in precedenza era stato eliminato dallo stesso Hart.

Fratellastro di Undertaker e WWF Champion (1997–2000)[modifica | modifica wikitesto]

La gimmick più nota tra quelle interpretate da Jacobs è senza dubbio quella di Kane, il fratello di The Undertaker, desideroso di vendetta verso quest'ultimo dopo esser stato gravemente ustionato in faccia in seguito ad un incidente domestico causato dal fratello. Kane indossa una maschera per nascondere il suo volto deturpato, ha delle evidenti turbe psichiche nate in seguito all'incidente ed un modo di comportarsi fuori dal comune. Il suo esordio risale al 5 ottobre 1997 al pay-per-view Badd Blood: In Your House. In quell'occasione, accompagnato dallo storico ex-manager di Undertaker Paul Bearer, entra nel ring durante il primo Hell in a Cell Match della storia, avente per protagonisti il fratello e Shawn Michaels. Kane stende The Undertaker con la Tombstone Piledriver, permettendo ad uno Shawn Michaels insanguinato di vincere il match[10].

Alle Survivor Series combatte il suo primo match, sconfiggendo Mankind, per poi sconfiggere anche Vader a No Way Out of Texas: In Your House[11].

Undertaker si rifiuta di lottare contro suo fratello. Gli assalti di Kane tuttavia continuano, rendendo impossibile la vita del "Phenom": interviene infatti nel corso del Casket Match tra Il Becchino e Shawn Michaels alla Royal Rumble 1998. A seguito del match, Undertaker decide finalmente di affrontarlo. A WrestleMania XIV i due combattono in una competizione singola per la prima volta e a trionfare è Undertaker, al quale servono tre Tombstone Piledriver per sconfiggere la Big Red Machine: Kane è così il primo wrestler a resistere alla Tombstone Piledriver[9][12].

The Undertaker, fratellastro di Kane secondo la storyline.

L'intero intreccio tra Kane e The Undertaker viene svelato solo dopo WrestleMania, il 19 maggio. Kane è, secondo la storyline, il risultato di una relazione clandestina tra la madre di Undertaker e Paul Bearer, un dipendente dell'impresa funebre gestita allora dalla famiglia di Undertaker. Quando Kane e Undertaker erano bambini, quest'ultimo bruciò la sua casa, (probabilmente mosso dall'odio provato verso Bearer, sua madre ed il suo fratellastro) uccidendo i suoi parenti e deturpando irrimediabilmente la faccia di Kane (i genitori di Undertaker furono presumibilmente bruciati a Long Island; durante un'edizione di Raw nel Long Island, Kane e Bearer apparentemente riesumarono i loro corpi portandoli nell'arena). Bearer, sopravvissuto all'incendio, nascose Kane in un asilo mentale e terminata la crescita del figlio, lo portò in WWF con il solo scopo di vendicarsi del fratello maggiore.

Nel frattempo Kane continua a scalare i vertici della federazione fino ad ottenere un match per il WWF Championship contro "Stone Cold" Steve Austin. I due si affrontano al pay per view King of the Ring 1998 in un First Blood Match, match che per la sua particolare stipulazione dà una mano notevole a Kane: per vincere infatti bisogna far sanguinare l'avversario; Kane con la sua maschera non avrebbe mai potuto sanguinare. Il match e la cintura vanno quindi alla Big Red Machine, che perde però il titolo la sera dopo, per mano dello stesso Austin[13][10]. Nell'edizione di Raw del 13 luglio, assieme a Mankind conquista il World Tag Team Championship[14], titolo che perde la settimana successiva contro Stone Cold Steve Austin e The Undertaker[15]. Kane e Mankind riconquisteranno il titolo poi il 10 agosto in un Fatal-4 Way tag team match a Raw, al quale presero parte anche i New Age Outlaws e The Rock e D'lo Brown[16]. Perdono il titolo il 30 agosto contro i New Age Outlaws[17]. Dopo questa sconfitta, la coppia mascherata si divise. Intanto, Kane ricomincia la faida con Undertaker. I due si affrontano nel primo Inferno match di sempre, ad Unforgiven: In Your House, e la vittoria va nuovamente al Deadman[18]. A Judgment Day: In Your House, Kane e Undertaker si riaffrontano per decretare il nuovo WWF Champion, reso vacante dopo che a Breakdown, avvenuto qualche tempo prima, Kane e Undertaker avevano schienato contemporaneamente Steve Austin, allora campione[19]. Il match finisce, però, in no Contest quando Steve Austin, arbitro speciale per l'occasione, colpisce i due con la Stunner e si dichiara campione. Questo porterà Vince McMahon a licenziare (kayfabe) il Texas Rattlesnake il giorno dopo.

Nel 1999 si unisce alla stable della Corporation, salvo poi essere cacciato dalla stessa per incomprensioni con Chyna; passa tra i face e dà vita ad un tag team con X-Pac accompagnati da Tori; la gimmick di Kane si evolve: il personaggio passa dall'essere muto a parlare, sebbene assai raramente, con il supporto di un'elettrolaringe. Insieme, vincono due volte il World Tag Team Championship: prima il 30 marzo del 1999 battendo Owen Hart e Jeff Jarrett[20] e poi l'8 settembre dello stesso anno contro gli Acolytes (Bradshaw & Farooq[21]). Il tag team si scioglie quando X-Pac ritorna nella D-Generation X e i due iniziano una faida l'uno contro l'altro, vinta da Kane a WrestleMania 2000 in un tag team match con compagno Rikishi contro Road Dogg e lo stesso X-Pac[22].

Brothers of Destruction e Intercontinental Champion (2000–2001)[modifica | modifica wikitesto]

Poco tempo dopo Jacobs è costretto a stare lontano dal ring per un mese a causa di un infortunio alla mano; al suo ritorno si unisce a The Undertaker e The Rock nella loro faida contro la McMahon-Helmsley Faction; la rivalità tra Kane e Undertaker torna a farsi sentire ed i due si sfidano in un match a SummerSlam 2000 finito in no-contest, con Undertaker che smaschera Kane costringendolo a scappare con il viso nascosto tra le mani[23]. Iniziò poi una breve faida per l'Intercontinental Championship con Chris Jericho, che sconfigge alle Survivor Series e a Rebellion, conclusosi con una sconfitta in un Last Man Standing match ad Armageddon 2000[24].

Kane ritornò alla Royal Rumble dove elimina il numero record di undici avversari e si qualifica secondo[10]. A WrestleMania X-Seven diventa Hardcore Champion battendo Raven e Big Show in un Hardcore Triple Threat Match[25]. Perderà il titolo sedici giorni dopo in favore di Rhyno[25] . Quindi, forma una nuova alleanza con The Undertaker, dando vita ai Brothers of Destruction; i due affrontano contro diversi tag team, e nel corso del feud contro i Two-Man Power Trip. Kane sconfigge Triple H conquistando l'Intercontinental Championship a Judgment Day in un Chain Match[26] oltre che al World Tag Team Championship con Undertaker, vinto battendo Edge e Christian il 19 aprile[27]. Il regno da campione di coppia si conclude proprio contro i Power Trip (Steve Austin e Triple H) 10 giorni dopo[28]. Infine, perde l'Intercontinental Championship il 28 luglio a SmackDown! in favore di Albert[29].

Nel corso dell'Invasion, il duo riconquista il World Tag Team Championship vincendo la faida contro DDP e Chris Kanyon[30] e poi il WCW World Tag Team Championship a SmackDown il 9 agosto battendo Sean O'Haire e Chuck Palumbo[31]. Iniziano poi una faida con i KroniK (Brian Adams e Bryan Clark) che si conclude ad Unforgiven con la vittoria dei fratelli[32]. Persero poi titolo di coppia della WCW il 25 settembre in favore di Booker T e Test[31]. Alle Survivor Series unificano il World Tag Team Championship al WCW World Tag Team Championship battendo i Dudley Boyz[31][33]. Perderanno il titolo contro gli stessi Dudleyz il 17 novembre[34].

Regni titolati e smascheramento (2002–2004)[modifica | modifica wikitesto]

Le strade dei fratelli si dividono: mentre Taker inizia la rincorsa al WWF Championship, Kane inizia una faida con Kurt Angle che si conclude con la vittoria dell'Olympic Hero a WrestleMania X8[35]. Qualche giorno dopo, il 25 marzo 2002 avviene il Brand Extension; Kane diventa un wrestler in esclusiva del roster di Raw[36] ed inizia una faida contro il nWo che termina in anticipo a causa di uno strappo al bicipite della Big Red Machine.

Tornato nell'estate del 2002 dà vita ad un tag team noto come The HurriKane assieme a The Hurricane; il duo vince il World Tag Team Championship il 23 settembre[37]. Il 30 settembre Kane diventa l'Intercontinental Champion battendo Chris Jericho[38]. Gli HurriKane perdono il loro titolo il 14 ottobre contro Christian e Chris Jericho e, quindi, si sciolgono[39]. Più tardi Kane inizia una faida contro Triple H in vista di un match a No Mercy di unificazione del titolo intercontinentale e del titolo mondiale dei pesi massimi detenuto da The Game. La storyline messa in piedi dalla WWE porta Triple H a dire che, diversi anni prima, Kane ebbe una relazione segreta con una certa Katie Vick, che la ragazza morì in un incidente automobilistico[40] e che Kane ne stuprò il cadavere[40]. L'angle in questione non viene apprezzato dai fan e venne, dunque, gradualmente ridimensionato. Triple H vince il match ed unifica i due titoli[41]. L'anno si conclude abbastanza male per Kane, che viene sconfitto da Batista ad Armageddon.[42].

Kane con la maschera e i capelli nel 2003

Contrariamente, il 2003 inizia bene per Kane, che si qualifica terzo alla Royal Rumble, eliminato da Undertaker quando sul ring sono rimasti solo i due e Brock Lesnar, che poi vincerà la Rumble[43]. In seguito, inizia un'alleanza con Rob Van Dam, con il quale vince un titolo di coppia il 30 marzo contro Lance Storm e Val Venis nell'edizione di Heat che precede WrestleMania XIX[44], titolo che perderanno il 15 giugno contro La Résistance[45]. Più tardi, Triple H propone a Kane di lasciare Rob Van Dam e di unirsi alla sua nuova stable: l'Evolution. Tuttavia, Steve Austin, co-General manager di Raw, gli fa una controproposta: dotta se Kane rifiutasse, otterrebbe un match per il World Heavyweight Championship di HHH. A sua volta, però, se perdesse, si vedrebbe costretto a smascherarsi. Kane sceglie quest'ultima proposta, ma a vincere è Triple H (a causa dell'intervento di Ric Flair e Randy Orton), e, dunque, per stipulazione Kane è costretto a smascherarsi[19]. La cosa ha un impatto decisamente negativo su Kane, che comincia ad assumere comportamenti decisamente schizofrenici e paranoici, credendo di essere deriso da chiunque. Inizia a massacrare chiunque gli capiti a tiro, come il suo compagno di tag team RVD, il general manager Steve Austin, Eric Bischoff[10] e Jim Ross[10]. Dopo un attacco a Linda McMahon, Kane inizia una faida con il figlio Shane. La "Big Red Machine" trionfa in entrambi gli scontri diretti contro Shane, ovvero nel last man standing match di Unforgiven 2003[10] e nell'Ambulance Match delle Survivor Series[10]. Nella stessa sera, Kane attacca suo fratello Undertaker seppellendolo vivo sotto un cumulo di terra aiutandosi con un bulldozer, durante un Buried Alive Match tra l'American BadAss e Vince McMahon[10].

Ciò dà il via ad una nuova faida fra i due fratelli, che si conclude a WrestleMania XX col ritorno di Undertaker alla gimmick del becchino. La fortuna sorride nuovamente al Deadman, che si aggiudica match e faida[46].

Relazione con Lita e faida con Edge (2004–2005)[modifica | modifica wikitesto]

Kane durante la sua famosa sequenza d'entrata

Dopo l'evento, Kane attacca casualmente chiunque passi sulla sua strada. Assale dispettosamente Shawn Michaels, mettendolo fuori causa[10]. Si invaghisce di Lita e la sottopone ad una serie di violenze psicologiche.

Nelle settimane successive Kane iniziò ad attaccare ripetutamente Matt Hardy (fidanzato di Lita) cercando di conquistare la ragazza. Riesce a sconfiggere Hardy e a prendersi Lita con la forza a SummerSlam, sposandola (kayfabe) nella puntata di Raw del 23 agosto. Successivamente Shawn Michaels, giurando vendetta alla Big Red Machine per l'infortunio subito, lo affronta proprio ad Unforgiven 2004 in un match senza squalifiche. HBK si aggiudicherà la contesa. Cerca di conquistare il World Heavyweight Championship detenuto da Chris Benoit in due match: uno a Bad Blood[47] e uno il giorno dopo a Raw (nel quale Kane, per stipulazione, non può essere squalificato o contato fuori), la vittoria va al canadese. Accade poi un incidente sul ring: il debuttante Gene Snitsky colpisce Kane alle spalle con una sedia, facendolo crollare su Lita, causando un aborto spontaneo del figlio che aspettava da Kane. Quest'ultimo è completamente fuori di testa e giura vendetta su Snitsky.

Nel pay-per-view Taboo Tuesday, Kane affronta Snitsky in un "Weapon of Choice" match, maneggiando una catena d'acciaio. Snitsky reagisce e lo schiaccia con una sedia di acciaio, provocandogli un serio infortunio e qualche mese di stop forzato[48]In realtà, questo angle era stato studiato per permettere a Jacobs di recitare nel film Il collezionista di occhi (See No Evil), in cui interpreta il protagonista Jacob Goodnight. Dopo il recupero, Kane continua a perseguitare Snitsky, battendolo a New Year's Revolution[49] e poi a RAW[10] in uno Steel Cage match, riuscendo a vendicarsi. Nella puntata di Raw del 7 marzo viene annunciato che Kane è nel Money in the Bank Ladder match di WrestleMania 21, nella stessa serata sconfigge Christian. A WrestleMania 21 partecipa senza successo al primo Money in the Bank Ladder match della storia[50]. In seguito inizia una faida con Trish Stratus, nemica di Lita, e con Viscera, che si era invaghito della canadese e aveva colpito Kane a Raw. A Backlash la Big Red Machine ha la meglio sul "King of Trash"[51]. Così facendo, Kane riesce a guadagnare il favore di una moglie che non lo supporta e che per lui prova più paura che amore.

Stretti buoni rapporti con Kane e guadagnata la sua fiducia, Lita compie un atto di tradimento spietato: si lega ad Edge e costa al marito la finale del Gold Rush Tournament, un torneo che da al vincitore un match titolato contro il campione mondiale Batista. La settimana seguente getta la fede nella tazza del gabinetto davanti allo stesso Kane. Il Big Red Monster si vendica poi attaccando Lita ed Edge durante il loro matrimonio[10]. Kane ed Edge si affrontano in una serie di match, tra cui uno Steel Cage Match. Kane riesce ad attaccare Lita con una Tombstone Piledriver, facendole perdere i sensi ed obbligando i sanitari della WWE a portarla via in barella[10], vendicandosi poi del canadese nel match di Vengeance[52].

Team con Big Show (2005–2006)[modifica | modifica wikitesto]

Kane sanguinante durante uno Steel Cage match contro Edge.

Terminata la rivalità con Edge, Kane è tra i candidati per una titleshot per il WWE Championship, ma i fan votano Shawn Micheals come sfidante di John Cena a Taboo Tuesday[53]. Quindi, forma un tag team con Big Show per affrontare Lance Cade e Trevor Murdoch per il World Tag Team Championship. Kane e Big Show battono facilmente i campioni e vincono il titolo[54]. Prima del pay-per-view Taboo Tuesday, Kane, Big Show ed altri membri di RAW attaccano più volte gli atleti del roster di Smackdown; ciò porta ad un feud tra i due roster e ad un classico Survivor Series Elimination Match alle Survivor Series, dove Kane partecipa nel "Team Raw" che esce sconfitto.[55]. Kane e Big Show si prendono una parziale rivincita sullo show blu a Armageddon, dove sfidano WWE Tag Team Championship, Rey Mysterio e Batista, uscendo vincitori[56].

Kane inizia una carriera da singolo parallela a quella di campione di coppia; il 12 dicembre a Raw si qualifica all'Elimination Chamber match sconfiggendo Triple H. A New Year's Revolution 2006, tenta l'assalto al WWE Championship contro John Cena, Carlito, Chris Masters, Shawn Michaels e Kurt Angle nell'Elimination Chamber match, uscendo però come secondo eliminato[57]. A WrestleMania 22 difende con successo il titolo di tag team dall'assalto di Carlito e Chris Masters[58]. Il duo detiene il titolo di campione di coppia fino all'edizione di Raw del 3 aprile, dove i membri della stable Spirit Squad diventano nuovi campioni di coppia[59]. Alla perdita del titolo, si consuma lo split tra i due, e Kane attacca Big Show iniziando la faida; i due si sfidano a Backlash, dando vita ad un match che si chiude con un "No Contest" in seguito ad un attacco di panico di Kane[60]: da qualche tempo infatti, Kane è vittima di allucinazioni in cui viene misteriosamente richiamata più volte la data del 19 maggio. Il solo nominare quella data fa perdere a Kane il controllo di sé e gli impedisce di portare a termine molti match. Kane svelerà poi che il 19 maggio è il giorno in cui morì la sua famiglia a causa dell'incendio di molti anni prima provocato dal suo fratellastro The Undertaker.

Proprio il 19 maggio sconfigge Rey Mysterio a Smackdown, ma dopo l'incontro Kane ha un nuovo attacco di panico[61]. Da allora Kane inizia a subire attacchi da un suo "io del passato", un altro Kane mascherato come lo era lui ai tempi del suo debutto in WWE. Il wrestler, interpretato da Drew Hankinson (l'attuale Luke Gallows), costa al vero Kane match importanti, uno di questi per il Intercontinental Championship contro Shelton Benjamin. In seguito il vero Kane dichiara a Jim Ross di sapere chi è quell'impostore e perché lo sta attaccando; si tratta di un suo amico d'infanzia con problemi psicologici ancora più grandi dei suoi venuto a vendicarsi di lui per motivi che non rivelerà, limitandosi a dire "voi non avete idea". La Big Red Machine e l'impostore si affrontano in un match a Vengeance[62], dove incredibilmente sarà il falso a vincere. Il vero Kane si vendicherà di tutto ciò la sera dopo, ossia il 26 giugno, a Raw, dove mette KO l'impostore con una serie di Chokeslam From Hell, per poi smascherarlo e scaraventarlo fuori dall'arena[63]. Ciò metterà così fine alla faida, lasciando tutti senza una spiegazione del perché questa persona proveniente dal suo passato nutriva odio verso di lui (l'angle venne abbandonato, perché non riscosse molto successo). Dopo alcune settimane fuori dagli show, Kane torna a Raw il 7 agosto sconfiggendo Shelton Benjamin[64]; conquista così una titleshot al titolo intercontinentale, che usa qualche tempo dopo a Raw contro Johnny Nitro. Tuttavia non riuscirà a vincere per via dell'interferenza di un altro gigante, Umaga[65]. I due continuano a sfidarsi nelle settimane seguenti e finiscono per collidere ad Unforgiven, dove però non emerge nessun vincitore di fatto[66]. Alla fine, la sfida definitiva viene sancita nell'occasione dello show di Raw Family Reunion. A vincere è Umaga, anche grazie all'aiuto del suo manager Armando Alejandro Estrada. Kane subirà anche un Samoan Spike da Umaga che gli causerà un'emorragia interna (kayfabe), costringendolo - come da stipulazione del match - a lasciare la WWE[67].

Reunion dei Brothers of Destruction (2006–2007)[modifica | modifica wikitesto]

Brothers of Destruction

Dopo un periodo di pausa, Kane ritorna a calcare i ring della WWE, combattendo nel roster di SmackDown; inizia una faida con MVP e ritorna a fare coppia con The Undertaker, riportando in vita i Brothers of Destruction[68].Ad Armageddon batte MVP in un inferno match[69].

Partecipa alla Royal Rumble 2007 dove elimina King Booker, il quale poi rientra e lo elimina, dando vita ad una faida che si conclude con la vittoria del Big Red Monster a No Way Out[70]. Quando però, Kane e Booker si trovano uno contro l'altro a SmackDown in un match valido per la qualificazione al Money in the Bank ladder match di WrestleMania 23, The Great Khali interviene nell'incontro attaccandolo, favorendo la vitoria di Booker.[71].

Per tutta risposta, Kane lo attaccherà durante la Masterlock Challenge di Chris Masters, iniziando una faida col gigante indiano. La faida con Khali culmina in un match a WrestleMania 23, conclusosi con la sconfitta di Kane[72]. Comincia così una faida contro William Regal e Dave Taylor. Prende parte alla puntata dello show registrata a Milano vincendo un Handicap match contro il duo inglese per count out quando questi ultimi si allontanano dal ring[73]. Regal e Taylor sono costretti da Theodore Long a disputare un match contro il tag team composto da Kane e The Boogeyman; l'incontro viene vinto da questi ultimi. Nel frattempo, torna in WWE Mark Henry, reduce da un gravissimo infortunio alla gamba e reo di aver fatto perdere a The Undertaker il World Heavyweight Championship contro Edge (che ha incassato il money in the bank contract) al termine di uno steel cage match del Becchino contro Batista finito in parità[74]. Kane cerca così di vendicare il fratello, infortunato per via di uno strappo al bicipite, ma non vi riesce in quanto al PPV One Night Stand perde contro il World's Strongest Man in un Lumberjack match quando sviene in seguito alla Bear Hug[75].

Al termine della faida tra Edge e Batista, Theodore Long nomina Kane come primo sfidante al titolo in vista del pay-per-view Great American Bash[76]. La settimana seguente Edge è però costretto a rendere vacante la cintura a causa di un infortunio, così Long indice una Battle Royal per il titolo; Kane e Batista vengono eliminati contemporaneamente per ultimi da The Great Khali che diventa così il nuovo World Heavyweight Champion[77]. Nella stessa serata si svolge il match per scegliere il primo sfidante al titolo; Kane e Batista si affrontano ma il match termina in no contest e vengono nominati da Long entrambi contendenti alla cintura.A Great American Bash, Kane non riesce comunque a conquistare il titolo, venendo schienato da Great Khali dopo una Khalibomb, il quale si conferma ancora campione[78]. Inizia quindi una breve faida con Finlay che culmina in un match a SummerSlam, vinto da Kane nonostante un infortunio alle costole[79] (kayfabe).

ECW Champion (2007–2008)[modifica | modifica wikitesto]

Kane come ECW Champion

Dopo il recupero, appare nella puntata del 16 ottobre di ECW on SyFy al fianco dell'ECW Champion CM Punk, aiutandolo a sconfiggere John Morrison, The Miz e Big Daddy V[80]. Inizia una faida con Big Daddy V che si sviluppa nelle settimane successive. Viene scelto dal pubblico come sfidante per lo United States Championship contro il campione MVP a Cyber Sunday, match che vince solo per countout, non conquistando il titolo[81]. Continua la faida con Big Daddy V; i due si trovano nei team avversari che si scontrano alle Survivor Series, dove V eliminò Kane[82]. Lotta quindi assieme a CM Punk contro Big Daddy V e Mark Henry ad Armageddon; Il match termina con lo schienamento ai danni di Punk[83]. Kane quindi prende parte all'annuale Royal Rumble, venendo eliminato da Batista e Triple H quando erano rimasti solo quattro wrestler sul ring. Lotta quindi nella Battle Royal tenutasi prima di WrestleMania XXIV; Kane vince la contesa, guadagnando la possibilità di lottare contro il campione ECW Chavo Guerrero più tardi nel corso dello show. Kane riesce a sconfiggere Chavo in soli otto secondi. Infatti il Big Red Monster appare alle spalle di Chavo (che guardava in direzione dello stage), lo colpisce con la Chockeslam e lo schiena[84][85] conquistando per la prima volta l'ECW Championship. Lascia quindi il roster di SmackDown per accasarsi alla ECW. A Backlash avviene il rematch che ha visto Kane difendere con successo il titolo contro Chavo Guerrero[86]. Continua a lottare in tag team con CM Punk, guadagnando un match valido per il WWE Tag Team Championship a Judgment Day contro i campioni John Morrison e The Miz, match che il duo non riesce a vincere[87].

World Heavyweight Champion (2008–2011)[modifica | modifica wikitesto]

Kane nel 2008

Durante la puntata di Raw del 23 giugno 2008, Kane torna al roster di Raw nell'ambito della Draft Lottery 2008, portando con sé l'ECW Championship[88], titolo che perde al pay-per-view Night of Champions 2008, in favore di Mark Henry nel corso di un triple threat match al quale prende parte anche Big Show[89].

Nella successiva puntata di Raw, il 7 luglio, dopo aver perso un fatal four-way match contro JBL, Batista e John Cena, per decretare il primo sfidante per il World Heavyweight Championship a The Great American Bash, Kane effettua un Turn heel, attaccando commentatori e astanti a bordo ring urlando "è vivo o morto?"[90]. A The Great American Bash attacca CM Punk e Batista durante il loro match, causando una doppia squalifica; in tal modo, il titolo rimane nelle mani di Punk[91].

Nelle settimane seguenti comparve durante gli show con un sacco, dichiarando che là dentro c'era colui a cui si riferiva quando diceva "è vivo o è morto?". Si è poi scoperto che Kane si riferiva a Rey Mysterio[92]. Ad Unforgiven prende parte al World Heavyweight Championship Scramble Match ma l'incontro vede per vincitore Chris Jericho[93]. Intanto, continua la faida con Rey Mysterio: i due si affrontano a Raw, dove la Big Red Machine viene fermata solo dall'intervento di Evan Bourne[94]. In un'edizione speciale di Raw sconfigge lo stesso Bourne[95], dopodiché ottiene un match contro Rey Mysterio a No Mercy[96], che però perde per squalifica[96]. A causa del risultato, Kane e Rey Mysterio si riaffrontano a Cyber Sunday ed i fan ottengono la possibilità di scegliere la stipulazione: No Holds Barred, Falls count Anywhere o 2 out of 3 falls match[97]. La scelta dei fan si rivela essere No Holds Barred, ed il match viene vinto da Rey Mysterio[97]. La faida si conclude alle Survivor Series, quando il team di Shawn Michaels (con Mysterio) sconfigge il team JBL (con Kane)[98].

Kane ha partecipato alla sua undicesima Royal Rumble ed entrando con il numero 23 è rimasto sul ring per circa venti minuti eliminando tre superstar. Nel corso di No Way Out ha preso parte all'Elimination Chamber di Raw, ma è stato il primo a lasciare la contesa dopo essere stato eliminato da Rey Mysterio[99]. Si è qualificato per il Money in the Bank ladder match, sconfiggendo in un triple threat Mike Knox e Rey Mysterio a Wrestlemania XXV tuttavia non è riuscito a vincere l'incontro: La valigetta, infatti, viene vinta per il secondo anno consecutivo da CM Punk[100].

Con la Draft Lottery 2009 Kane passa a SmackDown e a Backlash batte Mr. Money in the Bank CM Punk, in un match non valido per la valigetta. Dopo ciò Kane passa un po' di tempo fuori dagli show, viaggiando per l'India e rimettendosi in sesto. Ritorna a The Bash dove assale The Great Khali nel suo No-DQ match contro Dolph Ziggler atterrandolo a colpi di sedia, permettendo alla giovane superstar di vincere il match. I due si affrontano per ben due volte e per due volte Kane riesce a vincere: prima a SummerSlam, poi a Breaking Point in un Singapore Cane match.

Nelle due settimane seguenti, Kane sconfigge R-Truth e John Morrison. Quindi inizia una breve faida con Matt Hardy, sconfiggendolo in due separate occasioni a SmackDown e a Superstars. Nel pay-per-view Bragging Rights il Team SmackDown, dove Kane era co-capitano insieme a Chris Jericho, ha sconfitto il Team Raw grazie allo schienamento di Jericho su Kofi Kingston, ma grazie soprattutto al tradimento di Big Show verso i suoi compagni. Durante la puntata di Smackdown, Kane effettua un turn face salvando il fratello The Undertaker dall'assalto di Big Show e Chris Jericho. Verso la fine del 2009 ha un feud con Mike Knox da cui esce vincitore. Ad Elimination Chamber affronta senza successo Drew McIntyre con in palio l'Intercontinental Championship. Nella puntata di SmackDown del 26 febbraio si qualifica al Money in the Bank Ladder match sconfiggendo McIntyre. A WrestleMania XXVI partecipa al Money in the Bank Ladder Match, ma non riesce a vincere. Nella puntata di Smackdown del 28 maggio 2010 viene sconfitto da CM Punk, non riuscendo a qualificarsi per il match valido per il titolo mondiale in palio a PPV Fatal Four Way.

Kane contro Triple H

La settimana seguente a SmackDown ha annunciato di aver trovato suo fratello The Undertaker in stato vegetativo (kayfabe) e ha giurato vendetta contro chi fosse stato il responsabile. Negli show successivi perseguita prima CM Punk e poi Jack Swagger, ritenendoli inizialmente colpevoli.

Dopo aver vinto il Money in the bank ladder match nell'omonimo pay-per-view del 18 luglio 2010, la sera stessa Kane incassa la valigetta, battendo Rey Mysterio e laureandosi dopo 12 anni World Heavyweight Champion, diventando il 1° lottatore a vincere ECW Championship, World Heavyweight Championship e WWF/E Championship. Inizia di conseguenza un'altra faida fra Mysterio e il Big Red Monster.

Nella puntata di SmackDown del 6 agosto 2010 Rey Mysterio accusa Kane di aver assalito Undertaker. A SummerSlam Kane conserva il titolo sconfiggendo Mysterio. Dopo il match disputatosi, Kane esegue una Tombstone Piledriver sul rientrante Undertaker, effettuando un nuovo turn heel; successivamente ammette che era stato lui a ridurre il fratello in stato vegetativo. Al pay-per-view Night of Champions mantiene il World Heavyweight Championship nel match che lo ha visto affrontare Undertaker in un No Holds barred match, durante il quale il Big Red Monster esegue una Tombstone Piledriver per poi schienare l'avversario. Nella puntata di SmackDown successiva al PPV, Kane lancia una nuova sfida al fratello per il titolo mondiale dei pesi massimi al pay-per-view Hell in a Cell, ma mentre parla sullo stage i druidi di Undertaker portano una bara, nella quale si trova suo padre (kayfabe), Paul Bearer, che decide di schierarsi nuovamente col becchino. A Hell in a Cell Kane sconfigge Undertaker in un Hell in a Cell match grazie all'aiuto di Bearer, che si rivela dalla parte del figlio, conservando il titolo.

A Bragging Rights soffre per tutto il match, ma sconfigge Undertaker, grazie all'intervento del Nexsus, difendendo ancora una volta il titolo in un Buried Alive match.

Edge diventa poi number one contender per il World Heavyweight Championship e Kane inizia così una faida con la Rated-R Superstar. Nelle settimane precedenti alle Survivor Series, Edge rapisce Paul Bearer per far pressione su Kane. Alle Series, il match finisce in pareggio e Kane conserva il titolo. Nelle settimane successive Edge provoca ancora di più Kane tenendo in ostaggio e torturando Paul Bearer. Nella puntata del 3 dicembre, Edge sfida Kane a TLC, in un TLC match per il World Haevyweight Champion. Al ppv, Edge sconfigge Kane, Rey Mysterio e Alberto Del Rio in un TLC match e conquista il World Heavyweight Championship. Nella puntata del 7 gennaio viene sconfitto ancora una volta da Edge in un Last man standing match.

Dopo una breve assenza, ritorna nella puntata di SmackDown del 27 gennaio 2011 partecipando alla Over the Top Rope Challenge lanciata da Del Rio ma viene eliminato da Kofi Kingston. Partecipa alla Royal Rumble entrando con il numero 40 eliminando Ezekiel Jackson, per poi essere eliminato da Rey Mysterio. Nella puntata di SmackDown del 4 febbraio, Kane sconfigge Chavo Guerrero e conquista un posto nell'Elimination Chamber match del PPV Elimination Chamber valido per il World Heavyweight Championship. In occasione della puntata numero 600 di SmackDown viene organizzato un 12-Man Tag Team Match dove Kane, insieme a Sheamus, Wade Barrett, Drew McIntyre, CM Punk e Dolph Ziggler viene sconfitto da John Cena, R-Truth, John Morrison, Rey Mysterio, Edge e Randy Orton. A Elimination Chamber 2011 Edge vince l'Elimination Chamber conservando il World Heavyweight Championship. Nella puntata di SmackDown del 25 febbraio viene sconfitto da Rey Mysterio.

Kane & Big Show

Nella puntata di SmackDown del 4 marzo, dopo un match finito per squalifica contro Big Show, attacca Justin Gabriel con una sedia, guardando gli altri membri del Corre con aria minacciosa. Nella puntata di SmackDown dell'11 marzo, affronta Wade Barrett vincendo per squalifica per l'intervento degli altri membri del Corre ma viene salvato da Big Show e successivamente viene stabilito un match tra Big Show e Kane contro Wade Barrett e Heath Slater ma anche qui interviene il Corre facendo vincere per squalifica la coppia formata dai due giganti. Il 18 marzo, prova a conquistare i WWE Tag Team Championship insieme a Big Show, compiendo un turn face, vincendo ma solo per squalifica. Quindi, le cinture rimangono ai membri del Corre.

Durante la puntata di Raw del 28 marzo, la WWE ha ufficializzato un 8-Man Tag Team Match a WrestleMania XXVII tra il Corre (Wade Barrett, Ezekiel Jackson, Heath Slater e Justin Gabriel) contro Kane, Big Show, Santino Marella e Vladimir Kozlov. Nella serata del 2 aprile 2011 ha introdotto nella WWE Hall of Fame l'attore Drew Carey. A WrestleMania XXVII il team di Kane, sconfigge il Corre. Nella puntata di SmackDown del 22 aprile, Kane e Big Show sconfiggono Justin Gabriel e Heath Slater conquistando il WWE Tag Team Championship. Nella puntata di Raw dedicata al Draft 2011, Kane partecipa alla battle royal SmackDown vs Raw dove però viene eliminato per primo da Sheamus e Vladimir Kozlov. A Extreme Rules, Big Show & Kane sconfiggono Wade Barrett & Ezekiel Jackson in un Tag Team Lumberjack conservando i titoli.

Nella puntata di Raw del 2 maggio, Kane vince contro Mason Ryan per squalifica. Nella puntata di Raw del 17 maggio, perde insieme a Big Show un tag team match contro Michael McGillicutty e David Otunga. A Over the Limit, Big Show e Kane mantengono il titolo di coppia, battendo CM Punk e Mason Ryan. Tuttavia li perdono la sera successiva a Raw proprio contro i due che li avevano sconfitti la settimana prima, ovvero McGillicutty e Otunga.

Kane a Tribute to the Troops 2010

Una decina di minuti dopo il match, il suo compagno Big Show viene investito dalla macchina di Ricardo Rodriguez. Nella puntata di SmackDown del 27 maggio, Kane combatte un match singolo contro Great Khali riuscendo a vincere. Nella puntata di Raw All Star Night, il 13 giugno, vince per squalifica contro Alberto Del Rio e il 16 giugno a Superstars, vince contro Tyson Kidd. Nella puntata di Raw Power to the People viene votato un Arm Wrestling match fra Kane e Mark Henry che però si chiude in un no contest quando Henry attacca Kane e lo schianta con la World Strongest Slam sul tavolo dei commentatori. Nella puntata di Smackdown del 24 giugno, Kane e Randy Orton perdono un match di coppia contro Christian e Mark Henry. A Money in the Bank, Kane partecipa allo Smackdown Money in the Bank ladder match con Sin Cara, Daniel Bryan, Wade Barrett, Sheamus, Cody Rhodes, Heath Slater e Justin Gabriel.

Nella puntata di Smackdown del 15 luglio, Kane ha la meglio su Randy Orton per countout a causa dell'intervento di Christian. Poi però, Kane attacca Captain Carisma, il quale esce fuori dal ring; questa distrazione permette a Randy Orton di effettuare una RKO sul Big Red Monster. Allora Christian tenta di colpire Orton con una sedia ma quest'ultimo riesce a contrattaccare; il wrestler canadese scappa e Orton con la sedia colpisce brutalmente un Kane ancora a terra. La settimana successiva si pensa che Kane abbia effettuato un Turn Heel e affronta Randy Orton in uno street fight match come main event di SmackDown, da cui uscirà sconfitto. Alla fine dell'incontro offre la mano ad Orton, dimostrando che il "dubbio Turn Heel" è falso, impressione che viene confermata subito dopo, quando Mark Henry attacca il Big Red Monster, procurandogli una frattura al perone, lasciandolo fuori dal ring per parecchi mesi (kayfabe).

Rimascheramento e Team Hell No (2011–2013)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Team Hell No.

Nella puntata di Raw del 21 novembre viene mandato in onda un video sulla Big Red Machine, dove è presente anche la sua vecchia maschera (alla quale viene data fuoco). Nella puntata di Raw del 5 dicembre viene invece trasmesso un nuovo video chiamato Kane Resurrected.

Nella puntata speciale dedicata agli Slammy Awards del 12 dicembre, il Big Red Monster fa il suo ritorno, intervenendo nel main event che vede opposti Mark Henry e John Cena. Kane fa il suo ingresso con una strana maschera metallica mai vista prima e i capelli lunghi di un tempo, un nuovo ring attire ispirato ai tagli effettuati durante un'autopsia, oltre ad una versione remixata della sua vecchia musica d'ingresso Burned (utilizzata dal 1997 al 2001) con quella attuale Man on Fire. Appena entrato sul ring, effettua una Chokeslam su Cena, ignorando invece l'uomo che lo aveva infortunato mesi prima, ovvero Mark Henry, che riesce a fuggire. Successivamente si toglie la maschera metallica, rivelando così quella vera, molto simile alla vecchia e quasi completamente rossa. Nella puntata di Raw del 19 dicembre, per nulla soddisfatto, attacca nuovamente Cena, soffocandolo con le sole mani e facendolo addirittura sanguinare dalla bocca. Messo KO il rivale, gli strappa la maglietta (recante la scritta Rise Above Hate) e la porta via con sé come se fosse un trofeo. Nella puntata di Raw successiva spiega il motivo dei suoi continui attacchi, sostenendo di voler aiutare John Cena ad abbracciare l'odio, così da poter essere veramente libero. Nella prima puntata di Raw del 2 gennaio, Kane non si presenta a fianco a Jack Swagger e Mark Henry nel main event della serata, un 6-Men Elimination Tag Team Match, vinto poi dal Team composto da Big Show, John Cena e Zack Ryder. Alla fine dell'incontro il Big Red Monster attacca però quest'ultimi due uscendo da sotto il ring attraverso un buco, nel quale tenta poi di trascinare Ryder. John Cena riesce però a trarre in salvo il suo amico e, dopo pochi secondi, un'esplosione di fuoco esce dalla voragine, lasciando a bocca aperta i due. Sette giorni dopo, Kane apre la puntata con un altro promo sull'odio, insultando i tifosi, ma viene interrotto e raggiunto sul ring da John Cena, con il quale dà vita ad una rissa che li porta a combattere fuori dall'arena, dove il mostro mette K.O. il leader della Cenation prima di sparire. Nel corso della serata, Kane pedina Zack Ryder nel backstage e, quando Eve Torres sale sul quadrato per affrontare Beth Phoenix, la sua musica risuona nell'area. Zack Ryder accorre in aiuto della ragazza e la porta con sé nel parcheggio, ma la macchina con la quale intendono andarsene ha una ruota a terra e lo United States Champion cerca di cambiarla il più in fretta possibile, ma, riuscitosi, non fa in tempo a salire in auto a causa dell'arrivo di Kane, il quale lo schianta al suolo con una Chokeslam. John Cena assiste alla scena attraverso lo schermo durante il suo match contro Dolph Ziggler e corre nel parcheggio per salvarlo, ma ormai è troppo tardi e il Big Red Monster lo coglie di sorpresa, soffocandolo ancora una volta e lasciandolo a terra inerme insieme a Ryder. Nella successiva edizione di Raw, Kane manda un videomessaggio a John Cena, complimentandosi con lui per aver iniziato ad abbracciare l'odio, visto che il leader della Cenation stava letteralmente massacrando Jack Swagger, il quale poco prima aveva conquistato il WWE United States Championship ai danni di un infortunato Zack Ryder, e dicendogli che si affronteranno alla Royal Rumble.

Nella puntata di Raw del 23 gennaio, Kane massacra Zack Ryder in un Falls count anywhere match con una Chokeslam sullo stage, il quale cede a causa dell'impatto. Ryder viene quindi portato via dall'arena in ambulanza e John Cena, intervenuto alla fine del match per impedire a Kane di attaccare anche Eve Torres, sembra subire un altro duro colpo psicologico. Alla Royal Rumble il match tra i due termina in un doppio count-out, con i due atleti che però continuano la loro lotta nel backstage, arrivando vicino al camerino di Zack Ryder. Messo KO il rivale, la Big Red Machine sposta le sue attenzioni su quest'ultimo, trascinandolo con la sedia a rotelle fino al ring ed effettuando su di lui una Tombstone Piledriver davanti agli occhi di Eve Torres.

Nella puntata successiva di Raw, subito dopo il match di Eve Torres, Kane appare in un videomessaggio sul titantron, dicendo che se John Cena avesse abbracciato l'odio fin dall'inizio Zack Ryder non avrebbe subito danni. Dopodiché appare sul ring alle spalle della ragazza, in cui soccorso arriva Cena, che dà vita all'ennesima rissa con il wrestler mascherato. Quest'ultimo va in difficoltà e decide di darsi alla fuga, scappando tra il pubblico. Nella puntata di Raw del 6 febbraio, viene annunciato che Kane sfiderà John Cena a Elimination Chamber in un Ambulance match; inoltre compare a fine show in un breve spezzone nel backstage, dove terrorizza verbalmente Eve Torres. Tre giorni dopo Kane, cerca di attaccare Cena, durante una conferenza stampa a Dubai, ma fallisce e viene schiantato contro un tavolo con una Attitude Adjustment. Nella puntata di Raw del 13 febbraio il mostro mascherato rinchiude Eve Torres in un'ambulanza e cerca di portarla via con sé, ma John Cena arriva e salva la ragazza che lo bacia, sotto lo sguardo di Zack Ryder. Alla fine dello show, Kane scaraventa Ryder, in sedia a rotelle, giù dallo stage. Ad Elimination Chamber, perde però contro John Cena nell'Ambulance Match, che decreta la fine della loro faida.

Kane riappare a Raw il 27 febbraio e distrugge letteralmente Dolph Ziggler, R-Truth, Primo ed Epico al termine del loro incontro, mentre nella successiva puntata di SmackDown interferisce nel match tra Daniel Bryan e il rientrante Randy Orton, attaccando quest'ultimo e mettendolo KO con una Chokeslam, per poi dargli ironicamente il bentornato.

Chiusa la pratica con Cena, Kane inizia un'altra rivalità con Orton e nella puntata di SmackDown del 16 marzo appare sullo stage, poiché vuole dare delle spiegazioni a Randy Orton riguardo ai suoi continui attacchi: al termine del loro match avvenuto l'estate precedente, Kane era uscito sconfitto e gli aveva stretto la mano in segno di rispetto, mostrando però troppa umanità. Randy Orton è invece diventato un vero mostro e ora la WWE è troppo piccola per entrambi. A queste parole Mr. RKO lo invita allora a raggiungerlo sul ring per risolvere la faccenda, ma, quando sembra che ormai la rissa sia inevitabile, la Big Red Machine si ferma e dice che vuole affrontarlo e distruggerlo nel palcoscenico più grande di sempre: WrestleMania. A WrestleMania XXVIII, Kane sconfigge Randy Orton in pochi minuti.

Nella puntata post-Wrestlemania di SmackDown del 6 aprile Orton si aggiudica un combattuto re-match. Nella puntata di SmackDown del 10 aprile, durante il match di Randy Orton, appare sul titantron e rivela di aver aggredito "Cowboy" Bob Orton. A questo punto The Viper, abbandona l'incontro e va alla ricerca del padre nel backstage, trovandolo, ma venendo anche attaccato da Kane. Ad Extreme Rules, viene sconfitto da Randy Orton in un falls count anywhere match. A Over the Limit, batte Zack Ryder al termine di un match molto combattuto.

Nella puntata di Raw del 21 maggio perde contro Daniel Bryan per squalifica dopo averlo colpito con una sedia. Dopo il match infierisce sul rivale assestandogli due Chokeslam. Nella successiva puntata di SmackDown viene però colpito ripetutamente con una sedia proprio da Bryan prima del match contro Randy Orton e Alberto Del Rio, valido per il ruolo di contendente numero uno per il World Heavyweight Championship. Durante il match, Bryan tenta ancora di colpirlo, ma Kane lo tiene d'occhio. Tuttavia, a causa di questa distrazione, il match viene vinto da Del Rio. Nella puntata di Raw del 28 maggio, alla fine del match tra CM Punk e Daniel Bryan, Kane stende quest'ultimo con una Chokeslam sulla sedia. Successivamente attacca anche Punk, ma quest'ultimo riesce a difendersi con un'altra sedia. Nella puntata di SmackDown del 1° giugno Kane affronta Punk per il WWE Championship, ma senza successo, a causa dell'ennessima interferenza di Daniel Bryan. A Raw il general manager John Laurinaitis annuncia un tag team match tra Kane con Daniel Bryan e CM Punk con AJ Lee, la quale aveva affermato che il mostro in realtà ha un cuore. Durante il match viene involontariamente dato il cambio proprio alla ragazza, che salta addosso a Kane e lo bacia. Kane, confuso, abbandona il ring e Daniel Bryan viene sconfitto. Nella puntata di SmackDown del 15 giugno interviene per aiutare AJ, che era dolorante fuori dal ring dopo un colpo ricevuto da Vickie Guerrero, ma quando la prende in braccio per portarla via viene attaccato alle spalle da CM Punk. La rissa si sposta sul ring, dove il mostro riesce a reagire e a colpire con una Chokeslam sia Punk sia Bryan. A No Way Out non riesce ad aggiudicarsi un combattuto incontro in quanto viene distratto dalla caduta di AJ e schienato da CM Punk. Nella puntata di Raw del 25 giugn, prende parte ad un triple treath elimination match contro CM Punk e Daniel Bryan; il match viene vinto da quest'ultimo, che diventa il primo sfidante al titolo.

A Money in the Bank Kane non riesce a vincere la valigetta, che viene "staccata" da John Cena. Nella puntata di Smackdown del 27 luglio perde un Fatal 4 Way Match valido per lo status di Number 1 Contender per il World Heavyweight Championship contro Alberto Del Rio, Daniel Bryan e Rey Mysterio. Il match viene vinto da Del Rio grazie al fondamentale intervento di Ricardo Rodriguez. A SummerSlam viene sconfitto tramite roll-up da Daniel Bryan.

Kane e Undertaker eseguono una doppia Tombstone Piledriver nella millesima puntata di Raw (2012)
Kane e Undertaker nella millesima puntata di Raw.

Nella puntata di Raw del 27 agosto viene mostrato un filmato in cui Kane e Daniel Bryan partecipano a delle sedute per la gestione della rabbia, inviati da AJ Lee. Il 3 settembre, a Raw, su votazione del pubblico, abbraccia il rivale Daniel Bryan, ma scoppia l'ennesima rissa tra i due.

Nella puntata di Raw del 10 settembre viene messa in pratica la teoria del terapista della rabbia di Kane e Daniel Bryan: i due fanno coppia per affrontare i Prime Time Players in un match che mette in palio lo status di primo contendente alle cinture di Kofi Kingston e R-Truth a Night of Champions. I due vincono grazie a una Chockeslam rifilata da Kane a Bryan su Darren Young, che viene schienato dall'esanime Daniel. Nel backstage, dopo aver momentaneamente trovato un punto d'accordo, ricominciano a litigare per decidere quale dei due debba essere nominato prima nel nome della coppia. Nella puntata di SmackDown prima di Night of Champions Kane sconfigge Kofi Kingston; a fine match, però, viene costretto dal Dr. Shelby ad abbracciare il suo avversario. A Night of Champions Kane e Daniel Bryan conquistano le cinture di coppia sconfiggendo il duo afroamericano.

Nel backstage Kane liquida Daniel Bryan, AJ Lee e il Dr. Shelby con una secchiata d'acqua dicendo che bisognava festeggiare. Nella puntata di Raw successiva al PPV il duo difende il titolo nel re-match contro Kingston e R-Truth e, vinto il match, hanno un'ennesima discussione su chi dei due sia il leader del team. A Smackdown del 21 settembre perde un match contro Damien Sandow a causa di una distrazione di Bryan. In seguito fa perdere un match al suo partner contro Cody Rhodes. Nel main event sconfigge per squalifica in un Lumberjack tag team match insieme a Daniel Bryan il team composto da Damien Sandow e Cody Rhodes. Nella puntata di Raw del 24 settembre il Dr. Shelby aiuta ancora Kane e Daniel Bryan a fare squadra con una serie di trucchi psicologici. Successivamente entrano nel ring per sapere il nome della loro squadra, scelto dal pubblico. Dopo aver saputo che il nome del team sarà Team Hell No vengono attaccati alle spalle da Cody Rhodes e Damien Sandow, spianando la strada per una possibile faida. Nella puntata di SmackDown del 28 settembre inizia un torneo tag team, per decretare i contendenti alle cinture. Nella puntata di Raw del primo di ottobre il Team Hell No vince un match contro il team formato da Dolph Ziggler e CM Punk con Kane che effettua lo schienamento vincente. Nalla puntata di SmackDown del 5 ottobre 2012 il Big Red Monster festeggia i 15 anni di militanza in WWE.

In quest'occasione il Team Hell No ottiene un'altra vittoria, stavolta contro Alberto Del Rio e David Otunga. Nella seguente puntata di Raw il duo sconfigge la squadra formata da Ziggler e Del Rio. Nella puntata di SmackDown della medesima settimana Kane batte per squalifica Dolph Ziggler dopo che quest'ultimo gli rifila un colpo allo stomaco con la valigetta di Money in the Bank. A Raw del 15 ottobre prima difende il suo compagno Daniel Bryan dalla WMD di Big Show e dunque sconfigge facilmente Matt Striker. Il 19 ottobre a SmackDown il Team Hell No sconfigge il team formato da Dolph Ziggler e Big Show e, dopo il match, i campioni di coppia vengono attaccati alle spalle sulla rampa di accesso dal Team Rhodes Scholars (Cody Rhodes e Damien Sandow). Per vendicare il vile attacco il Team Hell No interviene durante il Lumberjack Match tra Sheamus e Wade Barrett per vendicarsi, ma i Rhodes-Scholars riescono a fuggire.

A Hell in a Cell il Team Hell No perde il match poiché Kane colpisce ripetutamente gli avversari all'angolo e si fa squalificare, motivo per cui conservano i titoli di coppia. Il giorno dopo a Raw Kane sconfigge i Prime Time Players in un match di coppia insieme a Bryan. Successivamente viene introdotto nel team capitanato da Mick Foley per le Survivor Series insieme a Kofi Kingston, Daniel Bryan, Ryback e Randy Orton per affrontare il team di CM Punk, formato da Punk stesso, The Miz, Cody Rhodes, Damien Sandow e Alberto del Rio. Nella puntata di Raw del 5 novembre Kane ha la meglio su Damien Sandow. La settimana seguente fa coppia con The Miz, battendo Rhodes e Sandow dopo che il suo compagno è stato inserito nel team Foley al posto di Ryback. Nella puntata di Main Event del 14 novembre difende i titoli di coppia insieme a Daniel Bryan contro i Rhodes Scolars, mentre a SmackDown, due giorni dopo, sconfigge Wade Barrett per squalifica, dopo essere stato attaccato dal team Punk, che ha nel frattempo cambiato nome in team Ziggler in seguito all'entrata nel gruppo di Dolph Ziggler e all'uscita di CM Punk.

Kane offre un "hug it out" a Daniel Bryan

Tutto ciò si è trasformato in una vera e propria rissa tra team, con il team Foley che ha avuto la meglio. A Survivor Series viene eliminato per primo nel suo team per mano di Dolph Ziggler, dopo una deludente prestazione durata un paio di minuti e un litigio con Daniel Bryan. La sera dopo Kane e Bryan affrontano Rey Mysterio e Sin Cara in un match non valido per le cinture, ma l'interferenza dei Prime Time Players fa chiudere il match in un squalifica a favore dei campioni. A SmackDown il team Hell No viene sconfitto in un 2 on 1 Handicap Match da Big Show dopo che Kane abbandona il ring in seguito all'ennesima incomprensione con Bryan. Tuttavia, in seguito agli attacchi da parte dello Shield (Seth Rollins, Dean Ambrose e Roman Reins), nel dicembre 2012 i due sembrano aver stretto un più forte legame, eliminano del tutto le classiche scene di litigi, fanno il proprio ingresso sul ring insieme e lavorano da vero team durante gli incontri.

A TLC il team formato da Kane, Daniel Bryan e Ryback viene sconfitto, dopo un combattuto TLC match a 6 uomini, dallo Shield. Nell'ultima edizione di Raw del 2012 il Team Hell No sceglie Heath Slater e Drew McIntyre come sfidanti ai titoli di coppia per la sera stessa e riescono a sconfiggerli mantenendo i titoli. Alla Royal Rumble sconfiggono Damien Sandow e Cody Rhodes mantenendo ancora i titoli di coppia; Kane partecipa inoltre al Royal Rumble match entrando con il numero 24. Viene eliminato dopo un minuto e mezzo dal suo partner Daniel Bryan, elimiandolo successivamente a sua volta. Nella puntata di Raw del 4 febbraio perde contro Sheamus a causa di un'interferenza di Daniel Bryan. A Smackdown della medesima settimana perde contro Big Show dopo un K.O. Punch. A Raw dell'11 febbraio torna alla vittoria sconfiggendo Dolph Ziggler in un match valido per l'ultimo posto disponibile per Elimination Chamber nell'omonimo match che decreterà il primo sfidante al World Heavyweight Championship a WrestleMania 29, ma viene eliminato da Mark Henry.

A Raw sconfigge i Prime Time Players in coppia con Daniel Bryan, anche se quest'ultimo era stato bendato e Kane aveva solo una mano legata. La settimana dopo, a SmackDown, i due vengono sconfitti dai Prime Time Players poiché Kane aveva una benda da capra e Bryan era ammanettato ad una mano; Kane si arrabbia e colpisce Bryan. Il 4 marzo, a Raw Old School, il Team Hell No batte ancora una volta i Prime Time Players dopo una Chokeslam di Kane su Darren Young. Questa volta non c'è nessun litigio tra i due, tuttavia, Bryan va a prendere per sé la banconota che era stata messa nella bocca di Young da "Million Dollar Man" Ted DiBiase, presente a bordo-ring. A Raw Kane vince un match contro CM Punk grazie ad una interferenza di Undertaker e insieme ricordano Paul Bearer, storico manager delle due superstar da poco scomparso. A SmackDown viene sconfitto da Dolph Ziggler dopo una distrazione causata da Big E Langston, che poi attacca Kane con la sua Big Ending dopo il match.

Kane si appresta ad eseguire la Tombstone Piledriver su Randy Orton.

Il 25 marzo, a Raw, il Team Hell No sconfigge i Prime Time Players grazie alla Chokeslam di Kane su Darren Young, nonostante Dolph Ziggler, Big E Langston ed AJ Lee fossero sullo stage a disturbarli; successivamente i due Tag Team Champion continuano a litigare nel backstage per AJ Lee, con quest'ultima che successivamente attacca Kaitlyn per essere stata definita pazza, ma Daniel Bryan e Kane riescono a separarle. Nella puntata di SmackDown del 29 marzo, a seguito di quanto accaduto a Raw, Daniel Bryan e Kaityn sconfiggono Dolph Ziggler ed AJ Lee quando la Divas Champion schiena AJ dopo una Spear. Kane è a bordo-ring e colpisce Big E Langston con un Big Boot. A WrestleMania 29 il Team Hell No riesce a sconfiggere Ziggler e Langston grazie al Diving Headbutt di Bryan, eseguito dopo una Chokeslam di Kane, su Ziggler.

L'8 aprile, a Raw, il Team Hell No si schiera al fianco di The Undertaker quando quest'ultimo si trova sul ring, accerchiato dallo Shield. Nella puntata di SmackDown del 12 aprile, dopo aver sconfitto i Prime Time Players, fanno lo stesso, impedendo allo Shield di attaccare Triple H. Il 15 aprile, a Raw, il Team Hell No affronta nuovamente i Prime Time Players e, dopo la combinazione Chokeslam-Diving Headbutt, Bryan schiena Darren Young. Inoltre viene annunciato un Six-Men Tag Team match per la successiva puntata di Raw, quando Kane, Daniel Bryan e The Undertaker affronteranno lo Shield; i mastini della giustizia escono vincitori dopo che Dean Ambrose schiena Bryan. Nella puntata di Raw del 29 aprile il Team Hell No esce nuovamente sconfitto contro lo Shield quando Roman Reigns schiena John Cena dopo una Spear. Il 3 maggio, a SmackDown, Kane promette di vendicare il suo tag team partner, assalito dallo Shield, in un match contro Dean Ambrose. Tuttavia, grazie ad alcune interferenze di Rollins e Reigns, è proprio Ambrose a vincere il match. Successivamente Kane subisce la Triple Powerbomb (dopo aver tenuto testa da solo a tutti e tre) dai membri dello Shield, che posano con le cinture facendo intendere sempre più probabile un match titolato contro il Team Hell No ad Extreme Rules. Nella puntata di Raw del 6 maggio Daniel Bryan chiede un rematch a Ryback, ma quest'ultimo si rifiuta; interviene allora Kane e viene sancito che nel main event il Big Red Monster affronterà Ryback, ma è proprio quest'ultimo a vincere. Al termine del match lo Shield interviene per attaccare Kane quando Ryback abbandona il ring, ma Daniel Bryan e John Cena li allontanano. Il 10 maggio, a SmackDown, Bryan affronta Dean Ambrose; il match termina per squalifica, a favore di Ambrose, quando Rollins tenta di interferire, ma Kane glielo impedisce. Quindi Reigns attacca Bryan, ma Kofi Kingston interviene, salva la situazione e colpisce Ambrose. Nella puntata di Raw del 13 maggio il Team Hell No e John Cena sconfiggono per squalifica lo Shield per la prima volta in un Six-Man Tag Team Elimination match. A Extreme Rules il Team Hell No deve difendere i suoi WWE Tag Team Championship in un Tornado Tag Team match contro Rollins e Reigns. Il 15 maggio, a WWE Main Event, Kane ha un match contro Seth Rollins; il match termina per squalifica a favore di Kane quando Ambrose interferisce. Lo Shield comincia quindi ad attaccare Kane, salvo ritirarsi quando gli Usos intervengono. A Extreme Rules Bryan e Kane perdono Tag Team Championship contro Seth Rollins e Roman Reigns.

Kane nel 2013

Il 20 marzo, a Raw, Bryan e Kane hanno un duro confronto nel backstage facendo presagire uno split. Tuttavia, i due combattono insieme, con Kofi Kingston, contro lo Shield, ma usciranno ancora una volta sconfitti quando Reigns schiena Kane dopo una Spear. Nella puntata di SmackDown del 24 maggio, il Team Hell No torna alla vittoria quando Daniel Bryan (con Kane a bordo-ring) sconfigge Jack Swagger per sottomissione facendolo cedere alla "No!" Lock. Il 27 maggio, a Raw, il Team Hell No ha ottenuto il suo rematch titolato contro Rollins e Reigns, ma ha perso ancora una volta a causa di un problema di comunicazione. Nella puntata di SmackDown del 31 maggio, mentre Kane sconfigge il WWE Tag Team Champion Seth Rollins, Bryan perde per squalifica contro Roman Reigns proprio a causa di un'interferenza di Kane, il quale colpisce Reigns. Al termine di tale match, gli ex Tag Team Champions hanno una discussione, sebbene il pubblico li spinga a gran voce ad abbracciarsi. Nella stessa serata, Bryan e Kane sono intervenuti in soccorso di Orton chiudendo lo show con Bryan, che per dimostrare di non essere l'anello debole del Team Hell No, riesce a liberare il ring dallo Shield praticamente da solo tra il tripudio del pubblico. Il 3 giugno, a Raw, Bryan, Kane e Orton perdono contro lo Shield quando Orton colpisce accidentalmente Bryan, il quale viene schienato da Dean Ambrose. Nella puntata di SmackDown del 7 giugno, insieme a Randy Orton, il Team Hell No è ospite del Miz TV di The Miz e hanno discusso se Bryan fosse l'anello debole del team o meno. Il 10 giugno, a Raw, Kane sconfigge per squalifica lo United States Champion Dean Ambrose e in seguito a questa vittoria viene ufficializzato un rematch tra i due, questa volta con il titolo in palio, a Payback. Nella puntata di SmackDown del 14 giugno, il Team Hell No e Randy Orton sconfigge lo Shield, diventando il primo team a batterli in un Six-Man Tag Team match, quando Bryan sottomette Seth Rollins. Il 16 giugno, a Payback, Kane ha affrontato Ambrose, ma è stato sconfitto per countout. Nella puntata di Raw del 17 giugno Kane ha ottenuto il suo rematch titolato, vincendolo per squalifica a causa della interferenze di Rollins e Reigns, non riuscendo a conquistare il titolo degli Stati Uniti. In seguito, il trio ha inflitto a Kane la Triple Powerbomb.

Durante la puntata dell'8 luglio di Raw, Kane combatte contro Christian ottenendo una vittoria. Alla fine del match debutta la Wyatt Family che attacca Kane e lo infortuna, facendogli perdere l'opportunità di partecipare al All star match di Money in the Bank. Torna nella puntata di Raw del 29 luglio dove perde un match contro Daniel Bryan e dopo il match Kane colpisce l'ex compagno con una Chokeslam e poco dopo viene attaccato dalla Wyatt Family. A SummerSlam affronta Bray Wyatt in un Ring Of Fire Match, perdendo nonostante un'ottima performance a causa dell'interferenza di Luke Harper ed Erick Rowan, ovvero gli altri due membri della Wyatt Family. Dopo l'incontro viene colpito con i gradoni dai due "adepti" di Wyatt e portato via dai tre.

Direttore delle operazioni (2013–presente)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: The Authority (wrestling).
Kane nel 2013, come direttore delle operazioni

Kane fa il suo ritorno sulle scene ad Hell in a Cell 2013, dove prima salva The Miz dall'attacco della Wyatt Family, ma poi esegue una Chokeslam sull'Awesome One, facendo pensare ad un probabile turn heel. Nella puntata successiva di Raw, sconfigge The Miz per poi chiamare sul ring Stephanie McMahon. Il Big Red Monster, dopo poche parole, si avvicina alla donna e le consegna la maschera, sparendo poi nel backstage. Il 4 novembre a Raw si presenta a bordo ring, durante il match che vedeva Big Show affrontare Randy Orton e lo Shield, con indosso uno smoking e una cravatta rossa; durante il match passa delle sedie allo Shield, il quale con esse attacca Big Show, perdendo così per squalifica. I tre poi eseguiranno una Triple Powerbomb ai danni di Big Show sul tavolo di commento, con Kane, Triple H e Stephanie McMahon che guardano la scena. Nella puntata di smackdown del 17 gennaio viene deriso da CM Punk, ed esegue una chokeslam sullo stesso. A Raw è obbligato da Stephanie McMahon a chiedere pubblicamente scusa, ma CM Punk lo attacca, Kane risponde che per questo affronto Punk dovrà entrare per primo alla Royal Rumble. Alla Royal Rumble, è uno dei partecipanti e si vendica di Punk eliminandolo dopo essere stato eliminato a sua volta, per poi metterlo K.O. con una Chokeslam sul tavolo dei commentatori. Nella puntata di Raw del 3 febbraio attacca Daniel Bryan dopo il match di quest'ultimo contro Randy Orton e lo mette KO con una Chokeslam, e fece lo stesso in alcune puntate successive. Il 17 febbraio perde per squalifica un match contro Daniel Bryan, e nonostante il suono della campana, Kane ha continuato ad infierire su Bryan procurandoli dei problemi al braccio (kayfabe).

Kane membro dell'Authority

A Elimination Chamber, dopo che la Wyatt Family si è intromessa nel match ed hanno messo K.O. John Cena, Kane è intervenuto in suo soccorso, per poi essere attaccato da Daniel Bryan. Proprio quando Daniel stava per vincere, Kane ha impedito lo schienamento, lo ha colpito con una Chokeslam e dopo aver subito un RKO, viene schienato da Randy Orton. Nella puntata di Main Event del 4 marzo Kane perde un match molto combattuto contro Daniel Bryan e a Smackdown del 7 marzo, Kane fa coppia contro "The Animal" Batista, ma perde contro il rientrante Big show e Daniel Bryan. Nella puntata di SmackDown del 14 marzo Kane perde contro Big Show e dopo il match lo Shield (che era a bordo ring ad assistere il suo match) attacca Kane.

Il 31 marzo Roman Reigns viene scelto dal pubblico per sfidare Kane; il match termina in squalifica a favore del Big Red Monster quando lo Shield al completo lo attacca.

A WrestleMania XXX Kane e i New Age Outlaws (Billy Gunn e Road Dogg) vengono sconfitti dallo Shield.

Nella puntata di Raw del 14 aprile, Stephanie McMahon lo sprona a tornare il mostro di prima e distruggere Daniel Bryan. A questo punto, prende la sua maschera rinchiusa in una teca, e va via. A fine puntata di Main Event del 15 aprile, con l'attire del Big Red Monster attacca Big Show. Nella puntata di Raw del 21 aprile, attacca il WWE World Heavyweight Champion Daniel Bryan rifilandogli tre Tombstone Piledriver. A Extreme Rules viene sconfitto da Bryan in un Hardcore match non riuscendo a conquistare il titolo e nelle puntate a seguire ha attaccato continuamente Bryan e la moglie Brie Bella.

A Payback ha attaccato Kofi Kingston durante il suo match con Bo Dallas a causa dei poco gradevoli tweet mandati a Stephanie McMahon. Nella puntata di Raw 16 giugno perde uno Stretcher match contro John Cena, valido per la qualificazione al Money in the Bank. Il 20 giugno a SmackDown sconfigge Dean Ambrose. Il 23 giugno a Raw Triple H annuncia la sua partecipazione al Money In The Bank ladder match valido per il vacante WWE World Heavyweight Championship. Al PPV, interferisce nel ladder match valido per la valigetta, permettendo la vittoria di Seth Rollins, mentre nel main event non riesce a vincere e John Cena diviene il nuovo campione.[101] Il 30 giugno a Raw perde per squalifica un tag team match insieme a Randy Orton, contro John Cena e Roman Reigns. A Battleground è protagonista del main event del PPV, in un Fatal 4-way match insieme a John Cena, Randy Orton e Roman Reigns valido per il titolo mondiale. Kane fallisce l'obiettivo venendo schienato da Cena.

Nella puntata di Raw del 5 agosto 2014, dopo aver perso un Last Man Standing match contro Roman Reigns, ha nuovamente consegnato la maschera a Stephanie McMahon. Nella successiva puntata di Raw è tornato al ruolo di direttore delle operazioni, organizzando per conto dell'Authority l'handicap match tra Roman Reigns e i RybAxel. Nella puntata del quindicesimo anniversario di SmackDown svoltasi il 10 ottobre, sconfigge Adam Rose mettendo fine alla striscia d'imbattibilità di quest'ultimo. Nella puntata di SmackDown svoltasi il 14 novembre, perde per squalifica contro Ryback.

Alle Survivor Series, Kane è uno dei membri del team Authority (composto anche da Seth Rollins, Mark Henry, Rusev e Luke Harper) contrapposto al Team Cena (formato da John Cena, Dolph Ziggler, Big Show, Ryback e Erick Rowan). Kane è stato eliminato da Ziggler che successivamente è riuscito ad eliminare tutti gli altri membri del team, grazie anche all'aiuto del debuttante Sting. A seguito di questa sconfitta, l'Authority viene privata del potere e Kane non è più il direttore delle operazioni. Nella puntata di Raw successiva al pay-per-view, viene attaccato da Ryback dopo che gli aveva lanciato un hot dog addosso. Nella puntata di SmackDown del 28 novembre, interferisce nel match tra Seth Rollins e Ryback attaccando quest'ultimo con una sedia. A TLC, viene sconfitto dal Big Guy in un chairs match. Il giorno dopo a Raw, batte Adam Rose con cui ha un rematch a SmackDown il 16 dicembre vinto anche questa volta da Kane. La stessa sera sconfigge Erick Rowan schienandolo dopo una Chokeslam.

Il 17 dicembre a Tribute to the Troops Kane, Rollins, Harper e Big Show vengono sconfitti da Cena, Ryback, Rowan e Ziggler. Nella puntata di SmackDown del 26 dicembre, viene sconfitto da Ryback, dopo la fine del match insieme a Rusev attacca il Big Guy eseguendo su quest'ultimo due Chokeslam. Il 15 gennaio, a SmackDown affronta il rientrante Daniel Bryan, perdendo per squalifica dopo l'interferenza della J&J Security. La sera stessa Kane, Big Show e Rollins affrontano Reigns, Ambrose e Bryan; nonostante Kane stia per schienare dopo una chokeslam Bryan il match viene vinto dai face, con Kane schienato da Bryan (salvato precedentemente dall'intervento di Reigns). Il 19 gennaio, a Raw partecipa all'handicap match, main event della serata, con Seth Rollins e The Big Show contro di John Cena in cui perdono per l'intervento di Sting. Dopo aver perso il match, compare il WWE World Heavyweight Championship, Brock Lesnar, furioso che cerca di attaccare Seth Rollins, Kane e Big Show intervengono in difesa di Mr. Money in the Bank, ma entrambi subiscono la F-5.

Nell'annuale Royal Rumble match entra con il numero 24, eliminando Bray Wyatt, Ryback, Dean Ambrose e Dolph Ziggler, battendo quindi il record di eliminazioni totali nella rissa reale precedentemente detenuto da Shawn Michaels, prima di essere eliminato da Roman Reigns.

Nella puntata del 29 gennaio di SmackDown Kane ha perso un Casket match contro Daniel Bryan, mettendo fine alla loro pluriennale faida. A Fastlane il team formato da Kane, Big Show e Seth Rollins, sconfigge la squadra formata da Ryback, Erick Rowan e Dolph Ziggler dopo che il direttore delle operazioni schiena quest'ultimo.

Nella puntata di Raw del 9 marzo, Kane e Big Show vengono sconfitti da Erick Rowan e Ryback; poco prima Big Show ha colpito fortuitamente Kane con il KO Punch. Dopo la contesa Stephanie McMahon si arrabbia con i due e li manda fuori dall'arena.

Il 14 marzo a Raw Kane organizza una 10-men Battle Royale alla quale si aggiunge poi Mark Henry per simulare ciò che sarebbe accaduto a Wrestlemania; Kane elimina Goldust, Jack Swagger, Titus o' Neil, Darren Young e Heath Slater, ma viene eliminato da Curtis Axel, a sua volta eliminato da Mark Henry, vincitore della contesa.

A WrestleMania 31 partecipa alla André the Giant Battle Royal, ma viene eliminato da Cesaro dopo aver eliminato i Los Matadores.

Nella puntata di Raw del 6 aprile, Seth Rollins lo deride per essere l'unico membro dell'Authority che non ha vinto alcun match a WrestleMania; Kane decide che Rollins sfiderà ad Extreme Rules uno a scelta tra Ryback, Roman Reigns e Randy Orton, con il tWWE World Heavyweight Championship in palio. Lo sfidante sarà deciso da un triple threat match alla fine della serata; nel frattempo i tre wrestler dovranno affrontare un avversario a caso ciascuno. Randy Orton apre lo show scontrandosi proprio con Kane; il match termina in squalifica quando il direttore delle operazioni colpisce Orton con una sedia d'acciaio.

Nella puntata di Raw del 13 aprile, Seth Rollins gli chiede di perdere in un match contro di lui per permettergli di scegliere la modalità dell'incontro con Orton a Extreme Rules; poco prima del match Kane incontra Daniel Bryan, che gli chiede di tornare il vecchio Kane e per tutta risposta, lo caccia via. Durante l'incontro, Kane fa finta di farsi schienare, ma al conto di due esce dallo schienamento. Il Big Red Monster viene quindi attaccato da Joey Mercury e Jamie Noble, ma li spinge facilmente fuori dal ring; Rollins chiede nuovamente a Kane di farsi schienare, ma questi reagisce colpendolo al volto e mettendosi in posizione per la Chokeslam. Tuttavia, colpisce Rollins con la sua mossa finale solo dopo aver dato l'illusione di volersi far schienare e si mette quindi in posa per la Tombstone Piledriver. A sorpresa però, si getta a terra, ponendo su di sé il corpo dell'esanime Rollins per farsi schienare, perdendo così l'incontro per pinfall volontariamente.

Nella puntata di Raw del 20 aprile prosegue il clima di tensione tra Kane e Rollins, con il primo che si lamenta con Triple H, che lo nomina guardiano della porta nello steel cage match tra Rollins e Randy Orton ad Extreme Rules. Nella stessa sera, sfida dunque John Cena per l'US Championship, perdendo dopo aver dominato l'intero match. Al termine della puntata Rollins sul ring deride Kane, che esce dal backstage per attaccarlo; il WWE World Heavyweight Champion si chiude in una gabbia di ferro calata dall'alto, ma viene colpito con la RKO da Orton, che vi si trovava all'intero, sotto lo sguardo divertito di Kane. Nella successiva puntata di Smackdown, Kane chiede a Rollins di farsi schienare da lui, specificando solo in un secondo momento che si trattava di uno scherzo (il match finisce perciò in no-contest); successivamente sancisce un match tra lo stesso Rollins e Dean Ambrose, che si trasforma in un tag team match dopo l'intervento di Luke Harper e Roman Reigns.

A Extreme Rules, Kane sembra rimanere imparziale per tutto il match, ma a causa dell'intervento della J&J Security, Kane apre la porta seguito dai due bodyguard, ma se ne libera subito, colpendoli con una Double Chokeslam. Successivamente colpisce sia Rollins che Orton con una Chokeslam ciascuno. Dopo un attimo di riflessione, Kane decide di porre l'esanime Rollins su Orton per farlo vincere, ma Orton interrompe lo schienamento a 2. Il Big Red Monster cerca di colpire The Viper con la Tombstone Piledriver, ma quest'ultimo reagisce colpendolo con l'RKO, subendo a sua volta la stessa mossa da Rollins, che esce dalla gabbia vincendo il match.

A Raw dell'11 maggio Triple H annuncia che, a seguito delle continue tensioni tra Kane e Rollins, se quest'ultimo non manterrà il titolo a Payback, Kane perderà l'incarico di direttore delle operazioni. La stessa sera Triple H indice un match tra Kane e Roman Reigns, che non finisce in no-contest a causa del violento attacco di Kane ai danni di Reigns prima dell'inizio. A Payback, Kane si schiera dalla parte di Rollins, mettendo fuori causa Reigns e Dean Ambrose e subendo l'RKO di Randy Orton, consentendo a Rollins di schienare Orton.

Gimmick[modifica | modifica wikitesto]

Kane ha sempre alternato nella sua carriera periodi in cui incarna la sua vera gimmick a periodi comedy. Al suo debutto (1997) la sua gimmick era quella del fratellastro di The Undertaker che cerca vendetta da quest'ultimo: era un mostro che non parlava mai e dalla forza impressionante, arrivando persino a sconfiggere Stone Cold Steve Austin e lo stesso Undertaker. In seguito, comincia ad alternare periodi comedy a periodi da mostro a secondo con chi sia in feud o chi sia il suo tag team partner, fin quando nel 2003, dopo una perdita di interesse del pubblico per il suo personaggio, si toglie la maschera. A quel punto nasce un Kane psicopatico e instabile, attaccando chiunque gli capiti sotto tiro. A Wrestlemania XX, The Undertaker torna ad interpretare il suo storico personaggio, e vince contro Kane in pochi minuti, facendo capire che il Big Red Monster non era più quello di un tempo. In seguito il suo personaggio si alternò tra varie rivalità e alleanze, fin quando, a dicembre del 2011, Kane ritornò da un infortunio subito da Mark Henry con una maschera ed iniziò una faida con John Cena, Zack Ryder e Eve Torres ritornando ad essere un personaggio dominante e inarrestabile. Tutto questo fin quando, messo in tag team con Daniel Bryan ritorna ad avere una gimmick comedy.

A novembre 2013 si è unito all'Authority (la stable heel composta da Triple H, Stephanie McMahon, lo Shield e Randy Orton), togliendosi nuovamente la maschera e apparendo in forma elegante, come direttore delle operazioni. Nella puntata di Raw del 14 aprile 2014, dopo un rimprovero di Stephanie McMahon, a causa delle sue recenti sconfitte, Kane prende la sua maschera rinchiusa in una teca, e se ne va. Nella successiva puntata attacca il WWE World Heavyweight Champion Daniel Bryan, tornando il mostro inarrestabile e violento di un tempo. Nella puntata di Raw del 5 agosto 2014, dopo aver perso numerosi match, ha nuovamente consegnato la maschera a Stephanie McMahon. Nella successiva puntata di Raw è tornato al ruolo di direttore delle operazioni.

Nell'aprile 2015 Kane comincia a distaccarsi dall'Authority, ribellandosi a Seth Rollins e facendo intendere di voler tornare dalla parte dei buoni, senza però compiere la definitiva separazione dalla stable.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Jacobs è sposato dal 1995 con Crystal Maurisa Goins, con la quale ha avuto due figli,[9]. Nel tempo libero ama molto giocare ai videogiochi o leggere[102]. È un libertariano ed ha un blog dove esprime le sue idee, The Adventure of Citizen X[103]. Nel 2014, insieme alla moglie ha aperto un'agenzia assicurativa a Knoxville, Tennessee, chiamata The Jacobs Agency[104][105].

A marzo 2002 partecipò ad una edizione speciale del telequiz americano The Weakest Link con altri wrestler della WWE, vincendo nel round finale battendo Bubba-Ray Dudley. Donò i soldi vinti ad un ospedale di Memphis, Tennesse[9].

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Kane effettua la Chokeslam From Hell su CM Punk

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Come Isaac Yankem

Come Kane

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Kane effettua la Flying clothesline su CM Punk

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "The Big Red Machine"
  • "The Big Red Monster"
  • "Mr. Money in the Bank"
  • "The Devil's Favourite Demon"
  • "The Demon"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

Come Isaac Yankem, DDS

  • "Dentist Drill Sounds" (giugno 1995–settembre 1996)

Come Diesel

  • "Diesel Blues" di Jim Johnston (settembre 1996–settembre 1997)

Come Kane

  • "Burned" di Jim Johnston (5 ottobre 1997–12 giugno 2000)
  • "Out Of The Fire" di Jim Johnston (19 giugno 2000–28 marzo 2002)
  • "Rollin' (with "Out of the Fire" intro)" dei Limp Bizkit (Febbraio 2001–18 novembre 2001; usata come membro dei Brother of Destruction)
  • "Slow Chemical" di Jim Johnston e Finger Eleven (1º aprile 2002–11 agosto 2008)
  • "Rest in Fire" (Man on Fire + Rest in Peace) di Jim Johnston (14 marzo 2004–6 marzo 2010; usata come membro dei Brother of Destruction)
  • "Man on Fire" di Jim Johnston (18 agosto 2008–22 luglio 2011)
  • "Veil Of Fire" di Jim Johnston (12 dicembre 2011–presente)

Wrestler allenati[modifica | modifica wikitesto]

Condotta in pay-per-view[modifica | modifica wikitesto]

1995

1996

  • Royal Rumble - Royal Rumble Match - Entrata numero 27. Sconfitta.

1997

1998

1999

2000

2001

2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008

2009

2010

2011

2012

2013

2014

2015

Condotta a WrestleMania[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Pro Wrestling Illustrated

  • PWI Tag Team of the Year (1999) - con X-Pac[107]
  • 186º tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI Years (2003)
  • tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2011)

Smoky Mountain Wrestling

  • SMW Tag Team Championship (1 - con Al Snow)

United States Wrestling Association

  • USWA Heavyweight Championship (1)

World Wrestling Federation/Entertainment/WWE

Luchas de Apuestas record[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Lucha Libre.
Posta in palio Vincitore Sconfitto Luogo Data Note
Maschera Kane Vader Milwaukee, Wisconsin 31 maggio 1998 Mask vs. Mask match a Over the Edge: In Your House.
Maschera Triple H Kane New York City, New York 23 giugno 2003 Mask vs. Title match a Raw.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Jacobs nel 2013

Per un periodo, Glenn Jacobs ha lasciato le scene della WWE per girare il film Il collezionista di occhi, in cui ha ricoperto il ruolo del protagonista[108]. Il film è uscito il 19 maggio 2006 negli Stati Uniti ed il 28 luglio in Italia, ma non è stato giudicato positivamente da pubblico e critica.[109] Ha partecipato anche alla sesta stagione della serie TV Smallville con i colleghi Batista e Ashley Massaro. Dopo aver doppiato una versione animata di Kane in Scooby-Doo! WrestleMania Mystery, è tornato nei panni di Jacob Goodnight, nel sequel de Il collezionista di occhi, intitolato See No Evil 2.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

DVD dedicati a Kane[modifica | modifica wikitesto]

  • Kane - Journey To Hell (2006)
  • The Twisted, Disturbed Life Of Kane (2009)
  • Best Of WWE Volume 7 - Kane (2010)
  • Brothers Of Destruction - Greatest Matches (2014)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) Profilo su cagematch.net. URL consultato il 3 maggio 2015.
  2. ^ (EN) Greg Oliver, The Pro Wrestling Hall of Fame: The Heels, ECW Press, 2007, pp. 227, ISBN 1-55022-759-9.
  3. ^ (EN) LIVE REPORT - 2/2 Stone Cold & Triple H Podcast: Complete "virtual-time" coverage of WWE Network live podcast - storyline decisions, Rumble booking, C.M. Punk, Chyna, more hot topics, 2 febbraio 2015. URL consultato il 30 aprile 2015.
  4. ^ (EN) Exclusive: Ric Flair on Charlotte vs. Ronda Rousey, Shawn Michaels, Bobby Heenan, staying relevant and more, 22 aprile 2015. URL consultato il 30 aprile 2015.
  5. ^ a b c (EN) Kane Talks WrestleMania Memories And The Undertaker, Why He Wanted To Remove His Mask, More, 1º aprile 2015. URL consultato il 2 aprile 2015.
  6. ^ SMW Tag Team Title. URL consultato il 6 ottobre 2008.
  7. ^ Regni dello USWA Heavyweight Championship, wrestling-titles.com. URL consultato il 6 ottobre 2008.
  8. ^ (EN) Profilo su cagematch.net. URL consultato il 3 maggio 2015.
  9. ^ a b c d e Glen Jacobs Biography, Imdb.com. URL consultato il 9 giugno 2008.
  10. ^ a b c d e f g h i j k l I momenti più distruttivi della storia di Kane, WWE.com. URL consultato il 15 ottobre 2008.
  11. ^ (EN) Kane vs. Vader: No Way Out. February 15th. 1998. URL consultato il 26 febbraio 2015.
  12. ^ Risultati di Wrestlemania XIV, WWE.com. URL consultato il 6 ottobre 2008.
  13. ^ (EN) WWE World Heavyweight Championship - Kane, WWE.com. URL consultato il 29 settembre 2008.
  14. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & Mankind, WWE.com. URL consultato il 1º ottobre 2008.
  15. ^ (EN) World Tag Team Championships - Stone Cold & Undertaker, WWE.com. URL consultato il 15 ottobre 2008.
  16. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & Mankind 2, WWE.com. URL consultato il 1º ottobre 2008.
  17. ^ World Tag Team Championships - New Age Outlaws, WWE.com. URL consultato il 15 ottobre 2008.
  18. ^ (EN) Unforgiven: In Your House: Full Event Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  19. ^ a b (EN) Biografia di Kane su wwe.com, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  20. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & X-Pac, WWE.com. URL consultato il 29 settembre 2008.
  21. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & X-Pac 2, WWE.com. URL consultato il 29 settembre 2008.
  22. ^ (EN) Full WrestleMania 2000 results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  23. ^ (EN) SummerSlam 2000: Full Event Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  24. ^ (EN) Armageddon 2000: Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  25. ^ a b (EN) Hardcore Championship's List, WWE.com. URL consultato il 9 ottobre 2008.
  26. ^ (EN) Intercontinental Championship - Kane, WWE.com. URL consultato il 29 settembre 2008.
  27. ^ World Tag Team Championships - Kane & Undertaker, WWE.com. URL consultato il 29 settembre 2008.
  28. ^ (EN) World Tag Team Championships - Stone Cold & Triple H, WWE.com. URL consultato il 20 ottobre 2008.
  29. ^ (EN) Intercontinental Championship - Albert, WWE.com. URL consultato il 9 ottobre 2008.
  30. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & Undertaker 2, WWE.com. URL consultato il 6 ottobre 2008.
  31. ^ a b c (EN) World Championship Wrestling Tag Team Title, Wrestling-Titles.com. URL consultato il 17 ottobre 2008.
  32. ^ (EN) Unforgiven 2001: Full Event Results, WWE.com. URL consultato il 20 ottobre 2008.
  33. ^ (EN) Survivor Series 2001:Full Event Results, WWE.com. URL consultato il 20 ottobre 2008.
  34. ^ (EN) World Tag Team Championships - The Dudleys, WWE.com. URL consultato il 20 ottobre 2008.
  35. ^ (EN) Full WrestleMania X8 results, WWE.com. URL consultato il 23 ottobre 2008.
  36. ^ (EN) Splittin' time, WWE.com. URL consultato il 20 ottobre 2008.
  37. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & The Hurricane, WWE.com. URL consultato il 29 settembre 2008.
  38. ^ (EN) Intercontinental Championship - Kane 2, WWE.com. URL consultato il 29 settembre 2008.
  39. ^ (EN) World Tag Team Championships - Christian & Chris Jericho, WWE.com. URL consultato il 29 settembre 2008.
  40. ^ a b (EN) PebblesCrap:The very worst of The Flintstones, ECW Press, 2003, pp. 267, ISBN 1-55022-584-7.
  41. ^ (EN) Intercontinental Championship - Triple H, WWE.com. URL consultato il 29 settembre 2008.
  42. ^ (EN) Armageddon 2002: Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  43. ^ (EN) Royal Rumble match 2003, WWE.com. URL consultato il 15 ottobre 2008.
  44. ^ (EN) World Tag Team Championships - Kane & Rob Van Dam, WWE.com. URL consultato il 29 settembre 2008.
  45. ^ (EN) World Tag Team Championships - Rene Dupree & Sylvain Grenier, WWE.com. URL consultato il 9 ottobre 2008.
  46. ^ (EN) Full WrestleMania XX Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  47. ^ (EN) Arena Report - Nationwide Arena, WWE.com. URL consultato il 20 ottobre 2008.
  48. ^ Risultati di Taboo Tuesday 2004, WWE.com. URL consultato il 16 ottobre 2008.
  49. ^ No Revolution: Triple H prevails, slamsport.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  50. ^ (EN) Full WrestleMania 21 Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  51. ^ (EN) Backlash 2005: Full Event Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  52. ^ (EN) Vengeance 2005: Full Event Results, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  53. ^ Risultati di WWE Taboo Tuesday 2005, WWE.com. URL consultato l'8 ottobre 2008.
  54. ^ (EN) World Tag Team Championships - Big Show & Kane, WWE.com. URL consultato il 29 settembre 2008.
  55. ^ (EN) Team SmackDown def. Team RAW (Classic Survivor Series Match), WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  56. ^ (EN) Armageddon 2005: Results, WWE.com. URL consultato l'8 ottobre 2008.
  57. ^ (EN) WWE Champion John Cena def. Kurt Angle, Shawn Michaels, Kane, Chris Masters and Carlito to retain (Elimination Chamber Match), WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  58. ^ (EN) Full WrestleMania 22 results, WWE.com. URL consultato il 15 aprile 2015.
  59. ^ (EN) The Champ bows down to the "King of Kings", WWE.com. URL consultato il 21 ottobre 2008.
  60. ^ (EN) Kane vs. Big Show (No Contest), WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  61. ^ (EN) WWE Smackdown results may 19 2006, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  62. ^ (EN) "Impostor Kane" def. Kane, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  63. ^ (EN) J.R.'s Superstar of the Week - Edge, WWE.com. URL consultato il 16 ottobre 2008.
  64. ^ (EN) I risultati di RAW del 7 agosto, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  65. ^ (EN) Johnny Nitro to face Kane for Intercontinental Championship, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  66. ^ (EN) Winning the war, WWE.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  67. ^ (EN) Raw: Brands mix at Family Reunion, slamsport.com. URL consultato il 10 aprile 2015.
  68. ^ (EN) Divide and conquer?, WWE.com, 15 dicembre 2006. URL consultato il 16 ottobre 2008.
  69. ^ (EN) Kane def. MVP (Inferno Match), WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  70. ^ (EN) Kane def. King Booker, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  71. ^ (EN) Money in ye Bank, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  72. ^ (EN) Full WrestleMania 23 results, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  73. ^ (EN) Kane contro Regal e Taylor a Milano, WWE.com. URL consultato il 21 ottobre 2008.
  74. ^ (EN) Mark Henry costs Undertaker the World Heavyweight Championship, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  75. ^ (EN) Mark Henry def. Kane (Lumberjack Match), WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  76. ^ (EN) Edge Rated-iRate over championship match with Kane, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  77. ^ (EN) Khali's greatest victory, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  78. ^ (EN) World Heavyweight Champion The Great Khali def. Batista and Kane (Triple Threat Match), WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  79. ^ (EN) Kane def. Finlay, WWE.com, 26 agosto 2007. URL consultato il 13 aprile 2015.
  80. ^ Risultati del 16 ottobre 2007 a ECW, WWE.com. URL consultato il 20 ottobre 2008.
  81. ^ (EN) WWE.com, aprile 2015 http://www.wwe.com/shows/cybersunday/2007/matches/52676113 aprile 2015.
  82. ^ (EN) Triple H and Jeff Hardy win Traditional Survivor Series Elimination Match, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  83. ^ (EN) Big Daddy V & Mark Henry def. ECW Champion CM Punk & Kane, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  84. ^ (EN) Kane def. ECW Champion Chavo Guerrero (New Champion), WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  85. ^ Questo match è stato l'incontro più breve nella storia di Wrestlemania
  86. ^ (EN) ECW Champion Kane def. Chavo Guerrero, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  87. ^ (EN) WWE Tag Team Champions The Miz & John Morrison def. ECW Champion Kane & CM Punk, WWE.com. URL consultato il 13 aprile 2015.
  88. ^ (EN) A Draft disaster, WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  89. ^ (EN) Mark Henry def. Big Show and Kane ( New ECW Champion), WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  90. ^ (EN) Four on the Floor, WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  91. ^ (EN) World Heavyweight Champion CM Punk vs. Batista (Double-disqualification), WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  92. ^ Rey Mysterio, WWE.com. URL consultato il 14 ottobre 2008.
  93. ^ Chris Jericho wins World Heavyweight Championship Scramble, WWE.com. URL consultato l'8 ottobre 2008.
  94. ^ (EN) Snakes and ladders, WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  95. ^ (EN) Three the hard way, WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  96. ^ a b (EN) WWE No Mercy 2008 Pay-Per-View Results, wrestlenewz.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  97. ^ a b WWE Cyber Sunday 2008 Report, tuttowrestling.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  98. ^ (EN) Team HBK def. Team JBL Traditional (Survivor Series Elimination Match), WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  99. ^ (EN) Edge wins World Heavyweight Title Elimination Chamber Match, WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  100. ^ (EN) CM Punk wins Money in the Bank Ladder Match, WWE.com. URL consultato il 14 aprile 2015.
  101. ^ Alex Giannini, John Cena def. Randy Orton, Bray Wyatt, Roman Reigns, Cesaro, U.S. Champion Sheamus, Kane and Alberto Del Rio to become the new WWE World Heavyweight Champion, WWE, 10 giugno 2014.
  102. ^ Brian Russell, Intervista a Kane, Truman State University Index. URL consultato il 6 ottobre 2008.
  103. ^ Blog. URL consultato il 13 ottobre 2008.
  104. ^ (EN) WWE star opens up insurance company in Tennessee, wrestleview.com, 16 marzo 2014. URL consultato il 15 aprile 2015.
  105. ^ (EN) The Jacobs Agency Insurance, jacobsagencytn.com, 2014. URL consultato il 15 aprile 2015.
  106. ^ (EN) Profilo di Abu Colossus su cagematch.net. URL consultato il 3 maggio 2015.
  107. ^ Pro Wrestling Illustrated Award Winners Tag Team of the Year, Wrestling Information Archive. URL consultato il 21 ottobre 2008.
  108. ^ Carriera cinematografica di Glenn Jacobs, Imdb.com. URL consultato il 17 ottobre 2008.
  109. ^ Il collezionista di occhi (See No Evil) sull'Internet Movie Database, Imdb.com. URL consultato il 30 ottobre 2008.
  110. ^ Non è un'autobiografia, ma un libro sulla gimmick di Kane

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN29055765 · LCCN: (ENnb2006016107 · ISNI: (EN0000 0001 1469 9615