Glendora (rivista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Glendora
Stato Nigeria Nigeria
Lingua Inglese
Periodicità Trimestrale
Genere Cultura, arte
Formato Cartaceo
Fondazione 1994
Sede Lagos
Editore Olakunle Tejuoso, proprietario della libreria Glendora
Direttore Dapo Adeniyi, poi Akin Adesokan Sola Olorunyomi
 

Glendora è una rivista culturale pubblicata a Lagos in Nigeria pubblicata da Olakunle Tejuoso proprietario dell'omonima libreria Glendora.

La rivista si focalizza sulla cultura nigeriana e pubblica saltuariamente contributi sull'arte contemporanea africana e su altre nazioni del continente. Gli articoli trattano di arti visive, cinema, architettura, teatro, letteratura, musica pop e in particolare l'afrobeat.

"Glendora" nasce nel 1994 all'epoca della dittatura del generale Sani Abacha (1993-1998). Secondo Cédric Vincent e Thomas Boutoux[1], la rivista diventa uno spazio di resistenza intellettuale e artistica e riesce a riunire intorno a sé i più importanti intellettuali del paese, protagonisti della vita culturale, scrittori e critici. La rivista non esita a rendere omaggio allo scrittore Ken Saro Wiwa, impiccato nel 1995.

Collaborano alla rivista tra gli altri Okwui Enwezor e Olu Oguibe.

Olakunle Tejuoso pubblica anche la rivista semestrale "Yoruba Ideas" focalizzata sulla cultura Yoruba all'interno del mondo globale; la rivista raccoglie contributi vicini agli studi culturali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Thomas Boutoux e Cédric Vincent, Africa Remix Sampler in Africa Remix, Parigi, Centre Pompidou, 2005, 260.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]