Gladiatore (Melvin Potter)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gladiatore
Gladiatore contro Devil, disegnati da Romita Sr./Giacoia
Gladiatore contro Devil, disegnati da Romita Sr./Giacoia
Universo Universo Marvel
Nome orig. Gladiator
Lingua orig. Inglese
Alter ego Melvin Potter
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. luglio 1966
1ª app. in Daredevil (Vol. 1[1]) n. 18
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 19 novembre 1970
app. it. in L'incredibile Devil n. 15
Sesso Maschio
Abilità
  • lame in lega di tungsteno negli stivali
  • scudi metallici da polso nello stesso materiale dotati di motori transistorizzati
Parenti
  • Betsy Beatty (ex-moglie)
  • Li Ling Potter (seconda moglie)
  • Melanie Potter (figlia)

Gladiatore (Gladiator) il cui vero nome è Melvin Potter, è un personaggio dei fumetti, creato da Stan Lee (testi) e John Romita Sr. (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in Daredevil (Vol. 1[1]) n. 18 (luglio 1966).

Potter è stato uno dei primi nemici del supereroe Devil. Nella vita civile, egli è un costumista presso lo Spotlight Costume Shop a Lower East Side (New York). Alla fine si riabilitò e divenne uno dei più strenui sostenitori del Devil.

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

L’avvocato Franklin Foggy Nelson si è recato in un negozio nel Lower East Side per acquistare il costume di Devil con il quale spera di convincere Karen Page che lui è il supereroe. Il proprietario del negozio, Melvin Potter, gli prende le misure e promette di adattare per lui il costume entro la sera stessa. Melvin odia profondamente i supereroi ed è convinto che con un costume dotato di poteri chiunque possa trasformarsi in un paladino del bene o in uno strumento del male. Quando Foggy passa a ritirare il costume, Melvin gli propone una messinscena per impressionare Karen: il sarto fornirà a un suo conoscente un costume da criminale e Foggy, travestito da Devil, potrà sconfiggerlo davanti agli occhi della ragazza. Melvin in realtà ha ben altri piani in mente: vuole sbarazzarsi di Foggy per attirare Devil e umiliarlo, grazie a un supercostume che si è cucito: lame in lega di tungsteno negli stivali, scudi metallici da polso nello stesso materiale dotati di motori transistorizzati, e infine un elmetto con un minuscolo generatore di ossigeno. Melvin, nei panni del Gladiatore, è pronto ad affrontare il mondo e tutti i supereroi.

Nel frattempo, con la scusa di un incontro d’affari, Foggy conduce Karen al porto, senza sapere che Devil lo sta tenendo d’occhio. Quando l’avvocato vede il Gladiatore, pensa che sia l’uomo di cui gli aveva parlato Melvin e quindi, senza timore, si spoglia dei suoi abiti “civili” e rimane con il costume di Devil. Si fa avanti, sperando di far colpo su Karen, ma viene messo subito KO dal Gladiatore. Il vero Devil decide di intervenire e, mentre i due combattono, Karen fugge e raggiunge una volante della polizia. La ragazza chiede di essere accompagnata all’ufficio di Matt Murdock. Alcuni poliziotti perlustrano la zona per verificare il racconto fornito da Karen ma non riescono a distinguere alcunché a causa della forte nebbia. Devil è in difficoltà: il Gladiatore ha una forza incredibile e armi potenti. All’improvviso il criminale lo afferra e lo trascina sottacqua. Grazie all’elmetto speciale il Gladiatore non ha problemi a respirare, mentre Devil rischia di soccombere. In un ultimo disperato tentativo di liberarsi dalla presa del nemico, Devil si finge morto. Il criminale, trionfante, lo lascia e risale in superficie. Anche Devil riemerge dalle acque e, sfruttando la sorpresa, con un ultimo breve scontro riesce a neutralizzare il Gladiatore, che viene arrestato.

Con uno stratagemma (futuro Maggia) gli uomini di Marauder, travestiti da reporter, riescono a liberare Melvin dal distretto di polizia e a condurlo dal loro capo. Il Gladiatore non vuole assoggettarsi a nessuno, nemmeno a Marauder, che vorrebbe assoldarlo per sconfiggere il comune nemico Devil. Marauder riesce però ad affermare la propria superiorità stordendo l’uomo con un raggio ottico. Il criminale scatena i suoi scagnozzi contro Devil, o meglio contro Foggy, nell’errata convinzione che sia lui a celarsi dietro ai panni del supereroe. Subito dopo il Gladiatore si riprende e attacca Marauder. Nel frattempo, a casa di Foggy, Devil riesce a fermare gli uomini di Marauder prima che portino a termine il loro compito; solo uno riesce a scappare e a tornare al covo portando la notizia che Nelson non è Devil. Marauder e il Gladiatore decidono pertanto di unire le forze contro l’eroe rosso..

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.


Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics