Give Up the Ghost

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Give Up the Ghost
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Hardcore punk[1]
Punk revival[1]
Periodo di attività 1998-2004
Etichetta Bridge Nine Records
Equal Vision Records
Album pubblicati 3
Studio 3

I Give Up the Ghost sono stati una delle band più influenti della scena hardcore punk di Boston[senza fonte].

Storia del gruppo[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

La band si formò quando Tim Cossar e Wesley Eisold si incontrarono con Azy Relph e Jesse Van Diest nel 1998. Registrarono un demo l'anno successivo, seguito dal loro debutto con un 7" omonimo, pubblicato con l'etichetta Bridge Nine Records. La band a quel tempo si chiamava 'American Nightmare. Dopo diverso tempo passato in tournée, e dopo diversi cambi di formazione, la band pubblicò il secondo 7", The Sun Isn't Getting Any Brighter. Questi due 7" furono successivamente uniti in un unico album, Year One, pubblicato nel 2004.

Il loro debutto con un LP fu sotto l'etichetta Equal Vision Records nel 2001, e fu accolto con acclamazione dal pubblico. Nel 2003 la band intraprese una battaglia legale con un altro gruppo che aveva lo stesso nome, American Nightmare. La band fu costretta a cambiare nome e divenne dapprima A.N., poi American Nothing e infine il definitivo Give Up the Ghost.

Il secondo album ufficiale, We're Down Til We're Underground, dimostra il tentativo della band di esplorare nuovi orizzonti musicali, tramite canzoni più lunghe che si discostavano dal classico hardcore punk vecchio stile. A questo album seguì un grande tour mondiale con band come Every Time I Die, My Chemical Romance e Avail.

Lo scioglimento[modifica | modifica sorgente]

La band si sciolse nel giugno 2004, il giorno dopo aver cancellato il tour europeo. La ragione di questo scioglimento fu descritta come "problemi personali e di salute". Il successo di band come i Give Up the Ghost, insieme al successo di altre band come i The Suicide File, aiutarono la scena hardcore punk di Boston ad affermarsi ulteriormente. I membri della band si dedicarono ad altre collaborazioni, come Some Girls, XO Skeletons, Ye Olde Maids, Head Automatica, Bars e The Hope Conspiracy.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album studio[modifica | modifica sorgente]

Raccolte[modifica | modifica sorgente]

EP e singoli[modifica | modifica sorgente]

Demo[modifica | modifica sorgente]

Apparizioni in compilation[modifica | modifica sorgente]

  • 2002 - Black on Black: A Tribute to Black Flag (canzone: Depression) - Initial

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Give Up the Ghost, allmusic.com. URL consultato il 10 settembre 2008.
  2. ^ (EN) Discogs.com; Deathwish Inc. at Discogs, Discogs. URL consultato il 10-04-2013.
  3. ^ a b Equal Vision Official Website - Give Up the Ghost, Equal Vision Records. URL consultato il 4 aprile 2007.
punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk