Giustino Russolillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giustino Maria Russolillo (Pianura, 18 gennaio 1891Napoli, 2 agosto 1955) è stato un presbitero italiano, venerato come beato dalla Chiesa cattolica. Fu fondatore della Società delle divine vocazioni (1920), delle suore vocazioniste (1921) e delle Apostole della santificazione universale (approvato nel 1965)..

Beato Giustino Russolillo
Nascita Napoli, 18 gennaio 1891
Morte Napoli, 2 agosto 1955
Venerato da Chiesa cattolica
Beatificazione 7 maggio 2011 da papa Benedetto XVI
Ricorrenza 2 agosto

Don Giustino nacque il 18 gennaio 1891 a Pianura, oggi quartiere di Napoli ma allora comune a sé, e fu ordinato sacerdote il 20 settembre 1913 nella cattedrale di Pozzuoli. È stato il fondatore della Società delle divine vocazioni. Morì il 2 agosto 1955 sempre nel quartiere di Pianura. Le sue spoglie mortali riposano nella casa madre dei vocazionisti, dove restano ancora molti dei suoi ricordi.

Culto[modifica | modifica sorgente]

Il suo processo di beatificazione iniziò il 18 gennaio 1980, ed è stato dichiarato venerabile da papa Giovanni Paolo II il 18 dicembre 1997 e beato il 7 maggio 2011 da papa Benedetto XVI.

Recentemente è stata eretta una statua in suo onore all'ingresso del quartiere di Pianura, presso la rotonda che porta il suo nome. Ne è presente una anche a Roma nel quartiere Fidene, al centro della piazza che prende il suo nome. Annualmente, il 2 agosto, viene celebrata una festa in onore della sua nascita al cielo, nella Chiesa del Vocazionario.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 40186111 LCCN: n88194535