Giuseppe Merlin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cav.Giuseppe Merlin
Foto merlin.jpg
Dati biografici
Nazionalità bandiera Regno d'Italia
Pugilato Boxing pictogram.svg
Dati agonistici
Squadra Ginnica Forza e Coraggio
Sollevamento pesi Weightlifting pictogram.svg
Dati agonistici
Squadra Pro Patria Milano
Carriera
Nazionale
Italia Italia
Statistiche aggiornate al maggio 2009

Cav. Giuseppe Merlin (Boara Pisani, 20 novembre 1891Milano, 7 maggio 1967) è stato un pugile e sollevatore italiano.

Figura importantissima della disciplina sportiva del sollevamento pesi, della quale ha ricoperto anche il ruolo di istruttore e tecnico federale, è stato un affermato imprenditore nel campo dell'abbigliamento.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Inizia la sua carriera sportiva nel 1907 con la società ginnica "Forza e Coraggio" di Milano.

Nel 1911 partecipa come pugile allo "Stadiu" di Milano

Nel 1913 partecipa:

Nel 1914, in Liguria, partecipa al Campionato nazionale di sollevamento pesi

Interrompe la carriera dal 1916 al 1918 per la chiamata alle armi della 1 Guerra Mondiale, alla quale partecipa con il grado di sergente nel corpo di artiglieria.

Dopo la guerra, riprende l'attività agonistica nel 1919 con la squadra d'artiglieria al giro di Napoli, classificandosi al primo posto.

Nel 1921 a Milano, partecipa ai Campionati italiani e svizzeri nella gara di sollevamento pesi.

Nel 1922 a Fracois-Hobanx-Delloue, partecipa all'incontro Francia - Italia di sollevamento pesi.

Partecipa ai Giochi Olimpici del 1924, come atleta della società ginnica Pro Patria Milano, sempre nella disciplina del sollevamento pesi.

Nel 1931 viene incaricato dal CONI come istruttore e tecnico federale di sollevamento pesi, poi come giudice ed arbitro sempre per la stessa disciplina.

Nel 1936, mentre ricopre la carica di vice presidente della Federazione Italiana di Atletica Pesante, offre il suo ricco medagliere, fra cui si annoverano 13 medaglie d'oro e 36 d'argento, alla patria.

Foto Medagliere.jpg

Fra gli atleti allenati si annoverano vari nomi fra cui spiccano gli olimpionici: Attilio Bescapè, Alberto Pigaiani (medaglia di bronzo giochi olimpici Melbourne 1956) e Sebastiano Mannironi (medaglia di bronzo giochi olimpici Roma 1960 e vincitore del bilanciere d'oro messo in palio dallo stesso Merlin).

Dediche[modifica | modifica sorgente]

Ha posato per lo scultore B. Tedeschi in diverse opere, fra le più importanti, il monumento ai caduti della prima guerra mondiale situato in P.za Pietro Zanelli a Lodi

Foto monumento a lodi(1).jpg

ed una seconda opera un monumento funerario all'interno del Cimitero Monumentale di Milano, realizzato nel 1929 dalla fonderia artistica E. Savini

Foto Monumentale.jpg

(edicola A di ponente rialzo A di ponente tomba 2025/2026)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]