Giuseppe Majorana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuseppe Majorana Calatabiano (Catania, 23 settembre 1863Catania, 23 dicembre 1940) è stato un economista, statistico e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primogenito di Salvatore Majorana Calatabiano e Rosa Campisi, fu fratello di Angelo, Dante e Quirino, zio di Ettore. Fu professore di statistica nelle università di Messina (1889) e di Catania (di quest'ultima fu anche rettore dal 1911 al 1919).

Nel 1895 fu eletto deputato al parlamento nazionale (XX Legislatura del Regno d'Italia) per la sinistra nel collegio di Paternò, che gli confermò il mandato anche nelle elezioni politiche del 1904 (XXII Legislatura); come parlamentare si interessò soprattutto di economia. Fu eletto nuovamente deputato nel 1909; ma il voto venne annullato e da allora non volle più candidarsi. Fu nominato senatore il 18 settembre 1924, ma la sua nomina non venne convalidata.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Teoria del valore, Roma etc.: Loescher, 1887
  • La statistica e l'economia di stato, Roma etc.: E. Loescher e C., 1889
  • La statistica teorica e applicata, Firenze: G. Barbera, 1889
  • Le leggi naturali dell'economia politica, Roma: Ermanno Loescher, 1890
  • Principio della popolazione, Roma : E. Loescher, 1891
  • Il credito e le banche, Milano: Società Ed. Libraria, 1907

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fulvio Conti, MAJORANA, Giuseppe in Dizionario Biografico degli Italiani, LXVII volume, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2007. URL consultato il 07-05-2013.

Predecessore Rettore dell'Università di Catania Successore Unict2.gif
Giuseppe Vadalà Papale 1º dicembre 1911 - 15 ottobre 1919 Achille Russo