Giuseppe Guerreschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuseppe Guerreschi (Milano, 1929Nizza, 1985) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Impiegato in una banca milanese fino ai vent’anni, frequenta dal 1947 le scuole serali dell’Accademia di Belle Arti di Brera, iscrivendosi tre anni dopo ai corsi regolari. Studia pittura con Aldo Carpi e incisione con Benvenuto Disertori, diplomandosi nel 1954.

Casa della Fiducia, 1962 (Fondazione Cariplo)

Nella seconda metà del decennio partecipa alle collettive degli artisti appartenenti al movimento del Realismo Esistenziale di cui diviene interprete indiscusso. Attraverso il gallerista americano Charles Feingarten, organizza mostre personali a Chicago (1955, 1956, 1958 e 1959), San Francisco (1959) e New York (1960); partecipa inoltre alle Biennali di Venezia del 1960, 1964 e 1972. Poco dopo la sua morte, Renato Barilli gli dedica una mostra antologica, apertasi nel dicembre 1986 alla Rotonda di via Besana, a Milano.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]