Giuseppe Curci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuseppe Curci (Barletta, 15 maggio 1807Barletta, 5 agosto 1877) è stato un compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Giuseppe Curci seguì gli studi musicali a Napoli presso i maestri Furno, Raimondi, Zingarelli e Crescentini.

Nel 1832 raggiunse, all'età di 25 anni, un notevole successo con l'opera Un'ora di prigione. In seguito viaggiò in tutta Europa, muovendosi da Vienna a Parigi e poi ancora a Londra fino al ritorno in Italia nel 1855.

Detenne la direzione artistica del teatro Comunale di Barletta fino alla sua morte, avvenuta nel 1877 all'età di 70 anni.

L'Amministrazione Comunale della sua città natale decise di dedicare in suo onore il nuovo teatro comunale.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Tra le opere maggiori di Giuseppe Curci si ricordano:

  • Il ciabattino medico e la morte del 1832,
  • Don Desiderio del 1837 e
  • Il baccelliere scritta nel 1856.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Ceci Rita, Mascolo Ruggero, (1986), Barletta, leggere la città, Edizioni Libreria Liverini, Barletta

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]