Giuseppe Caprio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Caprio
cardinale di Santa Romana Chiesa
Coat of arms of Guiseppe Caprio OESSJ.svg
Pax in Virtute
Nato 15 novembre 1914, Lapio
Ordinato presbitero 17 dicembre 1938
Consacrato arcivescovo 14 dicembre 1961 dal cardinale Krikor Bedros XV Aghagianian
Creato cardinale 30 giugno 1979 da papa Giovanni Paolo II
Deceduto 15 ottobre 2005, Roma

Giuseppe Caprio (Lapio, 15 novembre 1914Roma, 15 ottobre 2005) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque a Lapio, piccolo centro dell'avellinese, il 15 novembre 1914; frequentò il Seminario a Benevento prima e la Pontificia Università Gregoriana a Roma poi, dove conseguì la Laurea in diritto canonico. Fu ordinato sacerdote nel 1938.

Lavorò come diplomatico per la Santa Sede a Saigon, Nuova Delhi, Taipei, Bruxelles e a Nanchino; in quest'ultima città subì un periodo di domicilio coatto (1951) seguito da un'espulsione decretata dalle autorità cinesi.

Fu nominato arcivescovo da papa Giovanni XXIII nel 1961, scegliendo come motto Pax in Virtute e, dopo aver preso parte al Concilio Vaticano II tornò in India come pro-nunzio.

Papa Giovanni Paolo II lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 30 giugno 1979.

Nel 1987 Papa Giovanni Paolo II lo nomina Cardinale Gran Maestro dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme carica che ricopre sino al 1995.

Morì il 15 ottobre 2005 all'età di 90 anni.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran Maestro e Cavaliere di Collare dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro e Cavaliere di Collare dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Umberto Lorenzetti, Cristina Belli Montanari, L'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Tradizione e rinnovamento all'alba del Terzo Millennio, Fano (PU), settembre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo titolare di Apollonia Successore BishopCoA PioM.svg
Franz Žak 14 ottobre 1961 - 30 giugno 1979 Vincenzo Cirrincione
Predecessore Sostituto per gli Affari Generali alla Segreteria di Stato Successore Emblem Holy See.svg
Giovanni Benelli 14 giugno 1977 - 28 settembre 1979 Eduardo Martinez Somalo
Predecessore Presidente dell'A.P.S.A. Successore Emblem Holy See.svg
Jean-Marie Villot 28 aprile 1979 - 30 gennaio 1981 Agostino Casaroli
Predecessore Cardinale diacono di Santa Maria Ausiliatrice in via Tuscolana Successore CardinalCoA PioM.svg
Francesco Carpino 30 giugno 1979 - 26 novembre 1990 Pio Laghi
Predecessore Presidente della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede Successore Emblem Holy See.svg
Egidio Vagnozzi 30 gennaio 1981 - 22 gennaio 1990 Edmund Casimir Szoka
Predecessore Cardinale Protodiacono Successore Berretta cardinalizia.png
Opilio Rossi 22 giugno 1987 - 26 novembre 1990 Aurelio Sabattani
Predecessore Gran Maestro dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme Successore Croix de l Ordre du Saint-Sepulcre.svg
Maximilien de Fürstenberg 14 dicembre 1988 - 21 dicembre 1995 Carlo Furno
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Maria della Vittoria Successore CardinalCoA PioM.svg
Giuseppe Siri 26 novembre 1990 - 15 ottobre 2005 Sean Patrick O'Malley

Controllo di autorità VIAF: 89091460